Home Etichette Articoli etichettati con "Istituto “B.Russell – I.Newton”"

‘Leggi la Legge’ è un progetto che mira a rendere consapevoli gli studenti di come la legge non sia solo un testo da dover studiare dietro i banchi di scuola, ma contenga concetti che vanno assimilati per poter dare un proprio contributo nella società, non solo in quanto portatori di diritti, ma anche come garanti dei diritti altrui.

Mercoledì 3 Maggio 2017 alle ore 11.30 presso la Fabbrica dei Saperi si è tenuto uno workshop con la partecipazione degli studenti delle classi 1^B del corso di Amministrazione Finanza e Marketing (AFM) dell’Istituto Statale d’Istruzione Superiore “Bertrand Russell – Isaac Newton” e la 3^F della Scuola Media Statale “Enrico Fermi” di Scandicci, invitati a riflettere sul contenuto dell’articolo 3 della Costituzione italiana e sulle parole chiave che lo compongono.

L’incontro si è aperto con un dibattito a partire dalla proiezione di slides, focalizzandosi sul significato di dignità – “l’immagine che gli altri hanno di me stesso”- ed uguaglianza, sempre nel rispetto della diversità. Diversità vista come ricchezza e non come minaccia, intimoriti da ciò che non si conosce. Attraverso domande incalzanti sull’argomento, i ragazzi sono arrivati a ragionamenti ponderati su come la pari dignità sia un obiettivo difficile da raggiungere e una continua conquista, in quanto viviamo in un mondo complesso e in continuo mutamento.

I concetti esposti nel confronto sono stati rinforzati con la visione del film documentario del 2013 di Pascal Plisson “Vado a scuola” (Sur le chemin de l’école), storie di vita quotidiana di quattro bambini provenienti da diverse parti del mondo alle prese col tragitto verso scuola.
I ragazzi hanno potuto conoscere la storia di Samuel, bambino disabile di un piccolo villaggio sul golfo del Bengala, che riesce a raggiungere la scuola con una sedia a rotelle malridotta spinta dai due fratelli dopo un’ora e mezzo di cammino tra strade sabbiose, fiumi e mangrovie, dovendo affrontare non pochi imprevisti. Grazie non solo alla sua forza di volontà, ma anche alla solidarietà dei fratelli, dei compagni di scuola e dei membri della comunità, Samuel avrà la possibilità di studiare e la speranza di realizzare il sogno di diventare un bravo medico.
Testimonianza che dimostra come a qualsiasi età e con la cooperazione dei singoli, possiamo essere strumenti di garanzia per aiutare chi è in difficoltà e quindi affermare la dignità altrui, senza delegare tale compito solo alla Stato o alle autorità.

Infine l’intervento di Alberto Lastrucci, Direttore del Festival Internazionale dei Popoli, associazione senza scopo di lucro impegnata da oltre cinquanta anni nella promozione e nello studio del cinema di documentazione sociale, ha dato un prezioso contributo nel far comprendere ai ragazzi le tecniche dei film documentario, genere cinematografico che fornisce una visione più ampia della realtà che ci circonda.

Mattinata i cui protagonisti sono stati gli studenti che con i loro interventi si sono messi in gioco, partecipando in maniera viva e responsabile e riservando commenti positivi a questa esperienza, che servirà a costruire un percorso verso una cittadinanza consapevole e attiva.

La foto è tratta dal film documentario di Pascal Plisson “Vado a scuola” (Sur le chemin de l’école).

Articolo di Chiara Bettoni

“Non possiamo dimenticare quello che è stato, perché questa Costituzione oggi emerge da quella Resistenza, da quella lotta, da quella negazione per le quali ci siamo trovati insieme”. Sono queste le parole pronunciate nel ’47 da Aldo Moro, presentando all’Assemblea la bozza del testo costituzionale redatto dalla Commissione dei ’75 di cui faceva parte. Per celebrare il settantaduesimo anniversario della Liberazione italiana, gli studenti della Scuola Media Rodari e dell’Istituto Superiore “B.Russell-I.Newton” presentano i lavori preparatori che hanno portato alla nostra Carta Repubblicana.

