Home Etichette Articoli etichettati con "lettura"

La Biblioteca di Scandicci vi invita a due incontri per rivivere le favole de “Le Mille e una notte” alla corte del re persiano con le  storie di Shahrazàd, un’attività per adulti e una notte magica in Biblioteca rivolta ai bambini.

Il primo incontro è Martedì 5 settembre 2017 alle ore 17.30 presso l’Auditorium M.A. Martini della Biblioteca di Scandicci (via Roma 38/A) con “Il segreto di Shahrazàd e l’attualità delle Mille e una notte”, con la presenza della psicoanalista e presidente di Fairitaly onlus Adalinda Gasparini, e come voce narrante la psicoterapeuta e attrice Laura Cioni. L’incontro è rivolto a genitori e insegnanti per avvicinare i bambini al mondo della lettura attraverso la favola.

Martedì 12 settembre 2017 dalle ore 21.00 “Shahrazàd e le sue storie per vivere una notte da mille e una notte … in Biblioteca”  con letture, animazioni, giochi e musica in tutti gli spazi della Biblioteca che saranno avvolti da un’atmosfera suggestiva dove potrete incontrare geni e ladroni, califfi e sultani, danzatrici e animali magici.
Questa magia è uno degli ultimi appuntamenti dell’estate a Scandicci con l’amichevole partecipazione di: Candia Castellani – Laboratorio artistico; Giovanni Gheri – Animazioni e letture; Hafida Bouchida – Narrazione fiabe arabe; Hassan Tellini Fakhrai – Narrazione di storie; Ivana Cafferatti – Danze orientali; Maria Luce Toninelli – Laboratorio artistico; Michele Cannella – Musica indiana; Michele Neri – Letture e narrazioni.
Scarica qui il volantino

La Biblioteca propone ogni anno un ricco calendario di attività e servizi per le scuole, progettando in collaborazione con  educatori e  insegnanti cicli di letture a partire dalla prima infanzia, attraverso una scelta attenta dei libri e dei materiali della Sezione Ragazzi disponibili per il prestito, visite guidate alla biblioteca, laboratori, incontri a tema e compilazione di bibliografie – su richiesta. Le attività sono gratuite!

Per maggiori dettagli:
La Biblioteca di Scandicci
via Roma 38/A – 50018 Scandicci (FI)
055/7591.860-861
biblioragazzi @ scandiccicultura.it

Nel giardino della scuola Spinelli è spuntata una casetta per lo scambio gratuito dei libri. Il piccolo manufatto è stato realizzato da alcuni ragazzi della I E, in collaborazione con un genitore, per dare concretezza ad una delle molte idee che gli alunni della scuola media Spinelli hanno avanzato, per incentivare gli adolescenti alla lettura.

La Little Free Library, posizionata a scuola, è solo la prima di numerose altre, pensate per il territorio, ma anche il primo passo verso una gemmazione di iniziative che partono dai ragazzi e si rivolgono ai ragazzi, gli studenti di tutte le scuole di Scandicci, sul tema importante della lettura.

Dopo un sondaggio sulle abitudini, le preferenze e le problematiche dei giovani lettori, raccolto su un importante campione della scuola media da loro frequentata, gli alunni della IE, hanno invitato in classe il Sindaco S. Fallani per un confronto sull’argomento e per sottoporgli alcune iniziative da realizzare. Vi è tra queste l’ambiziosa prospettiva di organizzare una rassegna gemella della già nota “Il libro della vita”, a misura di adolescente e gestita dagli studenti stessi.

Il percorso intrapreso dai ragazzi, si innesta sul progetto di lettura ad alta voce Bibliofonè, un progetto d’istituto in continuità con la scuola primaria e la scuola dell’infanzia, finalizzato a consolidare le competenze di base di lettura e comprensione del testo, che ha già fruttato al Comprensivo Spinelli la realizzazione di un’aula insonorizzata per la creazione di audiolibri.

