Home Etichette Articoli etichettati con "scandicci cultura"

europa

A conclusione dell’Anno Europeo dei Cittadini e in vista delle elezioni Europee 2014 l’Associazione Culturale Instabilmente, con il patrocinio di Scandicci Cultura, propone un ciclo di incontri informativi per conoscere più da vicino l’Europa e le sue istituzioni internazionali e familiarizzare con alcuni aspetti controversi della nostra appartenenza all’Unione, a partire dai più grandi interrogativi che l’attualità ci pone. Il ciclo di appuntamenti, in continuità con la prima edizione del 2013, vuol contribuire a una narrazione del volto umano e più autentico dell’Europa, quello della Generazione Erasmus, quello delle numerose opportunità culturali e progettuali che si possono aprire valorizzando il grande patrimonio comune di ricchezza nella diversità. Prossimo incontro:

Sabato 26 Aprile Ore 18
Maria Zambrano ed Elena Croce: quando un’amicizia fa politica
Una serata dedicata al pensiero filosofico, poetico e politico di Maria Zambrano (1904-1991), pensatrice originale e profonda della scena intellettuale del novecento. A partire dallo scambio epistolare con Elena Croce sarà affrontata la questione dell’esilio, il tema della libertà, l’idea di Europa e di cultura europea che Elena Croce promuoveva.
A cura di Elena Laurenzi traduttrice dei testi della filosofa spagnola, fra cui All’ombra del dio sconosciuto, ed. Pratiche, quelli apparsi nel numero 279/1997 di “Aut Aut” dedicato a Maria Zambrano, pensatrice dell’esilio, e l’opera Dell’Aurora, per le edizioni Marietti.
Quattro bombe in tasca. Ore 21
Versione narrata dello spettacolo teatrale di Arca Azzurra Teatro. Scritto e diretto da Ugo Chiti. Con G.Colzi, A.Costagli, D.Frosali, M.Salvianti, L.Socci, A.Venturini. Una vicenda corale dal respiro epico e concentrico, tipico della ballata popolare, che si dipana attraverso alcuni momenti emblematici della lotta partigiana.

Il ciclo di incontri è organizzato in collaborazione con una rete di associazioni e di realtà fiorentine sensibili ai temi trattati, tra cui Ass. AzzeroKM, Ass. Società per le idee, Comunità Ebraica di Firenze, Reggio Emilia Terzo Mondo, Gioventù e Movimento Federalista Europea, Fondazione Garage Erasmus, Rivista Testimonianze. L’associazione Instabilmente sta portando avanti, inoltre, la campagna di raccolta fondi “un mattone per Giogoli” per sostenere le spese di restauro di alcuni ambienti dell’antica Pieve, sulle colline di Scandicci. Alla fine di ogni incontro segue un aperitivo a buffet (10.00 Euro) con i prodotti tipici della tradizione locale dei vari paesi d’Europa, il cui ricavato contribuisce a questa finalità.

Per info e prenotazioni:
Associazione In.stabil.mente – Tel. 347.8274254 – 339.3067125 – info@instabilmente.org
Via di S.Alessandro a Giogoli, 1 – 50018 – Scandicci (FI).

Scandicci rende omaggio quest’anno a uno dei poeti più cari alla città, Dino Campana, in occasione del centenario della pubblicazione della sua raccolta più celebre: i Canti Orfici.

Un primo appuntamento alla Libreria Centrolibro (Piazzale della Resistenza 2/b) il 4 marzo alle ore 17,30 con la presentazione del volume:  “Dino Campana a Castel Pulci” con la collaborazione dei giovani attori della compagnia teatrale “Chille de la balanza” che si affideranno alla musicalità della poesia campaniana per donare una voce e un suono alle emozioni, ai paesaggi e ai ricordi notturni dei Canti Orfici. Intervengono: Lorenzo Bertolani e Alfonso Mirto.

All’interno del programma della Libera Università di Scandicci, poi, una grande opportunità per conoscere da vicino la vicenda umana del poeta e la sua opera con il corso di cinque incontri dal titolo “E ancora ti chiamo ti chiamo chimera” a cura del poeta Lorenzo Bertolani. Il ciclo ha l’obiettivo di approfondire i rapporti di Dino Campana con gli uomini del suo tempo, con particolare riferimento ai Canti Orfici, alla sua appassionata storia d’amore con Sibilla Aleramo, fino al ricovero a Castel Pulci (Scandicci) allora manicomio. Programma degli incontri:

1) Giovedì 20 marzo, h 17.00, Biblioteca di Scandicci: Biografia e opera di Dino Campana;