Assieme alla classe 3D della Scuola Rodari, le classi 4A, 1U del Liceo “B.Russell -I.Newton” e 1G, 2G, 1B, 4C, 5B del Tecnico presenteranno il loro lavoro di ricerca e di studio sulla Costituzione Venerdi 21 Aprile alle 17.30 a Scandicci nella Sala del Consiglio “O.Barbieri”, Piazzale Resistenza 1. Interverrà il Presidente del Consiglio Comunale, Simone Pedullà, e il Direttore dell’Accademia di Studi storici Aldo Moro di Roma, Luciano d’Andrea.

Si rinnova così l’appuntamento che già da cinque anni gli adolescenti di Scandicci hanno con la cittadinanza, presentando la Costituzione attraverso i costituenti. Questo anno vengono proposti gli aspetti legati al pensiero di Aldo Moro, attorno a una figura che è stata segnata e offuscata nella storia dall’ombra del terrorismo degli anni ’70. Gli studenti metteranno così in luce i tratti meno usuali e meno noti di Aldo Moro: la sua figura di costituente e, per ricordare l’anniversario del Trattato di Roma del ’57, la sua visione europeista. Ingresso libero fino a esaurimento posti. La cittadinanza è invitata.

Le iniziative a Scandicci per l’Anniversario del 25 Aprile proseguono inoltre con il seguente programma.

Martedì 25 Aprile
Dopo la deposizione della Corona d’alloro e onore ai caduti al Monumento ai Caduti al Cimitero Sant’Antonio, alle ore 10.30
Corteo da Piazza Resistenza a Piazza Matteotti e deposizione Corona d’Alloro al monumento in ricordo della Liberazione,
con la partecipazione degli alunni e delle insegnanti dei tre Istituti Comprensivi delle scuole di Scandicci.

ore 16.30
Castello dell’Acciaiolo (via Pantin 63)
Concerto della Liberazione – Filarmonica “Vincenzo Bellini”

ore 18
Castello dell’Acciaiolo
Inaugurazione della mostra “Con la sgorbia, col pennello, col fucile … Gino Terreni a Scandicci” a cura di Leonardo Giovanni Terreni. Un’iniziativa della ProLoco San Vincenzo a Torri Colline Scandiccesi

ore 17
Casa del Popolo di Vingone
Festa con il gruppo Disincanto. Sarà presente Moreno Cipriani, gappista e presidente onorario ANPI – sez. Fallani Scandicci.

 

In questo periodo dell’anno molti ragazzi e ragazze con le loro famiglie si trovano a vivere un momento molto delicato, cercando di immaginare il loro futuro. La scelta della Scuola Superiore è infatti basilare per il percorso di vita di una persona. Negli ultimi anni la scuola superiore è stata oggetto di riforme e di un nuovo assetto didattico, con nuovi licei e istituti professionali, oltre ai nuovi percorsi professionalizzanti finanziati dalle Regioni e dall’Unione Europea.

Il Comune di Scandicci, da tempo impegnato nella costruzione di un sistema territoriale integrato anche per la formazione di secondo grado mette a disposizione delle scuole del territorio un progetto specifico di intervento con operatori dell’orientamento specializzati. Saranno così organizzati da Dicembre 2016 a Febbraio 2017 incontri in classe, colloqui individuali e in gruppo, con le famiglie.

Nell’ambito di questo progetto condiviso con le scuole Lunedì 19 Dicembre dalle 17 alle 20 presso l’Auditorium di Piazzale Resistenza si terrà un incontro sul tema “La scelta come opportunità. Informazioni utili per scegliere la scuola superiore”, un incontro informativo e di orientamento per riflettere insieme sugli scenari futuri, tra autonomia personale e paura di cambiamento, in cui la scuola superiore sarà raccontata dai ragazzi che la frequentano. Un’occasione per chiarirsi le idee e porre le proprie domande alla presenza degli esperti e dei protagonisti del territorio. Ecco il programma.
a5-orientamento

Proseguono inoltre gli appuntamenti Scuola Aperta con le giornate Open Day.
Per vedere il calendario aggiornato clicca qui.
Scarica la nostra  brochure informativa.