L’approccio metodologico col quale gli studenti della IE hanno svolto il lavoro  è ispirato interamente alla didattica del Service Learning, ovvero dell’Apprendimento tramite il Servizio, un approccio innovativo, altamente motivazionale e coinvolgente, che vede i ragazzi protagonisti di cambiamenti significativi sul territorio.

Come ogni esperienza formativa viva e vitale, il Progetto Bibliofonè, è in crescita e si è arricchito quest’anno della collaborazione con l’Università LUMSA e della sperimentazione di rete “Oltre l’aula”, aprendosi attraverso l’approccio del Service Learning, alla dimensione autoriale degli studenti che hanno potuto apprezzare, facendo, che imparare serve, ma che servire insegna.

La referente prof. B. Raveggi

Dal 12 al 16 Dicembre 2016 settimana dell’intercultura “In Oriente per la via del Sol Levante” all’Istituto Comprensivo Altiero Spinelli. L’evento didattico interdisciplinare è organizzato dall’Istituto Comprensivo con il patrocinio del Comune di Scandicci e le partecipazioni di Council of Europe, Religions for peace, Unicef, Emergency Europe Direct Firenze, Cospe, Biblioteca di Scandicci, Lailac, Associazione Giappone in Toscana, Dojo ryu, Scuola di illustrazione a Scandicci, Educare ai diritti umani, Nos Otras, Istituto Confucio, Scuola del Fiume Centro studio Wushu italiano e Arco.

Quest’anno la Settimana dell’Intercultura coinvolge i bambini attraverso incontri culturali, storici ed artistici, conferenze e interventi da parte di esperti, spettacoli di danze e musiche tradizionali, con l’approfondimento delle culture indiana, cinese e giapponese.
Durante la settimana nelle scuole dell’infanzia, primarie, (Sandro Pertini e Dino Campana) e secondaria di I grado (Altiero Spinelli) si tengono lezioni in aula, approfondimenti con proiezione di filmati e documentari sui temi della millenaria storia orientale, sull’Oriente e i diritti, secondo una prospettiva storico sociale, economica, politica ed esistenziale.
Venerdì 16 Dicembre alle 17 si tiene l’evento finale al Teatro Aurora di Scandicci.

Questo il programma di venerdì 16 dicembre: dopo i saluti della dirigente scolastica Marina Andalò e dell’assessora alla Pubblica istruzione, si esibiscono il Coro dei tre istituti di Scandicci Giovani Artisti e la cantante giapponese Kaoru Kobayashi (lirica soprano); a seguire la presentazione dello spettacolo a cura dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado Spinelli “La Cina: Cultura, Musica, e tradizioni” con introduzione a cura dei ragazzi della IB Scuola secondaria di I grado “Altiero Spinelli”. Dopo il gioco Wushu, esibizioni dei bambini della scuola d’infanzia Joan Mirò, il passaggio del dragone e dei leoni al ritmo di musica, “Io con gli altri… verso il mondo” dei bambini della scuola primaria Dino Campana, “Insieme per il mondo” degli alunni della primaria Pertini, “Danzare per il mondo a ritmo di musica” con danze e musica degli studenti della media Spinelli. Oltre alle esibizioni di alunni e studenti, “Tajiquan” e la dimostrazione finale di Wushu a cura della Scuola del Fiume Cswi asd, per il progetto “Voglia di movimento” del Comune di Scandicci.

Il calendario completo con le diverse attività delle singole scuole durante la settimana interculturale (infanzia, primarie e secondaria di primo grado) è disponibile su  www.spinelliscandicci.it

Il disegno selezionato attraverso un concorso di idee interno al Comprensivo per questa edizione è stato realizzato dall’allieva Claudia Tei della Classe 3A della Scuola Media “A.Spinelli”.

