Warning: Illegal offset type in /web/htdocs/educard.scandiccicultura.eu/home/wp-includes/class-wp-widget-factory.php on line 57 Articoli | eduCARD | Pagina 2
Home Articoli

Martedì 7 Febbraio 2017 alle 16,30 in piazza Resistenza l’Associazione Genitori Comprensivo Rossella Casini, con il patrocinio del Comune di Scandicci, organizza una manifestazione pubblica per sensibilizzare sul tema del bullismo  a scuola. I partecipanti formeranno la scritta umana “No al bullismo”, che sarà fotografata dall’alto. Ospite dell’iniziativa è Simone Centineo.

L’ iniziativa rientra nell’ambito del Protocollo d’Intesa per la conoscenza dei diritti e dei doveri in internet, siglato a livello ministeriale all’interno del Piano nazionale del Miur per le scuole per il 2016/2017, che ha indetto il 7 Febbraio come giornata nazionale contro il bullismo, in coincidenza con la Giornata Europea della Sicurezza in Rete (Safer Internet Day) indetta dalla Commissione Europea.

Un Piano nazionale per prevenire e combattere il bullismo e il cyberbullismo in classe, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il Protocollo mira alla diffusione dei contenuti della Dichiarazione dei diritti e doveri in internet, elaborata dall’omonima Commissione di studio istituita dalla Presidente della Camera. Il Miur e la Commissione, nell’ambito di questa intesa, promuovono  incontri di formazione e sensibilizzazione con gli studenti delle scuole secondarie per la conoscenza dei diritti e dei doveri in internet di cui ogni cittadino è titolare, con l’obiettivo di avviare un processo di educazione digitale. Tra le azioni previste dal Protocollo anche iniziative di formazione per i docenti e la progettazione di azioni finalizzate a sensibilizzare i ragazzi ad una riflessione sull’uso corretto della rete, orientandoli nella selezione di ciò che è positivo o negativo, educando al rispetto dell’altro e a una buona cittadinanza digitale.

Dalla Giornata nazionale contro il bullismo a scuola, alla formazione degli insegnanti, dal concorso per gli studenti al format tv: sono alcune delle 10 azioni previste dal Piano nazionale del Miur contro il bullismo e il cyberbullismo. In tre anni più di 80mila ragazzi sono già stati coinvolti nel programma Generazioni Connesse e con il Piano nazionale è stato disposto dal Ministero uno stanziamento di 2 milioni di euro per l’anno scolastico in corso, assegnati alle scuole attraverso una call to action.

Tra le prime azioni messe in campo dal Piano, il concorso per gli studenti ‘No hate speech’, seguendo la campagna internazionale promossa dal Consiglio d’Europa. Il concorso vuole stimolare la riflessione dei ragazzi sui rischi e sui pericoli dell’odio on line e dell’incitamento al risentimento nei confronti dei loro coetanei e compagni. L’istigazione all’odio on line è divenuta, infatti, una delle forme più diffuse di abuso dei diritti umani.

Saranno, invece, circa 16mila i docenti delle scuole di ogni ordine e grado coinvolti in attività di formazione a partire dal 2017, “lezioni” ad hoc per favorire l’acquisizione di competenze psico-pedagogiche e sociali per la prevenzione di questi fenomeni. E’ realizzato con la collaborazione della Rai il format ‘Mai più bullismo’. Si tratta del primo social coach televisivo incentrato sul bullismo, un tema trasversale perché interessa diversi ambiti della società, dai ragazzi che ne sono vittima alle famiglie e alla scuola. Il format è in fase di realizzazione.

E ancora, tra le altre azioni previste dal Piano, anche le attività in collaborazione con la Polizia di Stato, con Save the Children e con Telefono Azzurro, il progetto Generazioni connesse (al suo terzo anno, www.generazioniconnesse.it) e il progetto ‘Verso una scuola amica’ finalizzato ad attivare prassi educative sull’art. 29 (diritto all’educazione) della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Fonte Hubmiur

La Libera Università di Scandicci compie nove anni e rinnova anche in questa edizione la propria presenza sul territorio con un’offerta formativa di 25 corsi. Con l’edizione passata abbiamo raggiunto quasi 600 iscrizioni, confermando una buona qualità dei corsi e degli argomenti trattati. Un ringraziamento speciale, allora, è doveroso in primo luogo proprio a tutti coloro che, partecipando, hanno contribuito negli anni a rendere questa attività così animata, con la loro curiosità e il loro impegno!