Per saperne di più sulle tipologie di scuole ecco il link al sito del Miur:  www.orientamentoistruzione.it

L’Istituto Russell-Newton partecipa all’accordo di rete fra Istituti di istruzione secondaria di secondo grado denominata “Rete RESISM” che ha lo scopo di promuovere l’educazione sismica mediante la progettazione di percorsi di apprendimento finalizzati alla divulgazione delle conoscenze scientifiche dei fenomeni sismici, delle loro cause e conseguenze, e alla riduzione del rischio sismico. La rete intende così favorire lo scambio di esperienze e la circolazione di buone pratiche progettate all’interno degli Istituti aderenti alla rete RESISM tra  Toscana ed Emilia Romagna, compresa la produzione di materiale didattico e laboratoriale, documentazione scientifica.
Presso l’Istituto Superiore Statale “Russell-Newton” di Scandicci sarà allestita così dal 28 Novembre al 3 Dicembre la 2^ dizione della mostra che ha lo scopo di raccontare il terremoto attraverso la religione, il mito, la scienza e il racconto di chi lo ha vissuto.

Gli studenti dell’indirizzo CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) propongono una visita guidata della mostra per avvicinare tutti i partecipanti al problema del rischio sismico, ai comportamenti da tenere in caso di terremoti e alla conoscenza degli elementi di base della prevenzione dei danni da terremoto. Il percorso espositivo è composto da una serie di 60 pannelli esplicativi accompagnati da dispositivi multimediali quali proiezione di video, immagini e modelli sperimentali.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione di promozione sociale Io non tremo, che detiene la proprietà intellettuale dei pannelli illustrativi, in collaborazione con  l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze e il patrocinio del Comune di Scandicci, del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati di Firenze, l’A.Ge.Pro. Associazione Nazionale dei Geometri Volontari per la Protezione Civile, Associazione La Racchetta, Protezione Civile Toscana Centro Intercomunale Colli Fiorentini.

Le visite (gratuite) si svolgeranno presso la biblioteca del “Russell-Newton” su prenotazione ed aperta a tutti gli studenti delle scuole medie e superiori e a tutti i cittadini del Comune di Scandicci.
La mostra sarà visitabile su prenotazione (per le scuole: classi singole al mattino), è sufficiente inviare una mail con nome, numero telefonico ed orario desiderato a:
Prof. Roberto Crescioli:  roberto.crescioli (at) istruzione.it

Vai ai commenti 330

Venerdì 25 Novembre all’Auditorium dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore Russell-Newton (Via Fabrizio De André 6) dalle ore 9 alle ore 11 si terrà un incontro rivolto agli studenti delle classi quarte in occasione della IV edizione dell’ “European HIV-Hepatisis Testing Week 2016” per riflettere insieme sulle problematiche legate alla prevenzione e alla promozione di stili di vita sani a partire dalla “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Eventi di rilevanza internazionale che puntano a essere momenti di sensibilizzazione su tematiche delicate che è necessario affrontate già in giovane età, prendendo atto che le statistiche sono sempre più preoccupanti e allarmanti.
Il Comune di Scandicci, con la collaborazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore Russell-Newton, coglie quindi questa occasione per promuovere consapevolezza presso gli studenti sulla condizione della donna e per sensibilizzare  rispetto alle modalità di contagio del virus Hiv e dell’epatite.