Info 0552591076
Scarica tutta la documentazione:  calendario-settimana-intercultura-2016
menu-cinese-2016

Inaugurazione della saletta insonorizzata per l’incisione di audiolibri della scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli (via Pablo Neruda), Venerdì 25 Novembre 2016 alle 11 alla presenza dell’attore Alessandro Benvenuti. L’artista ha infatti contribuito attivamente alla realizzazione del progetto di Lettura ad alta voce dell’Istituto comprensivo Spinelli, in collaborazione con il Comitato dei genitori e il patrocinio del Comune di Scandicci, sostenendolo con lo spettacolo “L’Atletico Ghiacciaia”, prodotto da Arca Azzurra Teatro e messo in scena lo scorso aprile al Teatro Aurora. A collaborare alla realizzazione del progetto sono stati anche la Biblioteca di Scandicci, il Consiglio d’Istituto, i docenti della Spinelli, la Dirigente scolastica Marina Andalò e l’Humanitas di Scandicci.

“E’ la conclusione di un percorso che ha condotto l’energia e la generosità di molte persone verso la riqualificazione di alcuni ambienti scolastici”, dicono i promotori del progetto, “dotando la scuola Spinelli di uno strumento unico e prezioso per una didattica sempre più significativa, inclusiva e di servizio alla comunità”.

Il percorso di Lettura ad alta voce, divenuto progetto d’Istituto del Comprensivo Spinelli all’interno del curricolo verticale d’Italiano, è iniziato lo scorso anno per la necessità di avvicinare i ragazzi alla lettura, attraverso la riscoperta della lettura ad alta voce, “una pratica semplice, gratificante e di grande impatto emotivo”.

Alessandro Benvenuti, invitato per un incontro con i ragazzi nel novembre dello scorso anno in qualità di lettore per un’editrice di audiolibri, in quell’occasione era stato nominato “padrino” dell’iniziativa; a seguito di quell’incontro ha poi deciso di collaborare concretamente al progetto con la messa in scena de “L’Atletico Ghiacciaia”.

“Oggi il box insonorizzato è una realtà alla scuola media Spinelli, uno strumento prezioso al servizio di tutto l’Istituto e non solo. E’ davvero dunque la realizzazione di un sogno, ma anche l’inizio di nuove possibilità educative, capaci di coniugare l’antico col nuovo e improntate ad una pedagogia della realtà e del servizio. Una pedagogia ripensata sul primato della parola e della parola narrante”.

Dal 17 Ottobre ritorna a La Biblioteca di Scandicci il Circolo di Lettura – 3a edizione. Un appuntamento al mese per scambiare impressioni, suggestioni, emozioni sui libri, a partire da titoli scelti dai lettori.

Programma:

Lunedì 17 ottobre ore 17
Fredrik Backman “L’uomo che metteva in ordine il mondo”, Mondadori, 2016

L’esistenza imperfetta, caotica, ingiusta di Ove, il protagonista fissato per il rispetto delle regole, improvvisamente ha una svolta e la vita comincia a sembrargli non così male.

Lunedì 21 novembre ore 17
Albert Camus “Lo straniero”, Bompiani, 2015 – prima ed. 1942
Un classico della letteratura moderna: la storia di un delitto insensato, l’assurdità del vivere e l’indifferenza del mondo.

Lunedì 19 dicembre ore 17
Samuel Beckett “Aspettando Godot”, Einaudi, 1970 – prima ed. 1952
La più celebre opera teatrale di Beckett nonché uno dei testi più noti del teatro del Novecento, costruita intorno alla condizione esistenziale dell’attesa.

Lunedì 16 gennaio ore 17
Lydie Salvayre “Non piangere”, L’Asino d’oro, 2016
Riaffiorano nei ricordi del protagonista gli eventi dell’estate 1936 in Spagna, quando sta per scoppiare la guerra civile e accade l’impensabile.

Lunedì 20 febbraio ore 17
Kent Haruf “Benedizione”, NN editore, 2015
Kent Haruf affronta i temi delle relazioni umane e delle scelte morali estreme con delicatezza, senza mai alzare la voce, intrattenendo una conversazione intima con il lettore.

Lunedì 20 marzo ore 17
Lorenzo Renzi “Le conseguenze di un bacio”, Il Mulino, 2007
L’autore rilegge i versi danteschi della vicenda d’amore di Paolo e Francesca, ricostruendo la mutevole fortuna che nel tempo l’episodio ha avuto tra letteratura, teatro e arti figurative.