Le iscrizioni sono concluse il 28 Gennaio 2017, ma ci sono ancora posti disponibili per il laboratorio di lettura ad alta voce “La Biblioteca parlante” e il corso di letteratura contemporanea di mattina dal titolo “Maestri fuori dal coro”, a cura di Alessandro Raveggi, con un nuovo programma qui allegato. E’ possibile prenotare on line i propri corsi dalla colonna laterale qui a destra, perfezionando poi l’iscrizione con il pagamento presso Auser o per mezzo di bonifico bancario secondo le indicazioni riportate nel libretto. Per maggiori dettagli telefonare ad Auser al tel. 055.755188.

Il corso di geopolitica “Tempo di guerra, tempo di pace” avrà inizio Mercoledì 15 Febbraio alle ore 17 all’Aula Magna della Fabbrica dei Saperi con l’intervento del Prof. Olivier Roy dell’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, dal titolo La Jiahd tra rivolta generazionale e radicalizzazione. Qui il programma degli incontri.

Il corso Leggere la scuola prende avvio invece Giovedì 16 Febbraio, sempre alle ore 17, con un incontro sui temi dell’educazione alla legalità all’Auditorium Rogers (in piazza Resistenza) in cui saranno presentate alcune testimonianze dirette e progetti scolastici realizzati in Sicilia a cura di Armando Rossitto, nell’ambito del Progetto “Libera la tua terra”. Qui il programma completo.

Le attività formative rappresentano un’occasione importante non solo per approfondire i propri interessi e ampliare le proprie conoscenze, ma anche per allargare la propria rete di relazione e fare nuove amicizie in un contesto informale, mettendo in congiunzione anche generazioni diverse. I corsi diventano occasione di arricchimento dei propri punti di vista, permettendo di acquisire nuove chiavi di lettura per interpretare la complessità del nostro vivere quotidiano.

Per iscriversi è sufficiente aver compiuto 18 anni. Sono previste delle agevolazioni per disoccupati o cassintegrati e per gli insegnanti che vivono e lavorano a Scandicci con la nuova Educard a loro dedicata. Le novità di questa edizione riguardano l’ampio spazio dedicato ai laboratori (dalla scrittura creativa al teatro, dal design col riciclaggio ai libri fatti a mano), agli incontri di scienza e di archeologia in collaborazione con lo spin-off universitario Terza Cultura, alle conversazioni di geopolitica, all’evoluzione della lingua italiana con l’Accademia della Crusca.
Tornano a grande richiesta anche gli aperitivi del venerdì di Auser, la lettura ad alta voce e le visite guidate alla scoperta del patrimonio artistico e culturale del territorio.

Da gennaio a marzo 2017 torna la rassegna teatrale Aurora di Sera, 4 spettacoli con grandi artisti del panorama italiano presso il Teatro Aurora di Scandicci (via S. Bartolo in Tuto,1).
Il primo appuntamento è per mercoledì 11 gennaio con Giuliana De Sio in Notturno di donna con ospiti, uno spaccato sulla violenza e la modernità delle metropoli dove il quotidiano viene contaminato dal thriller nella visione comico-surreale di uno dei maggiori drammaturghi dell'”area napoletana”: Annibale Ruccello. A seguire martedì 7 febbraio Marco Baliani e Lella Costa in Human, puzzle multietnico a più voci, in cui reminiscenze epiche, storiche e politiche si mescolano alle vicende pulsanti e dolorose degli esuli contemporanei; mercoledì 1 marzo è la volta di Dario Ballantini con Da Balla a Dalla, omaggio di Ballantini all’amico e grande cantautore, reinterpretando una parte della sua straordinaria produzione artistica di Lucio Dalla. Per l’ultimo appuntamento della rassegna mercoledì 22 marzo Paolo Ruffini e la Compagnia Mayor Von Frinzius portano in scena Un grande abbraccio: l’improvvisazione e l’imprevedibilità sono il motore di un viaggio alla ricerca della differenza che corre tra sentirci ed essere davvero. Spettacolo comico e commovente, con sei attori con disabilità della compagnia livornese Mayor Von Frinzius.