Un appuntamento in cui gli esperti saranno a disposizione dei ragazzi nel fornire indicazioni e descrivere il quadro  della situazione attuale. Dopo i saluti da parte dell’Assessore alla Politiche Sociali del Comune di Scandicci, Elena Capitani e della Dirigente Scolastica, Anna Maria Addabbo, interverranno la psicologa della Lega italiana per la lotta contro l’aids Lila onlus, dott.ssa Maria Rosa Zigliani, e la Presidente della Commissione Pari Opportunità, Chiara De Lucia. Saranno presenti anche gli operatori del centro giovani Gingerzone.

La Lega italiana per la lotta contro l’aids Lila onlus, inoltre, col patrocinio della Regione Toscana, dell’Azienda Usl Toscana centro, della Società della Salute Fiorentina Nord Ovest e del Ministero della Salute dà la possibilità a chiunque lo desideri di sottoporsi al test Hiv a risposta rapida che, con un semplice campione di saliva, fornisce una risposta in 20 minuti. E’ possibile sottoporsi al test all’interno della Farmacia comunale 7, in via Monti 18 a Scandicci nei giorni di lunedì 21 e giovedì 24 novembre 2016 dalle 17 alle 20.
Il test è assolutamente anonimo, gratuito e affidabile.

Nel caso il risultato del test sia reattivo (preliminarmente positivo) è necessaria una conferma con test su sangue da eseguire in ospedale o in laboratorio. Per questo progetto gli organizzatori danno la possibilità, sempre soddisfacendo il carattere di anonimato, di usufruire di un percorso facilitato e senza prenotazione presso centri ospedalieri che collaborano con l’associazione. Il test ha un periodo finestra di tre mesi. Per avere un risultato attendibile è buona norma non fumare, non mangiare e non bere nella mezz’ora precedente all’esecuzione del test.

Per maggiori informazioni rivolgersi a Lila Toscana:
via delle Casine 12 rosso Firenze,
Tel. 055.2479013
info (at ) lila.toscana.it

Eye è un progetto di Artes con Confindustria Firenze, Incubatore di Impresa, Confcommercio Firenze e il patrocinio del Comune di Scandicci. L’iniziativa di imprenditorialità etica è rivolta a 20 studenti del Russell Newton. Presentazione e lectio inaugurale con Valentina Maltagliati giovedì 29 gennaio alle 10 al Castello dell’Acciaiolo (via Pantin, Scandicci)

Scandicci scommette sui suoi giovani e sul loro talento imprenditoriale. All’istituto Russell Newton i docenti hanno selezionato 20 studenti per le doti imprenditoriali già evidenziate nel percorso di studi scolastici. I giovani selezionati parteciperanno al Programma Eye – Ethics and Young Entrepreneurs. Fino a maggio, in parallelo al loro corso di studi, studieranno da vicino il mondo dell’imprenditoria, potranno proporre un proprio business plan sull’impresa che vorrebbero avviare e ai più meritevoli verrà offerta l’opportunità di uno stage in azienda insieme all’imprenditore. Impareranno così a puntare su se stessi e sul proprio progetto lavorativo, promuovendo la cultura del fare con un fondamento etico del lavoro, imparando a coniugare il legittimo profitto con la centralità della persona umana e la responsabilità sociale.

Il progetto, organizzato per la prima volta a Scandicci, è già stato sperimentato con successo a Prato dove è giunto alla quarta edizione grazie alla collaborazione con il Comune pratese e il gruppo Giovani di Confindustria locale.

“Alcuni dei ragazzi che nelle passate edizioni hanno partecipato ad Eye a Prato – ricorda il direttore di Artes Giorgio Fozzatihanno potuto poi realizzare la propria idea imprenditoriale ottenendo anche successi a livello nazionale e avviando attività professionali. È segno che l’investimento che abbiamo fatto insieme alle istituzioni locali è stato centrato: dare fiducia e strumenti adeguati, unitamente ad una formazione seria ed esigente, ha motivato gli studenti ad intraprendere i percorsi impegnativi che così non sono rimasti solo a livello di sogno”.