Lunedì 10 aprile ore 17
Clara Uson “La figlia”, Sellerio, 2013
La storia di Ana Mladic, figlia del generale Ratko, racconta la guerra in Bosnia Erzegovina, il capitolo più doloroso delle guerre balcaniche.

Lunedì 15 maggio ore 17
Jane Austen “Emma”, Einaudi, 2014 – prima ed. 1815
Jane Austen crea un’eroina ben consapevole della propria bellezza e intelligenza, presuntuosa e pungente, ma di uno spessore umano complesso e sfaccettato, capace d’incantare i lettori d’ogni epoca.

Il tè è gentilmente offerto dalla Pasticceria Aquila di Scandicci

Vai ai commenti 484

La Libera Università di Scandicci si dà appuntamento in Biblioteca (Via Roma, 38/A) Lunedì 6 Giugno 2016  dalle 17 alle 19  per un pomeriggio aperto a tutti, animato a cura dei lettori che hanno frequentato il corso di lettura ad alta voce di Roberto Pacini che leggeranno alcuni dei testi elaborati all’interno del corso di scrittura creativa tenuto da Enzo Fileno Carabba.
Farà da cornice a questo incontro creativo un allestimento estemporaneo dei capolavori del laboratorio di libri artistici fatti a mano, a cura di Susanna Pellegrini e del suo gruppo.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

 

E’ tempo di Biblioteen, settimane speciali per giovani tra 15 e 19 anni proposte dalle biblioteche pubbliche dell’area fiorentina. La Biblioteca di Scandicci propone una settimana dedicata alla lettura e alla narrazione.

Da lunedì 13 a venerdì 17 giugno scoprite la lettura espressiva entrando nella “Stanza dell’attore” e il piacere del rapporto con i testi. Diventate Libernauti e navigate insieme agli “Allibratori” tra le storie più intriganti concepite per giovani lettori.

Corso di lettura ad alta voce
cinque incontri, orario 10,30 / 12,30 da lunedì a venerdì
a cura dell’Associazione “La stanza dell’attore”

Viaggio nella narrativa
due incontri, martedì e giovedì, orario 15,30 / 17,30
a cura dell’Associazione “Allibratori”

Sabato 18 Giugno Gran Finale:
Performance di letture in pubblico

I posti disponibili sono limitati
è necessario iscriversi esclusivamente online su:
http://sdiaf.comune.fi.it/form_biblioteen.html
Sulla stessa pagina info anche sui Campus delle altre biblioteche
vale l’ordine di prenotazione

Info presso la Biblioteca di Scandicci, via Roma, 38/a Scandicci
mail: biblioragazzi@scandiccicultura.it -Tel.055.7591860/861

Il primo anno di scuola primaria è sempre denso di emozioni, cambiamenti, scoperte.
Sia i bambini e le bambine che le loro famiglie entrano in una nuova scuola, in una nuova modalità di rapportarsi a quella scuola e ciò crea da una parte forti emozioni legate ai cambiamenti e alle novità, dall’altra un ambiente che ha bisogno di prendere una sua forma, caratterizzata da tanti tipi di relazioni.

Integrare significa “completare qualcosa aggiungendo elementi mancanti”. Proprio partendo da questo valore abbiamo pensato ai percorsi per la costruzione di un nuovo gruppo-classe: un luogo esterno, ma anche interiore, dove ognuna delle persone può diventare una parte mancante dell’altra e in questo modo creare un insieme del tutto nuovo e più completo. Di questo insieme fanno parte in primis gli alunni, il loro universo familiare, le insegnanti.