Mercoledì 11 gennaio
Giuliana De Sio
NOTTURNO DI DONNA CON OSPITI
di Annibale Ruccello
regia Enrico Maria Lamanna
produzione Teatro e Società
Adriana porta avanti la sua esistenza, nel caldo afoso, tra canzoni e note di un pianoforte, tra televisione ed una terza gravidanza, con un marito, Michele, che lavora di notte e ritorna a casa all’alba. Una sera accade che strani individui, temuti e desiderati da troppo tempo, si
introducano in casa. Improvvisamente riaffiorano senza una logica i ricordi, angoscianti fantasmi del passato, che provocheranno in lei una reazione atroce, insensata, ma necessaria per fuggire da quella prigione grigia e ossessiva.
Uno spaccato sulla violenza e la modernità delle metropoli dove il quotidiano viene contaminato dal thriller nella visione comico-surreale di uno dei maggiori drammaturghi dell’ “area napoletana”.
durata: 2h con intervallo

Martedì 7 febbraio
Marco Baliani, Lella Costa
HUMAN
di Marco Baliani, Lella Costa
regia Marco Baliani
produzione Mismaonda srl/Sardegna Teatro T.R.I.C./
Marche Teatro
Nato dalla necessità di una riflssione “del” e “sul” tema delle migrazioni, Human, scritto con una linea sopra che cancella la parola stessa, è uno spettacolo in forma di oratorio, tra negazione e affermazione, sul concetto di umanità. Human è costruito con testimonianze dirette, brandelli di vita vissuta, narrazioni tramandate o elaborate sui fatti contingenti. Fanno parte del diario di viaggio, le riflessioni degli autori, i loro ripensamenti, i contributi in video o gli scritti di quanti hanno accettato di esprimersi sul tema, contribuendo ognuno ad arricchirlo di tante sfumature.
“Con la nostra ricerca teatrale vorremmo insinuarci in quella soglia in cui l’essere umano perde la sua connotazione universale – raccontano Marco Baliani e Lella Costa –, e utilizzare le forme teatrali per indagare quanto sta accadendo in questi ultimi anni, sotto i nostri occhi, nella nostra Europa.
durata: 1h30

Mercoledì 1 marzo
Dario Ballantini
DA BALLA A DALLA
storia di un’imitazione
produzione Massimo Licinio
Un omaggio che Ballantini rende all’amico e grande cantautore, reinterpretando una parte della sua straordinaria produzione artistica. Ballantini, con i musicisti diretti da Gianni Caltran, racconta minuziosamente i passaggi della carriera di Dalla cantando con voce sorprendentemente fedele all’originale e trasformandosi dal vivo in lui. Durante lo spettacolo vengono
proiettati disegni tratti dai diari scolastici di Ballantini e già rivelatori della sua passione maniacale per il cantautore.
durata: 2h con intervallo

Mercoledì 22 marzo
Paolo Ruffini, Compagnia Mayor von Frinzius
UN GRANDE ABBRACCIO
di Paolo Ruffini, Lamberto Gianniniregia Lamberto Giannini
produzione Non c’è problema
Un Grande Abbraccio è uno spettacolo comico e commovente, è un’opportunità di scoprirsi e di abbandonarsi a teatro con movimenti, improvvisazioni, balli e monologhi. Oltre a Paolo Ruffini, autore e ideatore dello spettacolo, si esibiscono sei attori con disabilità, appartenenti alla compagnia livornese Mayor Von Frinzius.
Il pubblico sarà il terzo protagonista di questo spettacolo e alla fine platea e attori si troveranno sul palco, nella meraviglia della condivisione di un gesto umano, così semplice da essere ormai provocatorio: un grande abbraccio.
durata: 1h40

inizio spettacoli
ore 21.15

ABBONAMENTI
posto unico intero € 50 ridotto € 42 (under 18, over 65, soci coop, soci arci)
prezzo speciale titolari EDUCARD e dipendenti Comune di Scandicci € 38

Teatro Studio Mila Pieralli
via Donizetti 58, Scandicci
tel. 055 7351023
rinnovo abbonamenti
martedì 13 e mercoledì 14 dicembre 2016
nuovi abbonamenti
da giovedì 15 a domenica 18 dicembre 2016
da martedì 20 a venerdì 23 dicembre 2016
da martedì 27 a venerdì 30 dicembre 2016
da martedì 3 a giovedì 5 e martedì 10 gennaio 2017
orari
dal martedì al venerdì ore 16.30-19.30, sabato ore 10-13, domenica 17-20

Box Office
tel. 055 210804 e sul sito www.boxol.it
nuovi abbonamenti dal 15 dicembre 2016

