Warning: Illegal offset type in /web/htdocs/educard.scandiccicultura.eu/home/wp-includes/class-wp-widget-factory.php on line 57 libera la tua terra | eduCARD
Home Etichette Articoli etichettati con "libera la tua terra"

Il Comune di Scandicci, Libera, Social Party Scandicci e l’associazione podistica Il Ponte con il patrocinio della Regione Toscana e la collaborazione della Cooperativa di Legnaia, Farma.net spa, Alliance Farmacie comunali, Alta scuola di pelletteria italiana, Diadora e Unicoop Firenze, si impegnano per il sesto anno nella promozione della cultura della legalità con il progetto “Libera la tua terra – Percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla legalità”– assieme alle scuole cittadine, al mondo associativo e a quello imprenditoriale.
Il progetto, sostenuto dall’Alta scuola di pelletteria italiana che dona al Comune le magliette della legalità, e organizzato in collaborazione con Libera, fissa un ricco calendario di incontri culturali, attività didattiche e manifestazioni sportive.
Le novità di questa edizione sono le giornate di formazione per i docenti e gli scambi culturali tra i ragazzi delle scuole dei Comuni di Scandicci e Lentini. Il progetto negli anni ha coinvolto oltre 15 mila partecipanti e portato all’acquisto di 37 mila kg di arance biologiche, superando nella scorsa edizione ogni record di acquisti. Le arance provengono dalla Cooperativa Libera Terra Beppe Montana che coltiva terreni confiscati alla mafia in Sicilia.

Tutte le iniziative organizzate nell’ambito del programma di “Libera la tua terra 2017”:

Sabato 4 febbraio dalle ore 10 alle 14 al mercato cittadino di piazza Togliatti vendita delle magliette e iscrizioni alla passeggiata dalla Legalità, che si terrà domenica 19 febbraio assieme alla Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie”. Iscrizioni e vendita delle magliette (8 euro complessive) anche sabato 11 febbraio, sempre dalle 10 alle 14 presso lo stand delle associazioni del Social Party al mercato settimanale, presso l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Scandicci (piazzale Resistenza) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, e presso il Villaggio della legalità che sarà allestito sabato 18 (10-17) e domenica 19 febbraio (9-13) in piazza della Resistenza (fermata tramvia Resistenza).
Info e iscrizioni per la Gara agonistica, le minirun e la walking, sempre in programma domenica 19.2 dalle 9 con partenza in piazza Resistenza, presso la Podistica il Ponte, 328.7052869   www.mezzamaratonascandicci.it

Lunedì 13 febbraio alle 21 al Cinema Cabiria “Pericle il nero” di Stefano Mordini, a cura degli Amici del Cabiria.

Mercoledì 15 febbraio alle 17 nell’Auditorium Mario Augusto Martini della Biblioteca di Scandicci (via Roma 38a), l’inaugurazione della mostra “Disegna ciò che vedi”, un percorso espositivo a cura dell’associazione Arco, che unisce le celebrazioni per il Giorno della Memoria con l’educazione alla legalità e ai diritti dei bambini; la mostra prosegue fino a mercoledì 22 febbraio. Visite guidate su prenotazione al 338.2375373.

Sabato 18 febbraio al Villaggio della Legalità in piazza della Resistenza dalle 10 alle 17 la vendita e la consegna delle confezioni di arance preacquistate dagli studenti e dai cittadini per “Vitamine per la scuola”, presso lo stand delle associazioni e delle scuole del territorio.

Sabato 18 febbraio alle 18 al Ginger Zone di piazza Togliatti Aperitivo della legalità con le arance della cooperativa Beppe Montana e dj set.

Sabato 18 febbraio alle ore 20 alla Sala Feste del  Circolo Aurora (Via San Bartolo in Tuto, 1 ) Cena di solidarietà “Libera la tua terra” organizzata dal Comitato dei Genitori dell’Istituto Comprensivo “R.Casini”.
Il costo della cena è di 20€ per gli adulti (dai 14 anni), di 10€ per i bambini 4-13 anni e gratuito fino a 3 anni. La cena è aperta a tutti ed è stata pensata per offrire un momento di convivialità e condivisione ai ragazzi di Lentini, ospiti degli studenti dei tre comprensivi scolastici di Scandicci e per far conoscere ai partecipanti la realtà della Cooperativa Beppe Montana nella persona e nelle parole del Presidente Alfio Curcio.  Iscrizioni e prenotazioni al 3206346493

Domenica 19 febbraio con partenza dal Villaggio della Legalità in piazza Resistenza dalle 9 alle 13 la Passeggiata della Legalità e la Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie” (passeggiata 5 km, gara podistica 21,097 km, corsa non competitiva 11 km, minirun 1 km, walking 5 km) con la campionessa Milena Megli.

Mercoledì 22 febbraio alle 17 nella saletta Cna in via 78esimo Reggimento Lupi di Toscana, l’incontro pubblico “Tutti i segreti della zoo mafia”, a cura dell’associazione Progetto Animalista per la Vita in collaborazione con Mariangela Corrieri dell’associzione Gabbie Vuote e la partecipazione di Valeria Ronzani del Corriere Fiorentino e della Consigliera Regionale Monia Monni.