Gli studenti seguiranno i seminari con imprenditori e professionisti per apprendere le basi del “fare impresa”: come sviluppare la propria idea e accedere ai finanziamenti bancari per realizzarla, gli obblighi da espletare con i lavoratori e le amministrazioni, come far diventare redditizia un’azienda senza trascurare mai l’etica. Incontreranno esperti nelle varie materie interessate e imprenditori che ce l’hanno fatta. Inoltre effettueranno visite aziendali e al termine del percorso i più meritevoli parteciperanno agli stage e saranno accompagnati in un percorso di facilitazione d’impresa.

“L’attività si inserisce fra le molte che l’IIS Russell Newton sta conducendo per costruire un legame sempre più stretto fra l’istituto e le realtà produttive del territorio – spiega il dirigente scolastico Roberto Curtolo -. Un legame che conduca i giovani ad una formazione più consapevole e che consenta loro maggiori opportunità di lavoro. Aiutare i propri studenti a conoscere da vicino il lavoro quale insieme di sapere e fare è fra le mission che il Russell Newton sta perseguendo perché il diritto di cittadinanza è prima di tutto diritto al lavoro.”

“Una scuola che prepara i cittadini alla vita è una scuola che dà consapevolezze e strumenti per la realizzazione di ciascuno – dice il sindaco di Scandicci Sandro FallaniOgni iniziativa che mette in relazione il mondo scolastico a quello del lavoro interpreta appieno questa funzione; questo progetto ha il valore aggiunto di avviare gli studenti all’imprenditorialità, accompagnando quindi nella prima parte del proprio percorso i giovani che hanno la volontà di mettersi in gioco, di responsabilizzarsi e di scommettere su se stessi”.

Il programma Eye prenderà il via ufficialmente giovedì 29 gennaio alle ore 10 al Castello dell’Acciaiolo (via Pantin) a Scandicci, con la partecipazione del sindaco di Scandicci Sandro Fallani, l’assessore alla pubblica istruzione Diye Ndiaye, il presidente di Confindustria Firenze Simone Bettini, il dirigente scolastico della Russell Newton Roberto Curtolo, Lorenzo Petretto direttore dell’Incubatore di Firenze, Jacopo De Ria presidente di Confcommercio Firenze, il direttore di Artes Giorgio Fozzati, Luca Taddei responsabile del programma Eye e Valentina Maltagliati, manager ed elevator pitch coach. A Valentina Maltagliati è stato affidato il primo seminario per gli studenti di Eye sul tema dell’elevator pitch, strumento di comunicazione per riassumere la missione della propria azienda e convincere in pochi minuti un investitore a scommettere sull’idea imprenditoriale.

“Come Incubatore di Impresa di Firenze – commenta il direttore Lorenzo Petretto collaboriamo a questa edizione del programma Eye che ben si sposa con la nostra mission di sostenere lo sviluppo di nuove imprese puntando su formazione e mentoring di giovani potenziali imprenditori. Coltivare la cultura di impresa sin dagli anni della formazione scolastica sicuramente aiuta a sviluppare un approccio culturale quanto mai essenziale per intraprendere nuovi percorsi imprenditoriali”.

“Siamo felici di poter collaborare con Artes ad un progetto che mira a far avvicinare i giovani al mondo delle imprese – dice Jacopo De Ria, presidente Confcommercio Firenze -. Sono sempre più gli imprenditori che sentono la necessità di avvicinare gli studenti a quella cultura del fare che in Italia non è abbastanza sostenuta e tutelata. Da parte nostra, in collaborazione con la Camera di Commercio di Firenze gestiamo uno sportello start up gratuito nato proprio per rispondere alle mille domande che si pone ogni aspirante imprenditore: senza un adeguato sostegno non sarebbe in grado di sciogliere tutti i nodi burocratici di cui purtroppo è ricco il nostro Paese. In questo senso la nostra iniziativa è complementare rispetto al programma Eye”.

Per informazioni: www.associazioneartes.com