2) Giovedì 27 marzo, h. 17.00, Biblioteca di Scandicci: Dino Campana e gli uomini del suo tempo, il rapporto con Sibilla Aleramo: lettura di brani tratti dal testo teatrale di Lorenzo Bertolani Così bella come un sogno. Sibilla Aleramo a cura dell’attrice Lorella Serni;

3) Giovedì 3 aprile. h. 17.00, Biblioteca di Scandicci: Proiezione del primo film su Dino Campana “Dino Campana” (1974) di Marco Moretti alla presenza del regista; dialogo con l’autore;

4) Sabato mattina 5 aprile, Villa Castel Pulci: Il poeta Dino Campana a Castel Pulci, con visita guidata della villa;

5) Sabato mattina 12 aprile, Badia di Settimo: La vicenda delle spoglie mortali del poeta, con visita guidata all’ Abbazia.

La partecipazione al corso è gratuita e riservata ai titolari ICARD e agli insegnanti con EDUCard. E’ sufficiente iscriversi, fino a esaurimento posti disponibili, anche on line su www.scandiccicultura.eu
Per informazioni: Associazione Auser Scandicci: 055.755188 – CRED, Comune di Scandicci: 055.7591551

Disponibili le magliette della legalità a soli 6 euro invece di 8 euro per i possesori eduCARD.

Le magliette possono essere acquistate Sabato 8 e 15 febbraio presso il banco del Social Party al mercato di Scandicci in piazza Togliatti, oppure Domenica 16 febbraio, in occasione della Mezza Maratona e della Passeggiata della Legalità “Di corsa contro le mafie”, in piazza Matteotti dalle ore 9.30.

Info: Comune di Scandicciwww.comune.scandicci.fi.it – Assessorato al sociale 055 7591351
FB libera la tua terra

La Biblioteca di Scandicci è un servizio pubblico locale gestito da Scandicci Cultura in collaborazione con la Cooperativa Edaservizi. La sua missione è definita dal Manifesto per la biblioteca pubblica, UNESCO 1994, in particolare laddove si dice: “La biblioteca pubblica è il centro informativo locale che rende prontamente disponibile per i suoi utenti ogni genere di conoscenza e informazione. I servizi della biblioteca pubblica sono forniti sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti, senza distinzione di età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale.”
Compito della Biblioteca è anche registrare e documentare la memoria collettiva della comunità. A tale scopo promuove la raccolta di materiali e testimonianze di ogni genere e ne cura l’ordinamento e la conservazione al fine di trasmetterle alle nuove generazioni, rispetto alle quali dedica un’attenzione speciale, con la Biblioteca dei ragazzi.

Nella sua rinnovata sede di Via Roma dal 2009 a oggi la Biblioteca, con i suoi 2.000 mt quadrati, i suoi 50.000 volumi e i suoi 5.000 dvd del Fondo Luciano Panci è diventata un vero e proprio polo culturale, frequentato da circa 700/1.000 persone al giorno, strumento davvero di realizzazione del diritto all’educazione permanente, alla crescita culturale, alla consapevolezza politica e sociale, a cui ruotano attorno altre biblioteche e servizi presenti sul territorio e numerose associazioni di volontariato.

In questo contesto «EduCARD è uno strumento che deve essere testato, ma che serve la giusta ambizione di coinvolgere, connettere e valorizzare le risorse presenti sul territorio. Sono azioni necessarie in una società che non presta abbastanza attenzione e non dà il giusto valore al ruolo di insegnanti, educatori e di tutti coloro che lavorano nel campo della formazione, dall’asilo nido alla terza età.
In un momento in cui sarebbe strategico aumentare gli investimenti (comprese le retribuzioni) e valorizzare le nuove competenze, come ad esempio l’insegnamento dell’italiano agli stranieri, EduCARD, con i servizi che propone, offre innanzitutto la possibilità di fare rete tra chi e vive o lavora a Scandicci nel settore dell’educazione, e questo è senz’altro il beneficio più interessante che può rendere a chi ne diviene titolare».

Per saperne di più sui servizi e le iniziative direttamente organizzate dalla Biblioteca di Scandicci clicca qui.

L’incontro di Sabato 1 febbraio 2014 al Teatro Studio (Via Donizetti, 58 – dalle 9.30 alle 13.00) su “La scuola che vorrei nella città che apprende” intende presentare, alla presenza del Ministro all’Istruzione M.Chiara Carrozza, il progetto eduCARD curato dal Comune di Scandicci, da Scandicci Cultura, dalla Provincia di Firenze e dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Firenze. L’occasione appare interessante per riflettere sulle trasformazioni in atto nell’ambito dell’istruzione, dell’educazione e della formazione in un contesto socio-economico e culturale del tutto inedito.