Domenica 26 febbraio alle 11 nell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza per la rassegna Il Libro della Vita Giovanni Impastato parla de Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Domenica 26 febbraio alle 21 con ingresso libero al Teatro Studio Mila Pieralli, Pippo Pollina & Palermo acoustic quintet, in concerto per il Tour della Memoria “Passi di legalità” nel venticinquesimo anniversario della stragi di Falcone e Borsellino.  Scarica il  pieghevole 2017

Scarica il Programma dedicato alle scuole

Info: Segreteria dell’Assessorato alle Politiche Sociali 055.7591351

Proseguono gli appuntamenti del progetto di educazione alla legalità, Libera la tua terra:

Domenica 3 Aprile ‪alle ore 11 – al Nuovo Auditorium in Piazza della Resistenza all’interno del ciclo di presentazioni Il ‎libro della vita‬, avremo La Costituzione Italiana raccontata da Ettore Squillace Greco, magistrato, prima alla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di ‪Reggio Calabria‬, poi a ‪Firenze‬, da poco Procuratore della Repubblica di ‪Livorno‬.
Durante la mattinata sarà consegnato all’Assessore alla Pubblica Istruzione Diye Ndiaye un’edizione molto speciale de “La Costituzione”: un libro pop up realizzato dai ragazzi della classe 5A della XXV Aprile (a.s. 2014/2015).
L’Associazione A.R.C.O. (Associazione Ricerca Cultura Orientamento) nell’Anno Scolastico 2014/15 ha coordinato, infatti, un laboratorio realizzato nelle classi della scuola primaria a partire dal libro “Le parole per stare insieme” ed. Fatatrac, nel più ampio contesto del Progetto Legalità del Comune di Scandicci. In modo semplice, attraverso la poesia e il gioco, il libro ha permesso di intervenire su concetti complessi, di abituare anche i più piccoli a fare domande, di scoprire la forza e il valore delle parole che fondano la convivenza, che creano legami, che rendono possibile il vivere bene insieme.
Partendo dalla lettura delle schede proposte dal libro-gioco, è stato avviato un cammino di crescita, di conoscenza, di maturazione personale, di sviluppo della socialità attraverso un percorso di educazione alla cittadinanza che ha esplorato numerose tematiche: dall’intercultura alla costituzione, dalle regole della convivenza alla pace, utilizzando linguaggi verbali e non verbali, teatrali e musicali.
La metodologia del laboratorio è stata particolarmente “inclusiva”, coinvolgendo tutti gli allievi, utilizzando e consolidando le competenze previste per ogni fascia di età e per ogni area disciplinare. I risultati ottenuti hanno spesso superato le attese degli insegnanti e degli animatori. I bambini si sono rivelati “straordinari allievi e grandi maestri” per la curiosità con cui guardano il mondo e per la loro straordinaria saggezza nel proporre regole essenziali per una coesistenza felice.

Lunedì 4 Aprile 2016 ore 17.
La Biblioteca Di Scandicci – Via Roma 38/A
Il lessico della cittadinanza
Incontro con il Professor Francesco Sabatini, Presidente Onorario dell’Accademia della Crusca.
Quali sono le connessioni tra lingua e cittadinanza responsabile? Quale rapporto c’è tra dimensione cognitiva e normativa nel linguaggio? Tra scrivere, comprendere e rispettare le regole? Partendo dall’uso comunicativo della lingua, il Professore analizzerà le caratteristiche dei codici scritti e dei testi letterari tra elasticità e rigidità, per giungere a illustrare la funzione della lingua scritta come fattore di cittadinanza e di legalità. Previsto il rilascio di attestato di partecipazione principalmente rivolto a educatori e insegnanti.
L’incontro è organizzato dall’Associazione Arco in collaborazione con Accademia della Crusca.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Scarica l’invito: Il lessico della cittadinanza

INFORMAZIONI
Tel. 055/7591.860-861 – Libera La Tua Terra – www.comune.scandicci.fi.it

Il profumo della legalità a Scandicci ha da 5 anni il sapore dolce delle arance coltivate al sole della Sicilia, su quei terreni faticosamente strappati ai clan mafiosi e fatti rifiorire grazie all’impegno e al duro lavoro dei ragazzi della cooperativa Beppe Montana e alla tenacia di Alfio Curcio.

Il colore della legalità a Scandicci è quello dei seimila chili di arance distribuite sabato in piazza Resistenza alle famiglie, ai ragazzi delle scuole dei tre comprensivi e a tutti quei cittadini che anche solo per curiosità hanno comprato per la prima volta un sacchetto di arance o un vasetto di marmellata.

La voce della legalità a Scandicci è stata quella delle tremila persone, grandi e piccini, che domenica in un grande abbraccio, hanno corso contro le mafie, indossando una maglia che ormai è diventata il simbolo di questa bellissima manifestazione, la maglia della Legalità.

Il weekend della legalità ha risvolti positivi diretti sulle scuole di Scandicci perché la vendita delle arance e delle magliette per la passeggiata porta un aggio in euro non indifferente che per il nostro comprensivo quest’anno si è attestato sui mille euro circa (i conti precisi devono essere ancora fatti). Questi soldi, così come quelli raccolti in altre occasioni dall’Associazione Genitori, serviranno a finanziare progetti scolastici o extrascolastici o per acquistare materiale didattico.