—————————-

BIGLIETTI
posto unico intero € 16 ridotto € 13 (under 18, over 65, soci coop, soci arci)
prezzo speciale titolari EDUCARD e dipendenti Comune di Scandicci € 10

Box Office
tel. 055 210804 e sul sito www.boxol.it
biglietti per tutti gli spettacoli dal 3 gennaio 2017

Teatro Aurora
via San Bartolo in Tuto, 1 Scandicci
biglietti nei giorni di spettacolo, dalle ore 20

Info: toscanaspettacolo.it – scandiccicultura.it – segreteria@scandiccicultura.it

Sono 1500 gli alunni delle primarie di Scandicci che grazie al progetto Voglia di Movimento Scandicci InSport fanno sport a scuola nell’anno scolastico 2016/2017. Grazie al coinvolgimento delle società sportive del territorio gli alunni praticano nell’arco dell’anno svariate discipline; le società impegnate nelle attività sono sedici: Prosport Uisp Scandicci, scuola Just Dance, Tennis club La Fiorita, polisportiva Robur 1908, pallavolo Savino Del Bene, Judo Athletic club, Palestra Athena, Wushu Scuola del Fiume, centro Danza Tersicore, Asd Cosmos, Us Casellina, Stella Rossa Volley, Asdc San Giusto Le Bagnese, Box Robur, Bocciofila Scandiccese, Cs Scandicci 1908. Complessivamente il progetto si sviluppa su circa mille ore di attività. Voglia di Movimento anche questo anno è organizzato dall’Assessorato allo Sport del Comune di Scandicci in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Vasco Pratolini e con la collaborazione tecnica del coordinatore sportivo dell’Istituto.

“Lo sport è un ambito educativo importante la crescita ed il benessere dei cittadini fin da giovanissimi – dice l’Assessore allo Sport Andrea Anichini – questo progetto è anche occasione per bambini e ragazzi di poter conoscere vari sport e scegliere come attività personali quelle preferite, al tempo stesso rappresenta un importante momento di promozione per le realtà che compongono il ricco patrimonio dell’associazionismo sportivo cittadino. Con Scandicci InSport si afferma che la consuetudine al movimento è il fattore principale per il mantenimento del proprio stato di salute”.

Tra gli obiettivi del progetto vi è quello di favorire un preciso e preordinato processo di partecipazione ed avviamento allo sport, partendo dalla scuola ed aprendosi sul territorio con il coinvolgimento dei vari ordini di scuola, con manifestazioni sportive e gioco sport.

Le attività sono iniziate a ottobre con l’avvio dell’anno scolastico 2016/2017, con la presentazione del progetto agli insegnanti; nel corso dei mesi vengono coinvolti gli alunni con la presenza di operatori esterni provenienti dalle diverse società sportive, oltre a docenti di Scienze motorie.

Pubblichiamo l’ultima stesura del documento che traccia le linee programmatiche per l’attuazione condivisa del Piano dell’Offerta Formativa Territoriale e la realizzazione di un sistema integrato locale che mira a coinvolgere l’intera comunità, intesa come insieme delle agenzie educative, a ricercare coordinamento e integrazione nell’azione di sostegno allo sviluppo della persona umana, dall’infanzia all’età adulta.

Il Comune di Scandicci, attraverso il proprio Assessorato alla Pubblica Istruzione e il proprio Centro Risorse Educative e Didattiche, è impegnato in questo contesto nel promuovere la governance complessiva del sistema territoriale per l’apprendimento, perseguendo come obiettivi prioritari il sostegno alla qualità del sistema educativo – scolastico, il potenziamento dell’offerta formativa e la messa in rete delle risorse per evitarne la dispersione.

Nella complessità della società post moderna, in cui si registra una maggiore diversificazione delle pratiche culturali e dei sistemi educativi, diventa essenziale adottare un linguaggio comune e delle regole condivise, superando l’autoreferenzialità delle singole strutture che compongono il sistema educativo e formativo favorendo la costituzione di reti locali in cui, nel rispetto dell’autonomia, si possa lavorare insieme nell’affrontare il cambiamento, a tutela di un sviluppo collettivo del territorio.

