Home Articoli La Memoria di un luogo: marzo 1944, arresti e deportazione. Firenze ricorda

“Ci presero… e ci portarono alle Scuole Leopoldine in Piazza Santa Maria Novella e di lì a Mauthausen…” 73 anni dopo il trasporto dei deportati politici fiorentini al KZ di Mauthausen la città di Firenze organizza tre giorni di iniziative per ricostruire quel momento storico in collaborazione con la Fondazione Museo della Deportazione e della Resistenza.

Lunedì 6 Marzo ore 18.00
Museo del 900P.za Santa Maria Novella, 10
La memoria di un luogo: marzo 1944, arresti e deportazione
Saluti di Monica Barni, Vicepresidente della Regione Toscana e Dario Nardella, Sindaco di Firenze.
Introduzione storica su “Marzo 1944: Resistenza operaia, retate e deportazione” Camilla Brunelli, Direttrice Fondazione Museo della Deportazione e Resistenza di Prato.
Cosa accadde il 7 e 8 Marzo 1944 in Piazza Santa Maria Novella?
Testimonianza di Moreno Cipriani, Aned Firenze, figlio del deportato Oscar Cipriani deceduto ad Ebensee, sottocampo di Mauthausen.
Letture drammatizzate di  interviste ad ex deportati toscani sopravvisuti ai Lager
A cura di Teatro Almaviva, con Duccio Barlucchi, Andrea Donnini e Simone Margheri
I brani sono tratti dal Fondo Andrea Devoto – Aned (adattamento teatrale di Camilla Brunelli e Duccio Barlucchi).
Consigliata la prenotazione:  segreteria.museonovecento @ muse.comune.fi.it

Martedì 7 Marzo ore 17.00
Biblioteca degli Uffizi (Ingresso dal Loggiato Uffizi, 1)
Inaugurazione della Mostra Fotografica “Sopravvissuti, ritratti, memorie, voci” di Simone Grasso,
da un progetto di Cristina Ballerini, in collaborazione con Aned.

Mercoledì 8 Marzo ore 9.45
P.za Santa Maria Novella
Commemorazione storica alla presenza della istituzioni
Fabio Bracci (ANED Firenze)
Un rappresentante del Comune di Firenze
Un rappresentante della Regione Toscana
Thomas Punkenhofer (Sindaco di Mauthausen–Austria)
Matteo Mazzoni (direttore Istituto Storico della Resistenza in Toscana)
Programma musicale a cura del Coro Novecento di Fiesole.

Maggiori informazioni:  www.aned.it