Aver preso parte a questa bellissima manifestazione anche quest’anno è una cosa che da’ una grande soddisfazione e mi riempie di gioia. E’ bello vedere tanta gente in piazza, è bello condividere questi momenti ed è bello riflettere su quei valori, legalità, giustizia e partecipazione, che dovrebbero accompagnarci ogni giorno e che siamo chiamati a trasmettere ai nostri bambini, anche con il piccolo, simbolico gesto di acquistare un sacchetto di arance coltivate sui terreni confiscati alla criminalità organizzata.

Se riflettiamo poi sul nome che il nostro Comprensivo Scolastico porta, il weekend della legalità assume un valore ancora più importante.
Rossella Casini

Rossella Casini era una ragazza di 25 anni, studentessa di psicologia a Firenze che 35 anni fa è “scomparsa” perché ha osato sfidare l’omertà delle ‘ndrine calabresi e della famiglia del ragazzo di cui si era innamorata. Per la sua scomparsa nessun colpevole è stato trovato.
Come lei, tante altre persone hanno pagato con la vita il loro amore per la libertà e la giustizia. Queste persone, le persone come Rossella Casini non andrebbero mai dimenticate.

E’ bello quindi sapere che ieri, lunedì 22 febbraio, a 35 anni dalla sua “scomparsa” il Comune di Firenze e l’Associazione Libera, hanno posto una targa commemorativa in memoria di Rossella sulla facciata della casa dove lei abitava, in Borgo la Croce 3. Per non dimenticare.

Far parte di un Comprensivo Scolastico che porta il nome di Rossella e che pone alla base dell’insegnamento la cultura della legalità, della pace e del rispetto e che saprà trasmettere questi valori anche ai miei figli mi riempie di orgoglio.

Grazie a tutti, Siro.

Nella quinta edizione di Vitamine per la Scuola Scandicci segna il primato delle arance vendute, con 8933 kg di agrumi provenienti dai terreni in Sicilia confiscati alla mafia e coltivati dalla cooperativa sociale Beppe Montana. L’incasso complessivo è stato di 13.475 euro, 2500 circa dei quali vanno come aggio a favore delle scuole cittadine, ovvero agli Istituti Russell-Newton e Sassetti-Peruzzi e ai Comitati genitori dei tre comprensivi, per finanziare le attività progettuali all’interno dei diversi istituti.
La vendita delle arance ha coinvolto le scuole dei tre istituti comprensivi, il nido Bianconiglio, le scuole Turri e Ciari, le superiori Russell Newton e Sassetti Peruzzi, la Cooperativa di Legnaia, le proloco della Piana di Settimo e delle Colline di Scandicci, l’associazione Il Labirinto che gestisce il Parco di Poggio Valicaia, l’associazione Il Ponte che organizza la Mezza Maratona e la passeggiata della legalità “Di corsa contro le mafie”, le associazioni cittadine del Social Party, i dipendenti del Comune di Scandicci e di Gucci; 500 chili sono stati serviti come frutta nelle mense scolastiche lunedì 1 febbraio.

L’iniziativa Vitamine per la scuola rientra nel programma Libera la tua terra – percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla legalità; le arance saranno consegnate Sabato 20 febbraio 2016 – il giorno prima della Mezza Maratona – presso “Il villaggio della legalità” che sarà allestito in piazza della Resistenza a Scandicci (fermata tramvia Resistenza) dalle 10 alle 13 (fatta eccezione per gli ordini delle scuole superiori, che seguono diversa modalità di consegna).

Così come la vendita, anche la raccolta delle arance di Vitamine per la scuola ha visto il coinvolgimento della città: 18 volontari, tra cittadini a titolo personale o appartenenti ad associazioni, e rappresentanti delle istituzioni tra i quali il Sindaco Sandro Fallani e l’assessore Fiorello Toscano, si sono recati in Sicilia a proprie spese, nei terreni della cooperativa sociale Beppe Montana; fondata il 23 giugno 2010, la cooperativa gestisce circa 90 ettari di terreni agricoli coltivati prevalentemente ad agrumeti, oltre a diversi filari di ulivi e una parte di seminativo, provenienti da confische nei Comuni di Lentini (appartenuti al clan Nardo) di Belpasso e Ramacca (appartenuti al clan Riela).

La cooperativa sociale Beppe Montana ha come obiettivo l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, creando opportunità occupazionali e ispirandosi ai principi della solidarietà e della legalità. Il metodo di coltivazione scelto sin dall’inizio è quello biologico e le produzioni sono tutte artigianali, per garantire la qualità dei prodotti. Le arance sono del tipo tarocco e moro, consegnate entro tre giorni dalla raccolta.

La quinta edizione di Vitamine per la scuola è organizzata, oltre che dal Comune di Scandicci e da Libera, dai comitati di genitori dei tre Istituti comprensivi e dagli Istituti superiori Russell Newton e Sassetti Peruzzi. (M.G.)