Nella classe 1A della scuola primaria E. Toti (I.C. Rossella Casini) abbiamo lavorato durante l’anno sia a livello di discipline, sia con progetti trasversali, partendo dal macro-obiettivo dell’integrazione del gruppo-classe e scuola-famiglia. Obiettivi che sono sempre stati considerati dalle teorie pedagogiche come fondanti per una didattica inclusiva e motivante.
In uno dei tanti percorsi abbiamo affrontato il tema delle famiglie e della loro diversità.
Con la scusa di partecipare al concorso “Un disegno per Scandicci” che aveva per tema “La famiglia è appartenersi” (è stato vinto dalla classe anche un premio), siamo partiti dalla lettura del bellissimo libro “Piccolo uovo”, Ed. Stampatello, per affrontare la discussione su come ogni famiglia sia diversa ma pur sempre una famiglia, perché la sentiamo come propria affettivamente. Ovviamente, discutendo tra loro, i bambini sono arrivati a parlare delle rispettive famiglie con tutte le loro differenze: chi della famiglia adottiva, chi dell’arrivo in Italia solo con la mamma, chi dei genitori separati, chi di una famiglia allargata, chi dei tanti animali da non sapere come fare a elencarli tutti. Da questo confronto profondo e altamente conoscitivo abbiamo pensato di far disegnare ad ognuno di loro esattamente come era fatta la propria realtà familiare.
Ne è venuto fuori questo bel collage, ricco di colori e di tante differenze, che i bambini hanno vissuto come grande valore aggiunto nella spontanea accoglienza.

Insegnanti  Mila Baldi – Silvia Faraoni – Valentina Troilo – Elisa Corradi

Martedì 3 maggio 2016 al via Libernauta, una delle più importanti iniziative per la promozione della letteratura contemporanea e di educazione alla lettura per i giovani adulti in Italia, che quest’anno cambia pelle. L’edizione che prende il via il 3 maggio sarà infatti completamente nuova, abbandona i banchi di scuola e insegue i giovani lettori sotto l’ombrellone. Non a caso sarà la 15+1 (sedicesima) edizione. “Dopo 15 edizioni Libernauta cambia rotta e veleggia verso mete ancora inesplorate, andrà a scovare i giovani lettori su spiagge assolate, li sorprenderà all’ombra dei parchi cittadini, li inseguirà su meditabondi sentieri di montagna, infatti questa edizione si svolgerà per la prima volta nel periodo delle vacanze estive”.
Un periodo sicuramente più libero da impegni e quindi più adatto a perdersi tra le pagine di un libro.

Una nuova sfida sostenuta dai Comuni di Firenze, Scandicci e dalle Amministrazioni dell’area fiorentina aderenti al sistema documentario Sdiaf e del Mugello aderenti alla rete bibliotecaria Sdimm e che vede impegnate le Biblioteche Comunali di Firenze e di tutta l’area Metropolitana e del Mugello che non solo promuoveranno il concorso Libernauta ma alcune ospiteranno Biblio Teen, i campus estivi in biblioteca, dove i partecipanti potranno sentirsi bibliotecari per una settimana, esplorare il pianeta “libro” attraverso laboratori di scrittura e lettura ad alta voce, capire chi “abita” la biblioteca e conoscerne i servizi offerti.
Un modo per rendere ragazze e ragazzi sempre più cittadini attivi e consapevoli.

Una nuova accoppiata Libernauta e Biblio Teen che raddoppia l’offerta per questa fascia d’età sempre più difficile da intercettare che vede crollare letteralmente l’indice percentuale di lettura. Anche il Comitato scientifico si è rinnovato e arricchito di nomi prestigiosi. Oltre ai partner storici di Libernauta quali Paola Zannoner (scrittrice, assiduamente impegnata in tutta Italia con laboratori di lettura per i ragazzi) e all’Associazione Allibratori (che da anni porta “I magnifici 15” libri in concorso direttamente nelle classi con animazioni, letture, presentazioni con gli autori), sono stati coinvolti alcuni esperti del settore come Loredana Lipperini (giornalista, scrittrice e conduttrice del programma Fahrenheit su Rai Radio3) e Matteo Biagi (insegnante, ideatore del blog  www.qualcunoconcuicorrere.org ).
Nell’ultima edizione 529 iscritti hanno riconsegnato più di 4 recensioni e sono stati premiati per la loro “resistenza” di lettori e capacità di scrittori. Sono state presentate ben  2.548 recensioni, valutate dal Comitato Scientifico. I Libernauti (come ormai chiamiamo i ragazzi partecipanti al concorso) hanno dimostrato nel tempo di poter essere lettori e scrittori, capaci di interpretare e comprendere i testi e di elaborare un proprio linguaggio critico ricco di fantasia.