In questo senso il Piano dell’Offerta Formativa Territoriale può essere considerato un punto di
arrivo culturale per la rete dei soggetti coinvolti, già attiva da molti anni, al termine di un processo
partecipativo che ha consentito di condividere una visione e delle proposte formative per la cittadinanza.
Esso rappresenta al tempo stesso, però, anche un punto di partenza per l’azione futura, basata su una lettura dei fabbisogni formativi che si rinnova ogni anno, ispirandosi a principi di metodo condivisi, e concentrando la propria analisi sulla qualità, sull’innovazione didattica, sulla valutazione dei risultati, sulla valorizzazione delle buone pratiche, creando modelli stabili di relazione tra i servizi del territorio e i propri bisogni.

Il presente Piano dell’Offerta Formativa Territoriale nasce dalla Conferenza di Servizio indetta dall’Amministrazione Comunale con le Istituzioni Scolastiche e rappresenta uno strumento operativo che offre la cornice concettuale alla progettazione formativa, in un’ottica di sistema, dando un senso e un valore unitario alle singole azioni concepite all’interno di un piano coerente di attività.

Scarica qui l’allegato completo.

Maggiori informazioni:

Comune di Scandicci
Assessorato alla Pubblica Istruzione
Cred:  Tel. 055.7591593

Inaugurazione della saletta insonorizzata per l’incisione di audiolibri della scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli (via Pablo Neruda), Venerdì 25 Novembre 2016 alle 11 alla presenza dell’attore Alessandro Benvenuti. L’artista ha infatti contribuito attivamente alla realizzazione del progetto di Lettura ad alta voce dell’Istituto comprensivo Spinelli, in collaborazione con il Comitato dei genitori e il patrocinio del Comune di Scandicci, sostenendolo con lo spettacolo “L’Atletico Ghiacciaia”, prodotto da Arca Azzurra Teatro e messo in scena lo scorso aprile al Teatro Aurora. A collaborare alla realizzazione del progetto sono stati anche la Biblioteca di Scandicci, il Consiglio d’Istituto, i docenti della Spinelli, la Dirigente scolastica Marina Andalò e l’Humanitas di Scandicci.

“E’ la conclusione di un percorso che ha condotto l’energia e la generosità di molte persone verso la riqualificazione di alcuni ambienti scolastici”, dicono i promotori del progetto, “dotando la scuola Spinelli di uno strumento unico e prezioso per una didattica sempre più significativa, inclusiva e di servizio alla comunità”.

Il percorso di Lettura ad alta voce, divenuto progetto d’Istituto del Comprensivo Spinelli all’interno del curricolo verticale d’Italiano, è iniziato lo scorso anno per la necessità di avvicinare i ragazzi alla lettura, attraverso la riscoperta della lettura ad alta voce, “una pratica semplice, gratificante e di grande impatto emotivo”.

Alessandro Benvenuti, invitato per un incontro con i ragazzi nel novembre dello scorso anno in qualità di lettore per un’editrice di audiolibri, in quell’occasione era stato nominato “padrino” dell’iniziativa; a seguito di quell’incontro ha poi deciso di collaborare concretamente al progetto con la messa in scena de “L’Atletico Ghiacciaia”.

“Oggi il box insonorizzato è una realtà alla scuola media Spinelli, uno strumento prezioso al servizio di tutto l’Istituto e non solo. E’ davvero dunque la realizzazione di un sogno, ma anche l’inizio di nuove possibilità educative, capaci di coniugare l’antico col nuovo e improntate ad una pedagogia della realtà e del servizio. Una pedagogia ripensata sul primato della parola e della parola narrante”.

Le buone pratiche per il Parco metropolitano nell’area dell’ex Cnr, a Scandicci, sono il tema al centro del seminario internazionale organizzato dall’Istituto nazionale di Urbanistica con il contributo del Comune di Scandicci, venerdì 28 ottobre dalle 9 alle 18 nell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza a Scandicci (fermata tramvia Resistenza). Il seminario internazionale, dal titolo “Firenze Scandicci – Un nuovo parco metropolitano” è organizzato nell’ambito della convenzione che il Comune di Scandicci ha siglato con l’Istituto Nazionale di Urbanistica per la gestione culturale dell’Urban Center Metropolitano. L’incontro, con gli interventi di esperti tra cui la presidente dell’Inu Silvia Viviani, affronterà il tema dei parchi urbani contemporanei dal punto di vista del progetto, della gestione e della partecipazione dei cittadini. I lavori avranno inizio con i saluti del Sindaco e le conclusioni dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Scandicci. Il programma completo.