Per informazioni:
Comune di Scandicci
www.comune.scandicci.fi.it
Assessorato alla Pubblica Istruzione
Tel. 055.7591351

La Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie” di domenica 21 febbraio, le arance di “Vitamine per la scuola” coltivate dalla cooperativa Beppe Montana in Sicilia sui terreni confiscati alla mafia (in vendita per finanziare le attività delle scuole), le magliette della legalità vendute al mercato dalle associazioni cittadine del Social Party nei sabati 6 e 13 febbraio, e poi incontri, spettacoli e iniziative per le scuole.
Sono questi gli eventi in programma per la quinta edizione di “Libera la tua terra – Percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla legalità”, organizzato dal Comune di Scandicci, da Scandicci Cultura, Libera, Social Party, Alta Scuola di Pelletteria Italiana e Asd Podistica Il Ponte.
“Dal 2012 Scandicci è impegnata sulla promozione della cultura della legalità con il progetto Libera la tua terra, realizzato insieme alle scuole cittadine di ogni ordine e grado, il mondo associativo e quello imprenditoriale”, dice il Sindaco Sandro Fallani.

Il progetto, sostenuto dall’Alta Scuola di Pelletteria Italiana che dona al Comune le magliette della legalità, e organizzato in collaborazione con l’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie prevede un ricco calendario di incontri culturali, attività didattiche e manifestazioni sportive che negli anni hanno coinvolto oltre 12000 partecipanti e portato all’acquisto di circa 28000 kg di arance biologiche provenienti dalla cooperativa Libera Terra Beppe Montana, che dal 2012 coltiva terreni confiscati alla mafia in Sicilia.

“Scandicci ritrova dunque il senso dell’impegno etico e civile in questo grande acquisto collettivo di arance”, continua il Sindaco, “un gesto simbolico e concreto che riunisce aspetti fondamentali della nostra società: una sana alimentazione, una sana imprenditoria, il valore sociale della donazione alle scuole cittadine, che ricavano fondi per le attività progettuali legate ai comitati genitori. Invito tutti, dunque, a partecipare a questo grande progetto e alle sue iniziative: corriamo, camminiamo, andiamo al cinema e in auditorium, compriamo le arance ma soprattutto sosteniamo con azioni concrete i valori della legalità”.

Questo il programma completo delle iniziative di Libera la tua terra.

Sabato 30 gennaio “Mettiamoci in gioco… ma non azzardiamo!” dalle 9,30 alle 12 a Villa Vogel, via delle Torri 23 a Firenze, organizzato dal Comune di Scandicci e dal Quartiere 4 del Comune di Firenze, un convegno sul gioco d’azzardo nell’ambito della campagna di contrasto alla ludopatia; alle 14,30, in piazza della Resistenza, l’iscrizione e la registrazione alla caccia al tesoro lungo l’asse della tramvia.

Sabato 6 e 13 febbraio dalle 10 alle 17 la vendita delle magliette della legalità al mercato settimanale in piazza Togliatti (stand delle associazioni del Social party).

Lunedì 8 febbraio alle 21,30 al Cinema Cabiria (piazza Piave) la Trattativa di Sabina Guzzanti a cura degli Amici del Cabiria in collaborazione con Fondazione Caponnetto. Ingresso soci Amici del Cabiria 3 euro (possibilità di tesserarsi la sera stessa).

Lunedì 15 febbraio alle 21,30 al Cinema Cabiria (piazza Piave) Anime nere di Francesco Munzi, a cura degli Amici del Cabiria in collaborazione con l’associazione Libera. Ingresso soci Amici del Cabiria 3 euro (possibilità di tesserarsi la sera stessa).

Sabato 20 febbraio dalle 10 alle 13 in piazza Resistenza per “Vitamine per la scuola”, la vendita e la consegna delle confezioni di arance preacquistate dagli studenti e dai cittadini; dalle 10 alle 19 il ritiro del pettorale e del pacco gara per gli atleti già iscritti alla Mezza Maratona (stand delle associazioni e delle scuole del territorio, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19).

Domenica 21 febbraio alle 9,30 in piazza della Resistenza la Passeggiata della legalità e la Mezza Maratona Città di Scandicci “Di corsa contro le mafie” a sostegno delle attività economiche sui terreni confiscati alle mafie. Sono organizzate la passeggiata (5 km), la gara podistica (21,097 km), la corsa non competitiva (11 km), la mini run (1 km) e il walking (5 km, guidato dalla campionessa mondiale Milena Megli).

Info e iscrizioni gara agonistica, minirun e walking:
Podistica Il Ponte 3287052869 www.mezzamaratonascandicci.it ; iscrizione alla passeggiata e maglietta 8 euro; punti di iscrizione e acquisto maglietta: mercato di Scandicci, piazza Togliatti, sabato 6 e 13 febbraio presso il banco Social party; Comune di Scandicci, piazza Resistenza 1, Assessorato alle Politiche sociali, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 15 alle 18; piazza Resistenza, Villaggio della Legalità sabato 20 e domenica 21 febbraio, dalle 10 alle 13.