Libernauta2016L’Associazione Allibratori ha condotto 120 animazioni nelle scuole incontrando circa 3.375 studenti. Nei quindici anni di vita Libernauta ha oltrepassato il traguardo dei 50.000 giovani coinvolti (nei corsi, nei laboratori, nel concorso, nelle animazioni alla lettura, nel LiberFest, negli incontri con gli autori, etc.), con quasi 20.000 partecipanti attivi e oltre 8.000 premiati.
Numeri significativi che assegnano a questo progetto lo scettro di migliore proposta rivolta a una fascia di età considerata assai difficile e sfuggente. (Premiato da cittadinanza attiva a e Dire-fare). Un passo in più verso la partecipazione dei giovani Libernauti è la scelta di una pubblicazione per il prossimo concorso.
Il libro scelto dai Libernauti per questa edizione è Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti? di Antonio Dikele Distefano, opera prima di un giovanissimo autore, nato da genitori angolani, già conosciuto come rapper col nome di Nashy. Un libro in cui parole e musica si fondono insieme per trovare la forza di combattere il pregiudizio.

 

Ma come accade tutto questo? Il progetto, originariamente ideato da Scandicci Cultura, promosso dal Sistema bibliotecario dell’area fiorentina (Sdiaf) dal Comune di Firenze, dal Comune di Scandicci, dal Sistema bibliotecario del Mugello e Montagna Fiorentina (Sdimm) e coordinato dalla Biblioteca di Scandicci con il sostegno della Regione Toscana all’interno del Piano integrato della cultura annuale (Pic), propone una “lettura di piacere” di novità edite negli ultimi anni, svincolata da obblighi di tipo scolastico, e intende attrarre sopratutto i più riluttanti e ostici attraverso la proposta di generi e tematiche vicine alle diverse sensibilità giovanili. Grazie alla collaborazione con l’Associazione “Allibratori”, composta da professionisti dell’animazione alla lettura e nata a seguito di un corso di formazione nell’ambito di Libernauta, si arriva direttamente sui banchi di scuola attraverso la present/Azione dei libri in concorso. L’asse portante di Libernauta è il concorso per lettori: il comitato scientifico composto quest’anno da 3 esperti del settore (Paola Zannoner – scrittrice, Loredana Lipperini – giornalista, scrittice, conduttrice radiofonica e Matteo Biagi – docente e esperto di letteratura Young Adult) seleziona 15 testi di recente pubblicazione, giudicati particolarmente indicati per questa fascia d’età (14/19 anni). Dal 3 maggio inizieremo a presentare il concorso e la selezione dei libri proposti questo anno nelle scuole superiori dell’area. Da giugno accoglieremo i ragazzi in Biblioteca.

Le giovani/i giovani potranno iscriversi gratuitamente in una delle 45 biblioteche comunali dell’Area fiorentina e Mugello e prendere in prestito i libri. Per concorrere ai premi dovranno leggerne almeno 4 e quindi farne una breve recensione su un’apposita cartolina. Le recensioni potranno essere consegnate entro il 30 ottobre. L’invito ai giovani è di cimentarsi con forme di scrittura e valutazione personali e originali.

Il concorso mette in palio molti premi (e-readers, buoni-acquisto utilizzabili in librerie, abbonamenti a teatri, biglietti per concerti e spettacoli, abbonamenti per palestre e piscine, corsi di canto e strumento) agli autori delle recensioni giudicate più autentiche e significative. Ogni partecipante con almeno 4 recensioni – nella scorsa edizione sono stati 529 – riceve un premio e un attestato (è un concorso dove si premia chi legge). Libernauta vuol continuare ad essere un progetto originale di promozione del libro e della lettura tra gli adolescenti in Italia e a perseguire l’obiettivo di valorizzare la letteratura contemporanea di porre a confronto i giovani adulti con i linguaggi e le problematiche del tempo, stimolando i ragazzi a leggere, scrivere, discutere di opere che trovano difficilmente spazio nella programmazione curricolare. Contemporaneamente ribadiamo la centralità dei servizi Bibliotecari e della Biblioteca pubblica quale luogo di formazione, di informazione e di incontro positivo. (S.S.)

