Home Articoli Leggere la città. Lunedì 23 Maggio ultimo incontro sul tema dell’abuso di...

Lunedì 23 Maggio all’Auditorium dell’Istituto Russell-Newton (Via Fabrizio De Andrè 6, dalle 17,30 alle 19,30) si conclude il ciclo di incontri di approfondimento sul rapporto tra adulti e adolescenti, con una discussione aperta sul tema dei problemi legati all’abuso dell’alcol e del consumo di droga nella nostra comunità. Porteranno il loro contributo Guido Guidoni responsabile del Sert di Scandicci insieme al comandante dei Carabinieri Aldo De Angelis e Matteo Lucherini presidente del Progetto Testa di Alkol.

L’Osservatorio Sanitario Regionale ha pubblicato il profilo sociale regionale con i dati sugli stili di vita dei giovani toscani nel 2015. Dall’indagine 2015 emergono alcuni cambiamenti in positivo (consumo di tabacco, popolazione in sovrappeso, gioco d’azzardo) rispetto agli anni precedenti, che vengono in parte ricondotti agli effetti (in questo caso benefici) della crisi economica e della contrazione di risorse all’interno delle famiglie che rende meno disponibili le opportunità di comportamenti a rischio. Nonostante ciò restano alcune criticità da tenere attentamente sotto la lente d’ingrandimento (sperimentatori di sostanze psicotrope, distress psicologico e modelli di consumo alcolico, comportamenti sessuali).

Per quanto riguarda il consumo di Alcol, secondo la rilevazione, oltre la metà dei giovani si è ubriacata durante l’ultimo mese ed il 34% ha avuto episodi di binge drinking. Questi dati, pur essendo anche il consumo di alcol in riduzione, evidenziano uno stile di consumo eccedentario che tende a concentrare l’assunzione di grandi quantità in poche occasioni (soprattutto weekend). Per le sostanze psicotrope è rilevato che quasi 4 su 10 hanno consumato sostanze illegali nella vita, 1 su 3 ne ha consumate nell’ultimo anno e più di 1 su 5 nell’ultimo mese. Rispetto al 2005 si nota un aumento, ed una crescita anche nel poliuso (due o più sostanze nella stessa occasione) del 5% rispetto al 2011. Nel gioco d’azzardo il 47% dei giovani che hanno partecipato alla rilevazione dei dati ha giocato almeno una volta nella vita e l’8% mostra una situazione rischiosa per lo sviluppo di comportamenti patologici. Si nota nel confronto temporale una decisa diminuzione (-11% rispetto al 2011) e rimane una netta prevalenza dei maschi sulle femmine. La ricerca ha visto partecipi 57 istituti secondari toscani, con 5.077 studenti di età compresa tra i 14 ed i 19 anni.

Leggere la città è un importante momento di confronto e condivisione per approfondire temi che riguardano la vita dei nostri ragazzi, che quotidianamente vanno incontro a circostanze ed esperienze di cui gli adulti spesso restano incerti sia sull’interpretazione sia sul da fare, o ne ignorano completamente la pericolosità. Gli incontri già svolti, sul tema del benessere psicologico e sul tema del bullismo e cyberbullismo, hanno visto partecipi tanti genitori e docenti delle scuole secondarie, che hanno ascoltato e posto domande su questi temi. L’Assessore Diye Ndiaye mette in risalto che “solo aprendosi al dialogo ed alla condivisione è possibile creare un contatto ed alleanze tra adulti, genitori e mondo della scuola in particolare, con la prospettiva di una proficua collaborazione tra tutte le forze in campo per mettere in primo piano la qualità della vita dei giovani”.

Questo ciclo di incontri è inoltre una possibilità di aggiornamento professionale per i docenti partecipanti che potranno ricevere un attestato formale dell’Agenzia Formativa del Comune di Scandicci. Ogni incontro offre stimoli e contributi per sensibilizzare i genitori e le famiglie affinchè abbiano strumenti adeguati per venire incontro ai segnali di bisogno espressi dai loro ragazzi.