Martedì 23 febbraio dalle 21,15 al Teatro Aurora di Scandicci, per AuroradiSera, Pamela Villoresi e Claudio Casadio ne “Il mondo non mi deve nulla”, noir veloce e raffinato di Massimo Carlotto.

Domenica 3 aprile alle 11 all’Auditorium, del centro Rogers in piazza della Resistenza, per la rassegna Il libro della vita Ettore Squillace Greco parla de La Costituzione Italiana , con la consegna del libro sulla Costituzione da parte dei docenti e degli alunni della Scuola xxv Aprile al Sindaco.

A giugno sarà infine organizzata la mostra conclusiva delle scuole con l’esposizione dei lavori sulla legalità.

Parte Lunedì 18 gennaio 2016 (fino al 30 Gennaio) la campagna di raccolta fondi all’interno del programma di educazione alla legalità organizzato dal Comune di Scandicci, Libera, le associazioni del Social Party, la podistica Il Ponte, le scuole cittadine e i comitati genitori, con la consegna dei coupon di “Vitamine per le scuole” per l’acquisto solidale di arance coltivate in Sicilia dalla Cooperativa Beppe Montana, nei terreni confiscati ai clan.

Le arance provengono dalla Cooperativa Sociale “Beppe Montana”, fondata il 23 giugno 2010, che gestisce circa 90
ettari di terreni agricoli, coltivati prevalentemente ad agrumeti, provenienti da confische nei Comuni di Lentini (appartenuti al clan Nardo), di Belpasso e Ramacca (appartenuti al clan Riela). Il metodo di coltivazione scelto è quello biologico e le produzioni sono tutte artigianali.

L’iniziativa di raccolta fondi per le scuole di Scandicci, a sostegno dunque anche delle cooperative di Libera Terra, è rivolta agli studenti, ai genitori, al personale delle scuole e a tutti i cittadini, e consiste nell’acquisto di una o più confezioni di arance che saranno disponibili in due tipi di confezione: la retina da 3 chilogrammi al prezzo di 5 euro (di cui 1,1 devoluti alla scuola) e la cassetta da 7 chili al prezzo di 12 euro (di cui 2,9 devoluti alla scuola).
Le arance consegnate sono del tipo Tarocco e Moro.

La consegna delle arance avverrà il giorno prima della Mezza Maratona Sabato 20 Febbraio 2016 presso “Il villaggio della Legalità”, Piazzale delle Resistenza Scandicci, dalle 10 alle 13 presso uno stand dedicato, gestito dal Comitato dei genitori.

I beneficiari della raccolta fondi saranno l’Istituto Russell Newton, l’Istituto Sassetti Peruzzi e i Comitati genitori dei tre comprensivi; il ricavato sarà utilizzato per finanziare le attività progettuali delle scuole.

Scarica il coupon per effettuare l’ordine (dal 18 al 30 Gennaio).

Scarica il depliant della campagna Vitamine per la scuola

Maggiori info:
Comune di Scandicci
www.comune.scandicci.fi.it
Assessorato alla Pubblica Istruzione
Tel. 055/7591351
Fb Libera La Tua Terra

Il Comune di Scandicci, nel corso dell’anno scolastico 2014/15, ha dato vita alla quarta edizione di “Libera, la tua terra”, il progetto di promozione della cultura della responsabilità e di educazione alla cittadinanza attiva, che ha coinvolto in primo luogo le scuole e le associazioni, il mondo imprenditoriale e tutta la città nel suo insieme, con un ricco programma  di incontri e dibattiti.

Un percorso che ha visto diversi momenti importanti e partecipati, come la campagna “Vitamine per la scuola” e “Di corsa contro le mafie”, e le numerose iniziative organizzate dal Comune di Scandicci, insieme all’Associazione “Libera, nomi e numeri contro le mafie”, Associazione Arco (Associazione Ricerca, cultura, orientamento), Associazione Melarancia, Scandicci Cultura, il coordinamento cittadino del volontariato sociale “Social Party”, l’Alta Scuola di Pelletteria Italiana.

A conclusione di questo percorso, il Comune di Scandicci e Scandicci Cultura hanno raccolto gli scritti dei ragazzi che hanno partecipato agli incontri e al concorso di scrittura, fatto interviste, riflettuto sui temi della corruzione, dell’omertà e dell’impegno civile.

Come ha dichiarato l’assessore alla Pubblica Istruzione Diye Ndiaye, “le loro parole, le loro impressioni, le loro domande, ci restituiscono tutto il valore del percorso svolto e dell’impegno quotidiano che ciascuno nel proprio luogo di vita può e deve portare avanti su questi temi, a partire proprio dalle piccole cose…che alla fine portano grandi frutti”.

Buona lettura!