A cura dell’ufficio Stampa del Comune di Firenze

Il 27 Aprile 2016 ore 21 al Teatro Aurora di Scandicci va in scena lo spettacolo l’Atletico Ghiacciaia, di e con Alessandro Benvenuti, prodotto da Arca Azzurra Teatro, per la campagna di raccolta fondi a sostegno del Progetto di lettura ad alta voce dell’Istituto Comprensivo Statale Altiero Spinelli di Scandicci, realizzato in collaborazione con il Comitato dei genitori e il patrocinio del Comune di Scandicci.

Il progetto Leggimi una storia nasce dalla collaborazione e dall’iniziativa del corpo insegnante di lettere attorno all’idea di sviluppare le competenze di base di lettura espressiva attraverso la riscoperta del piacere della lettura ad alta voce. Educare all’ascolto e sviluppare la comprensione di un testo sono obiettivi formativi fondamentali nell’apprendimento, che, se perseguiti con la passione per le storie e con la curiosità di scoprire i nuovi mondi che si aprono leggendo un libro, possono condurre a risultati estremamente positivi oltre all’acquisizione delle competenze in senso stretto, emancipando la lettura dalla mera attività scolastica e predisponendo il terreno per promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva.
I lettori possono diventare infatti “donatori di voce” in occasioni di letture pubbliche, in Biblioteca o in manifestazioni cittadine, possono svolgere volontariato con persone non vedenti o in ospedale… La lettura si fa interpretazione del testo, restituisce all’ascoltatore l’immagine sonora di uno stato d’animo, la parola scritta prende corpo grazie alla voce del lettore.

Come sostiene Daniel Pennac: “Strana scomparsa, quella della lettura a voce alta. Non si ha più diritto a mettersi le parole in bocca prima di ficcarsele in testa? Niente più orecchie? Niente più musica? Niente più saliva? … Testi muti per puri spiriti? A me, Rabelais! A me, Flaubert! Dostoevskij! Kafka! Dickens, a me!
Le nostre parole hanno bisogno di corpo, i nostri libri hanno bisogno di vita!”
.

Ecco che ha preso forma così l’idea di dotare la scuola di una vera e propria cabina insonorizzata di registrazione per realizzare gli audiolibri con gli studenti e di chiedere all’attore fiorentino Alessandro Benvenuti di essere testimonial ufficiale di questo progetto, con il proposito che il gusto della lettura ad alta voce possa essere riscoperto e si propaghi in tutta la città e ancora oltre.

“Io sono nato leggendo i libri, mi nutro di lettura. – dice Benvenuti – Ai miei tempi la conoscenza passava sostalzialmente dalla tua curiosità e dai romanzi che riuscivi a leggere oltre ai libri di scuola. Così sono cresciuto tra i fumetti e i romanzi, con  l’Intrepido e Il monello, con I ragazzi della via Pal, I tre moschettieri, Giulio Verne… erano veri e propri film che ti facevi nella testa… per questo il mondo dei libri l’ho sempre trovato affascinante e sostengo volentieri l’iniziativa promossa dalle scuole di Scandicci”.
Personaggio caro a Benvenuti, Gino, coprotagonista nei primi due episodi della trilogia dei Gori, in questo spettacolo prende vita per intonare un canto d’amore paesano alla Toscana, a una terra che mangia tutti i giorni pane sciapo e sarcasmo e nella quale, accanto ai cipressi, crescono da sempre come piante spontanee gli sfoghi dei grulli.

L’ appuntamento è per Mercoledì 27 Aprile ore 21 al Teatro Aurora di Scandicci.
(Via S.Bartolo in Tuto, 1.) Ingresso a offerta libera.
Prenotazioni al Bar del Circolo Aurora.

Guarda la video intervista ad Alessandro Benvenuti realizzata per l’occasione.