Nella sessione mattutina, introdotta dalla presidente della Commissione Inu Ambiente e Paesaggio Angioletta Voghera, verranno presentati tre casi virtuosi: il Parco delle Cave a Brescia, il progetto torinese Corona Verde e quello spagnolo della “Reserva Natural Concertada de la Charca de Suarez”; interverranno Elena Pivato dell’Urban Center di Brescia, Fernando Alcade Rodriguez dell’Ayuntamiento de Motril, Rocio Perez Campana dell’Universidad de Granada, Elena Porro della Regione Piemonte e la Presidente di Inu Silvia Viviani.

Alla sessione pomeridiana, “Parco metropolitano: laboratorio di ascolto cittadino”, parteciperà tra gli altri Chiara Pignaris della Commissione Inu Governance e diritti dei cittadini; la seconda parte del seminario sarà incentrata sullo svolgimento di un laboratorio e di tavoli aperti, con l’obiettivo di avviare un percorso di ascolto cittadino su identità e funzioni del parco che sorgerà nell’area dell’ex Cnr. Interverranno anche il Presidente Inu della Toscana Francesco Alberti e il Presidente dell’Appc di Firenze Roberto Masini; partecipa la Fondazione Architetti di Firenze.
I risultati del laboratorio contribuiranno alla redazione del futuro bando di concorso.

I ragazzi di 18 anni possono iniziare a spendere il bonus cultura di 500 euro in libri, ingressi a musei e aree archeologiche, biglietti per cinema, teatri, mostre, concerti, parchi naturali ed eventi culturali. Il bonus si utilizza dall’applicazione gratuita  “18app” per smartphone, tablet e pc.

L’iniziativa è rivolta a una platea di oltre 574.000 ragazzi italiani e stranieri residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno, con l’obiettivo di invitare i neo-maggiorenni a fruire delle proposte culturali, a esplorare le città con i loro musei e il loro patrimonio di ricchezza cultura. L’unico requisito è di aver compiuto o compiere 18 anni entro il 31 dicembre di questo anno. Il vaucher, per il quale il Governo ha stanziato un finanziamento complessivo di 290 milioni di euro, consentirà a ciascuno di loro di spendere i propri 500 euro in prodotti culturali, entro il 31 Dicembre 2017.

Registrarsi è semplice, occorre prima di tutto iscriversi al portale Spid ovvero il Sistema Pubblico d’Identità Digitale, un portale on line che permette ai cittadini di ricevere le credenziali per accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione. Una volta attivato il proprio “profilo utente” inserendo i propri dati personali e numero di cellulare, automaticamente viene generato il bonus, che sarà attivo dal giorno del compleanno fino alla fine del prossimo anno, e si potrà procedere a scaricare sui propri smart phone, tablet (Apple o Android) o sul computer, l’apposita App.

Ecco un’infografica esplicativa. Per maggiori informazioni www.18app.italia.it

bonus-cultura

“E’ con estremo piacere che l’Istituto Pratolini  per la terza volta  produce un cd musicale. – dichiara la nuova Dirigente del Comprensivo Raffaella BrianiE proprio nell’anno scolastico in cui si celebra il decennale della sezione musicale della scuola Fermi! La vitalità della sezione e dei ragazzi che l’hanno frequentata e attualmente la frequentano è contagiosa per tutto l’Istituto. Non solo: ci ricorda la profonda valenza educativa della musica, quale linguaggio universale che veicola il messaggio della possibilità di una armoniosa fusione tra suoni e strumenti differenti”.

Il prof. Luca Marino, coordinatore della sezione musicale  in questi dieci anni, ha condotto numerose iniziative di promozione musicale cercando di trasmettere ai ragazzi la passione per la musica. La maggior parte dei licenziati di terza media (a partire dall’a.s. 2009/2010 ad aggi) ha continuato lo studio della musica e ha partecipato alle prove, ai concerti ed ai concorsi in qualità insieme a ex-allievi.  Anche i ragazzi del terzo ciclo sono cresciuti con la convinzione che la musica richieda impegno e sacrifici: sono così riusciti ad ottenere importanti riconoscimenti a livello nazionale, sia da solisti sia all’interno dell’orchestra. Risultati di cui senza dubbio c’è da essere fieri. Altro motivo di orgoglio e soddisfazione per l’Istituto è l’organizzazione del Concorso musicale nazionale “Città di Scandicci”, che è giunto questo anno alla quinta edizione e che ha visto la partecipazione di ben 72  scuole provenienti da tutta Italia.