Gli studenti dell’SMS Spinelli intervistano Ettore Squillace Greco

Gli studenti della SMS Fermi intervistano Ettore Squillace Greco

Gli studenti della SMS Rodari intervistano Ettore Squillace Greco

L’Associazione A.R.C.O. (Associazione Ricerca Cultura Orientamento) nell’Anno Scolastico 2014/15 ha coordinato un laboratorio realizzato nelle classi della scuola primaria a partire dal libro “Le parole per stare insieme” ed. Fatatrac, nel più ampio contesto del Progetto Legalità del Comune di Scandicci.
In modo semplice, attraverso la poesia e il gioco, il libro ha permesso di intervenire su concetti complessi, di abituare anche i più piccoli a fare domande, di scoprire la forza e il valore delle parole che fondano la convivenza, che creano legami, che rendono possibile il vivere bene insieme.
In forma di filastrocche i bambini sono stati invitati ad osservare episodi della vita quotidiana su cui fermarsi a pensare, a riflettere, a fare delle scelte.
Partendo dalla lettura delle schede proposte dal libro-gioco, è stato avviato un cammino di crescita, di conoscenza, di maturazione personale, di sviluppo della socialità attraverso un percorso di educazione alla cittadinanza che ha esplorato numerose tematiche: dall’intercultura alla costituzione, dalle regole della convivenza alla pace, utilizzando linguaggi verbali e non verbali, teatrali e musicali.

La metodologia del laboratorio è stata particolarmente “inclusiva”, coinvolgendo tutti gli allievi, utilizzando e consolidando le competenze previste per ogni fascia di età e per ogni area disciplinare.
I risultati ottenuti hanno spesso superato le attese degli insegnanti e degli animatori.
I bambini si sono rivelati “straordinari allievi e grandi maestri” per la curiosità con cui guardano il mondo e per la loro straordinaria saggezza nel proporre regole essenziali per una coesistenza felice.

Il laboratorio si è avvalso della presenza delle autrici del testo in qualità di docenti e coordinatrici: prof.ssa M.Rosaria Bortolone (dirigente scolastica), prof.ssa Mariangela Giusti (Università Bicocca di Milano) ed è stato coadiuvato da alcuni soci dell’associazione, ex docenti di scuola primaria e animatori teatrali. I prodotti elaborati durante i laboratori saranno condivisi con i genitori degli allievi Giovedì 4 giugno alle ore 16.30 presso gli spazi della scuola primaria “D. Gabbrielli” di Scandicci.

Classi coinvolte nel progetto:
D.Gabbrielli: 1A, 1B, 2A, 2B; XXV Aprile 5B; G. Marconi 2B; D.Campana 3°.

Prodotti dei laboratori:
D.Gabbrielli: Classi 1°A, 1°B maestre Ametrano-Fortunati docenti A.R.C.O. Niccolai-Calvaruso: Pannelli tavolette ceramica, Trenino della legalità, Castello della felicità (con materiali riciclati) Classi 2°A,2°B maestre Pecorini-Falugiani docente A.R.C.O. Niccolai, Pannelli tavolette ceramica, animazione musicale Prof. Gregorio Mazzarese, Accademia Nazionale Santa Cecilia Roma.

G.Marconi: Classe 2°B maestre Naldi, Pratelli, , esperti A.R.C.O. De Pasquale, Animazione teatrale a cura di Rita Lusini.

D.Campana: maestre Maserti, Corino, Libro con disegni e testi sul tema dell’intercultura;

XXVAprile: maestre Caciolli-Carcia, Libro illustrato su alcuni articoli della Costituzione;

Inoltre i ragazzi delle scuole aderenti al progetto il giorno 12 Maggio 2015 hanno assistito allo spettacolo “Io diversa” della Compagnia Teatrale Piccoli Principi al Teatro Studio Mila Pieralli, mentre alle insegnanti (aperto al pubblico) è stato presentato il libro dall’autrice Mariangela Giusti “Forme, azioni, suoni per il diritto all’educazione”, il giorno 6 Maggio 2015 presso La Fabbrica dei Saperi.

Le azioni teatrali sono state presentate ai genitori il giorno 26 Maggio 2015 dalle ore 15 alle 16 e trenta alla Gabbrielli (musica), dalle 17 alle 18 e 30 alla Rodari (teatro) e a grande richiesta una sintesi di queste sarà riproposta in occasione della Festa di fine scuola Lunedì 8 Giugno in piazza Matteotti dalle 17 alle 20. Il progetto è stato coordinato da Maria Tedesco Direttivo A.R.C.O.

Ai nastri di partenza per la Passeggiata della Legalità e Mezza Maratona Città di Scandicci “Di corsa contro le mafie” (una passeggiata di solidarietà di 5 km e una corsa a sostegno delle attività economiche sui terreni confiscati alle mafie) domenica 15 febbraio 2015 alle 9,30 da piazza Matteotti. Le iscrizioni alla passeggiata e le consegne della maglietta (iscrizione e maglietta 8 euro) si tengono nei giorni 7 e 14 febbraio presso lo stand del Social Party al Mercato settimanale del sabato in piazza Togliatti, oppure presso l’Assessorato al Sociale del Comune di Scandicci (piazzale della Resistenza, 1) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 18.

Per la gara agonistica, la Minirun e il Walking guidato, contattare la Podistica il Ponte  www.mezzamaratonascandicci.it
Oltre alla Mezza Maratona sono numerose le iniziative organizzate da Comune di Scandicci, Associazione Libera, Scandicci Cultura e il Social Party per la Legalità.

Sabato 7 e 14 febbraio in piazza Togliatti, tutto il giorno, la presenza al mercato settimanale dello stand delle associazioni con la vendita delle magliette della Legalità, donate dall’Alta scuola di pelletteria italiana.