L’esperienza di Scandicci sarà utilizzata per stimolare un confronto tra le diverse componenti impegnate a sostenere/ accompagnare il percorso di crescita e maturazione delle nuove generazioni. L’idea che alimenta il progetto eduCARD è quella di contribuire alla strutturazione di Scandicci in una “learning city”.

Dopo i saluti del sindaco, Simone Gheri, del dirigente scolastico provinciale Rosa De Pasquale e dell’assessore provinciale Giovanni Di Fede si aprirà una prima parte legata alle esperienze del territorio.

La realtà locale sarà affrontata dagli interventi dell’assessore di Scandicci Sandro Fallani, dal dirigente del Comprensivo 1 di Scandicci Giovanni Condorelli e dal dirigente del più grande Istituto superiore della provincia, il Russell Newton, Roberto Curtolo. Utile pure il punto di vista del Comitato dei Genitori di Scandicci che raccoglie, in una esperienza del tutto innovativa, tutti e tre i Comprensivi scandiccesi, Matteo Alaimo.

Gli interventi di Paola Zannoner, nota scrittrice per ragazzi e esperta di promozione della lettura, e di Cinzia Mion, psicopedagogista, già dirigente scolastica e apprezzata formatrice, consentiranno ai presenti di collegare il locale al globale e di favorire l’emersione di diversi punti di vista e di un approccio costruttivo ancorché critico ai problemi della formazione, dell’educazione e della cittadinanza.

Sono attesi poi interventi di insegnanti, formatori, educatori, amministratori locali, volontari impegnati in ruoli educativi. Segnaliamo, tra gli altri, Paolo Sciclone, presidente di EdaForum che ha promosso recentemente un convegno nazionale a Scandicci sulla ‘città che apprende’; Maria Piscitelli, vicepresidente del Cidi Firenze; Ersilia Menesini, psicologa dell’Università di Firenze, impegnata in un progetto pluriennale contro il bullismo e la dispersione scolastica; Franca Gambassi dell’associazione Arco (ex insegnanti impegnati principalmente nell’alfabetizzazione degli immigrati); Cecilia Caciolli dell’associazione Officina dei Sogni (nata da un percorso di servizio civile e attiva nella promozione del benessere giovanile tra scuola ed extrascuola); Antonella Vitello, direttrice di M.I.T.A. una dei pochi IFT operanti con successo in Italia; Laura Chini, direttrice dell’Alta Scuola di Pelletteria; Costanza Ulivi, presidente del Consorzio Pegaso impegnato in molti progetti di formazione locale.

In apertura prevista la visione di un breve filmato “La scuola che vorrei” proiettato il mese scorso in occasione dell’incontro degli studenti delle superiori di Scandicci con Sergio Staino e Roberto Vecchioni.

Previsti interventi di insegnanti, educatori/educatrici, amministratori locali, adulti impegnati professionalmente o volontariamente in ruoli educativi e formativi.

Info: Comune di Scandicci – Tel. 055.7591.543/593
Si prega di segnalare la propria partecipazione a
educard@scandiccicultura.it

In occasione del Giorno della Memoria 2014

Martedì 28 Gennaio 2014 ore 17,00
presso la Biblioteca di Scandicci, via Roma 38/a
Inaugurazione della mostra fotografica

I giusti dell’Islam

Storie di Musulmani che salvarono la vita ad Ebrei sottraendoli alle persecuzioni naziste. Presentazione a cura di Barbara Trevisan e messa in scena dello spettacolo “…e quindi uscimmo a riveder le stelle” con gli studenti della Scuola Media “Altiero Spinelli” di Scandicci.

La mostra sarà visitabile fino a sabato 8 febbraio.

Scopri il programma completo su sito del Comune di Scandicci

A partire da Giovedì 24 Ottobre prendono il via a Scandicci una serie di iniziative sul mondo dell’istruzione e della formazione legate a Educard, un progetto che promuove e mette in rete i saperi di chi lavora nel mondo della formazione, dell’istruzione e dell’educazione. Giovedì 24 ottobre presso il Teatro Aurora, gli studenti delle scuole superiori di Scandicci organizzano “La Scuola Che Vorrei”, un’assemblea pubblica in cui invitano al dibattito istituzioni, amministratori, professori e genitori sulla scuola del futuro, con ospiti Roberto Vecchioni e Sergio Staino.

Volantino eduCARD