Lunga è la lista dei ringraziamenti a chi ha creduto e crede nel valore pedagogico della musica e in un metodo di lavoro condiviso: le istituzioni, il Dirigente scolastico Leonardo Camarlinghi, la segreteria, il personale Ata, gli insegnanti di strumento ed educazione musicale… in particolar modo grazie a Jhon Vitangeli.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa bella lettera pervenuta ai nostri uffici durante l’estate, da parte dei genitori di Samuele e Niccolò.

 

“Era bello sapere che nonostante la nostra mancanza, loro potevano giocare e divertirsi in un ambiente come il Makarenko, mai dato per scontato, con la consapevolezza dalla vostra presenza e alla reciproca fiducia.

Avete accolto i nostri figli con competenza e professionalità, ma soprattutto con amore, pazienza e umiltà tali da creare un legame affettivo anche con noi… Noi genitori che vivevamo per la prima volta l’ esperienza del distacco, che passavamo l’attesa della riconsegna fuori da quell’asilo insieme ad altri genitori, pronti a confrontarci, e a condividere pensieri, oppure a cercare invano di resistere alla tentazione di sbirciare i nostri piccoli in giardino!

Grazie perché con voi abbiamo imparato a muovere i primi passi da genitori.
Samuele adesso è alla scuola primaria si trova ad affrontare tanti nuovi argomenti, materie, compiti, tutto ciò con una bella solida base sicura di curiosità e voglia di fare che voi tutte avete contribuito a formare negli anni precedenti, con programmazioni accurate, molteplici attività, tanti progetti e uscite didattiche!

Che sorpresa quando due anni fa Niccolò ricevuta in regalo la sua prima bicicletta senza ruotine disse :
“Lasciatemi fare da solo, ho imparato a scuola!”  E saltando al volo sul sellino partì pedalando sicuro… grazie a Carmine e al progetto Brisken!

Potrei citare tantissime altre attività che hanno lasciato un segno indelebile…
Come il progetto sulla musica … e la conseguente richiesta della batteria a Natale…
oppure l’orto…  e via tutti a cucinare…  per non parlare di quello sulle emozioni… che ci ha aiutato a conoscerci a fondo…

Tutto ciò fatto con grande passione per il proprio lavoro, che però a noi piace definire missione, perché per gestire tante dinamiche è richiesta una grande capacità di empatia grande abilità ma anche infinita pazienza, spesso più con i genitori che con i bambini!

Momenti preziosi i bellissimi laboratori, ogni volta ci mettevate alla prova con molta fantasia (a volte diabolica!) nella creazione del regalo che avrebbe ricevuto nostro figlio da Babbo Natale… o il costume di carnevale da esibire durante la festa.

Preparazioni di scenografie e costumi per le recite nel salone della scuola o al Castello dell’Acciaiolo con l’ indimenticabile Gruffalò!  Quanto ci piacevano le riunioni (strano a dirsi) brevi ritagli di tempo per ascoltare voi maestre e far due chiacchiere davanti ad un caffè ed un pezzo di torta, occasioni che ci hanno fatto sentire per questi anni parte della struttura come fossimo a casa nostra.
Ci avete accolto e fatto sentire sempre protagonisti insieme a voi nella crescita “consapevole” dei nostri figli, collaborando fianco a fianco !

E’ per noi importante dirvi che siete state preziose e la speranza è quella di poter incontrare sulla nostra strada ancora delle persone che come voi vivono il lavoro come una missione d’amore per gli altri. Grazie per le regole che avete saputo insegnare per la disponibilità a capire ogni carattere, per i sorrisi che avete dispensato, grazie, soprattutto, per aver insegnato a condividere, a tollerare, ad avere rispetto.

Un grazie speciale va anche a tutto il personale che ha accolto ogni mattina i bambini sempre con un bel sorriso e che ha contribuito in tutto e per tutto alla riuscita del vostro lavoro!
Ci sentiamo onorati di avervi affidato i nostri  figli. Vi ringraziamo infinitamente  per  quanto  avete  dato, sperando che anche voi possiate conservare nel cuore i volti dei nostri figli, sicuramente fortunati per aver incontrato brave educatrici come voi!!!”

I genitori di Samuele e Niccolò

“Conservare lo spirito dell’infanzia
dentro di sé per tutta la vita
vuol dire conservare la curiosità di conoscere
il piacere di capire
la voglia di comunicare”
(Bruno Munari)