Sabato 14 febbraio dalle 10 alle 12 nelle scuole di Scandicci la consegna delle arance del progetto Vitamine per la scuola, con la possibilità di acquistare le magliette della Legalità. Parte del ricavato sarà devoluto alle scuole per il finanziamento di attività didattiche e progettuali.

Domenica 15 febbraio alle 9,30 in piazza Matteotti la Passeggiata della Legalità Mezza Maratona Città di Scandicci “Di corsa contro le mafie”, passeggiata, corsa non competitiva e gara podistica. Tipologie di percorso: Mezza maratona km 11,2, Passeggiata di 5 km o Mini run di 1,2 km.

Lunedì 16 febbraio alle 21 al Cinema Cabiria la proiezione del film La nostra terra di Giulio Manfredonia, un racconto ispirato alla nascita e alla vita delle Cooperative agricole nate sui terreni confiscati alla mafia. Introduzione al film tenuta da Alfio Curcio, presidente della cooperativa Beppe Montana che fornisce le arance della legalità per Vitamine per la scuola. Serata a cura degli Amici del Cabiria in collaborazione con Libera.

Venerdì 20 febbraio alle 10 al Teatro Studio di Scandicci (via Donizetti, 58) i ragazzi delle scuole medie (Spinelli, Rodari, Fermi) aderenti al progetto intervistano il Procuratore distrettuale antimafia Ettore Squillace Greco e il giornalista Francesco Nocentini sui temi della corruzione, dell’omertà e dell’impegno civile (incontro riservato alle scuole).

Sabato 21 febbraio alle 16 nella Biblioteca Comunale, con ingresso libero, la proiezione del film Anime nere di Francesco Munzi, storia della vita nelle terre della ‘ndrangheta. Introduzione a cura di Libera, presidio di Scandicci.

Da giovedì 26 febbraio a martedì 12 maggio si svolgerà il ciclo di incontri per una “cultura della legalità”, nell’ambito del programma della Libera Università di Scandicci a cura dell’Associazione Arco: Giovedì 26 Febbraio ore 21 nella Sala consiliare Orazio Barbieri del Comune di Scandicci  “La corruzione”, interviene Alberto Vannucci, docente dell’Università di Pisa. Giovedì 5 Marzo ore 17 alla Biblioteca di Scandicci (via Roma 38/A) “La contraffazione”, interviene Franco Baccani, Presidente di dell’Azienda B&G srl in collaborazione con Camera di Commercio e Guardia di Finanza. Giovedì 12 Marzo ore 21 nella Sala consiliare Orazio Barbieri del Comune di Scandicci “Le priorità nel contrasto alla mafia; il lavoro della Commissione parlamentare Antimafia”, interviene il deputato Davide Mattiello, membro della Commissione Antimafia. Mercoledì 18 Marzo ore 16 alla Biblioteca di Scandicci (via Roma 38/A) “Donne di mafia e donne di antimafia” interviene Francesca Chirico, scrittrice e giornalista. Giovedì 26 Marzo alle 21 nella Sala consiliare Orazio Barbieri del Comune di Scandicci serata con la Fondazione Caponnetto per la presentazione dell’ultimo rapporto sulla Mafia in Toscana curato da Renato Scalia che sarà intervistato dal giornalista Claudio Gherardini. (Ingresso libero fino a esaurimento posti. Per gli incontri in Biblioteca priorità riservata ai possessori di ICard e Educard).

Prossimi appuntamenti:
Giovedì 23 Aprile ore 18 alla Fabbrica dei Saperi (P.za Matteotti, 31) il professor Nando Dalla Chiesa presenterà il suo ultimo libro “Manifesto dell’antimafia”.

Martedì 12 Maggio alle 10 al Teatro Studio di Scandicci (via Donizetti, 58), la compagnia Piccoli Principi presenta “Io diversa – La diversità spiegata ai bambini”, spettacolo riservato alle scuole aderenti al progetto di educazione alla legalità a cura dell’associazione Arco.

Scarica il programma in pdf

Info:  www.comune.scandicci.fi.it
Tel. 055. 7591 351

Dopo l’incontro con il deputato Davide Mattiello che ha illustrato il lavoro della Commissione Parlamentare Antimafia, nell’ambito del progetto legalità a cura dell’Associazione Arco in collaborazione con il Comune di Scandicci,  Mercoledì 18 Marzo ore 16 alla Biblioteca di Scandicci (via Roma 38/A) interviene Francesca Chirico,  sul tema “Donne di mafia e donne di antimafia”.

Francesca Chirico è una giornalista e una scrittrice. Nata a Reggio Calabria, è redattore dell’archivio web  multimediale www.stopndrangheta.it , per il quale si occupa di cronaca nera e giudiziaria. Collabora con il mensile di analisi e documentazione «Narcomafie»; ha inoltre firmato reportage e inchieste per Liberainformazione e Linkiesta. Tra gli autori dei dossier Arance insanguinate – Dossier Rosarno e Radici/Rosarno, nel 2011 ha pubblicato il romanzo Arrovescio (Rubbettino editore), vincitore del premio letterario “Bruno Chimirri 2010”, del premio speciale della giuria del “Città di Siderno” e di una menzione al premio “Fortunato Seminara”. Il suo ultimo libro: “Io parlo – Donne ribelli in terra di ‘ndrangheta” racconta le donne che hanno infranto il silenzio preteso dalle cosche e assegnato loro dalla tradizione. Hanno combattuto paura e pudore e raccolto, non in egual misura, disprezzo e solidarietà. Qualcuna ha pagato con la vita. Sono le donne che in Calabria hanno reagito con la forza eversiva della parola alla violenza, al dolore, all’ingiustizia, sfidando la ’ndrangheta, ma anche un mondo che tace. Io parlo raccoglie e ricostruisce le loro storie, ripercorrendo, dai sequestri di persona e dalle faide degli anni Ottanta alle più recenti inchieste anti ’ndrangheta, gli ultimi trent’anni di storia criminale calabrese.

Il libro di Francesca Chirico Io Parlo ha dato vita anche al monologo teatrale Teresa. Un pranzo di famiglia” che sarà rappresentato per le scuole di Scandicci Venerdì 20 Marzo ore 10 presso l’auditorium della Biblioteca di Scandicci (via Roma, 38/a) mentre per il pubblico segnaliamo che lo spettacolo andrà in scena Sabato 21 Marzo ore 21 al Teatro delle Spiagge (Via del Pesciolino, 26 – zona via Pistoiese – Firenze) in occasione della Giornata in memoria delle vittime innocenti delle mafie organizzata da Libera.

Il ciclo di incontri si conclude poi Giovedì 26 Marzo alle 21 con la Fondazione Caponnetto (Sala Consiliare “O.Barbieri” del Comune di Scandicci) per la presentazione dell’ultimo rapporto sulla Mafia in Toscana a cura di Renato Scalìa, intervistato dal giornalista Claudio Gherardini.
Per i più piccoli Martedì 12 Maggio alle 10 al Teatro Studio di Scandicci (via Donizetti, 58), la compagnia Piccoli Principi presenta “Io diversa – La diversità spiegata ai bambini”, spettacolo riservato alle scuole aderenti al progetto di educazione alla legalità a cura dell’Associazione Arco.

Teresa. Un pranzo di famiglia.
Ecco la scheda dello spettacolo. Teresa ama l’esattezza dei numeri e odia la libertà delle parole. Sognava di fare la parrucchiera ma le hanno insegnato a “parlare quando piscia il gallo”, che la famiglia è una cosa grande e che chi la disonora sparisce. E crescendo non ha mai tradito la lezione. Sposa senza amore, vedova assetata di vendetta, madre consigliera, Teresa ogni giorno apparecchia un posto a tavola anche per chi non c’è, per il marito ammazzato, per il figlio arrestato. Sacerdotessa solitaria di un rito messo in crisi, con tutti i suoi disvalori, dalla scelta di libertà della figlia Angela diventata testimone di giustizia per sfuggire ad un mondo di violenza, silenzio ed infelicità. Lacerata dalla decisione di Angela, Teresa ripercorre in scena la propria vita, ricomponendo storia dopo storia, nome dopo nome, il cupo affresco di una famiglia.

Ci racconta il regista, Franco Marzocchi: “Riflettendo su fenomeni oscuri come la sopraffazione, la corruzione, la pratica criminale sempre più diffusa (ma anche la guerra, lo scontro fra religioni e fra etnie, lo sfruttamento e l’umiliazione di una parte dell’umanità sopra l’altra parte) mi convinco, ogni giorno di più, che per tutti noi (figli di una cultura democratica e razionale) sia assolutamente indispensabile ed urgente fare seriamente e fino in fondo i conti con gli aspetti irrazionali, ancestrali, “antichi” dell’animo umano. Così ho proposto a Francesca Chirico (che non conoscevo di persona ma della quale avevo letto più volte il libro inchiesta “Io parlo”) di scrivere un testo che ricostruisse e restituisse, da dentro, l’anima di una madre “criminale” .
Una sfida quasi “paradossale” per un’autrice che, invece, ha raccontato, con precisione e partecipazione, quelle donne che in Calabria hanno reagito con la forza eversiva della parola alla violenza, al dolore, all’ingiustizia, sfidando la ’ndrangheta, ma anche un mondo che tace. Una sfida per chi non aveva mai pensato, prima d’ora, di scrivere un testo per il teatro a cui ho chiesto di pensare ad una interprete precisa: AnnaMaria De Luca. Sapevo, dentro di me e istintivamente, che solo Francesca avrebbe potuto “creare” questa madre e solo AnnaMaria intepretarla. Il testo è cresciuto e si è definito, durante i mesi passati, grazie ad un continuo confronto fra Francesca, me ed Anna Maria. Francesca ha avuto, in questo tempo, l’umiltà di ascoltare e fare tesoro del parere di due teatranti “navigati”.
Io e AnnaMaria abbiamo, con piacere, apprezzato la sua competenza sulla materia e goduto del grande talento di un autrice capace di costruire un personaggio complesso, ricco di sfumature mai scontate e convenzionali.