Home Etichette Articoli etichettati con "educard"

Da gennaio a marzo 2017 torna la rassegna teatrale Aurora di Sera, 4 spettacoli con grandi artisti del panorama italiano presso il Teatro Aurora di Scandicci (via S. Bartolo in Tuto,1).
Il primo appuntamento è per mercoledì 11 gennaio con Giuliana De Sio in Notturno di donna con ospiti, uno spaccato sulla violenza e la modernità delle metropoli dove il quotidiano viene contaminato dal thriller nella visione comico-surreale di uno dei maggiori drammaturghi dell'”area napoletana”: Annibale Ruccello. A seguire martedì 7 febbraio Marco Baliani e Lella Costa in Human, puzzle multietnico a più voci, in cui reminiscenze epiche, storiche e politiche si mescolano alle vicende pulsanti e dolorose degli esuli contemporanei; mercoledì 1 marzo è la volta di Dario Ballantini con Da Balla a Dalla, omaggio di Ballantini all’amico e grande cantautore, reinterpretando una parte della sua straordinaria produzione artistica di Lucio Dalla. Per l’ultimo appuntamento della rassegna mercoledì 22 marzo Paolo Ruffini e la Compagnia Mayor Von Frinzius portano in scena Un grande abbraccio: l’improvvisazione e l’imprevedibilità sono il motore di un viaggio alla ricerca della differenza che corre tra sentirci ed essere davvero. Spettacolo comico e commovente, con sei attori con disabilità della compagnia livornese Mayor Von Frinzius.

Mercoledì 11 gennaio
Giuliana De Sio
NOTTURNO DI DONNA CON OSPITI
di Annibale Ruccello
regia Enrico Maria Lamanna
produzione Teatro e Società
Adriana porta avanti la sua esistenza, nel caldo afoso, tra canzoni e note di un pianoforte, tra televisione ed una terza gravidanza, con un marito, Michele, che lavora di notte e ritorna a casa all’alba. Una sera accade che strani individui, temuti e desiderati da troppo tempo, si
introducano in casa. Improvvisamente riaffiorano senza una logica i ricordi, angoscianti fantasmi del passato, che provocheranno in lei una reazione atroce, insensata, ma necessaria per fuggire da quella prigione grigia e ossessiva.
Uno spaccato sulla violenza e la modernità delle metropoli dove il quotidiano viene contaminato dal thriller nella visione comico-surreale di uno dei maggiori drammaturghi dell’ “area napoletana”.
durata: 2h con intervallo

Martedì 7 febbraio
Marco Baliani, Lella Costa
HUMAN
di Marco Baliani, Lella Costa
regia Marco Baliani
produzione Mismaonda srl/Sardegna Teatro T.R.I.C./
Marche Teatro
Nato dalla necessità di una riflssione “del” e “sul” tema delle migrazioni, Human, scritto con una linea sopra che cancella la parola stessa, è uno spettacolo in forma di oratorio, tra negazione e affermazione, sul concetto di umanità. Human è costruito con testimonianze dirette, brandelli di vita vissuta, narrazioni tramandate o elaborate sui fatti contingenti. Fanno parte del diario di viaggio, le riflessioni degli autori, i loro ripensamenti, i contributi in video o gli scritti di quanti hanno accettato di esprimersi sul tema, contribuendo ognuno ad arricchirlo di tante sfumature.
“Con la nostra ricerca teatrale vorremmo insinuarci in quella soglia in cui l’essere umano perde la sua connotazione universale – raccontano Marco Baliani e Lella Costa –, e utilizzare le forme teatrali per indagare quanto sta accadendo in questi ultimi anni, sotto i nostri occhi, nella nostra Europa.
durata: 1h30

Mercoledì 1 marzo
Dario Ballantini
DA BALLA A DALLA
storia di un’imitazione
produzione Massimo Licinio
Un omaggio che Ballantini rende all’amico e grande cantautore, reinterpretando una parte della sua straordinaria produzione artistica. Ballantini, con i musicisti diretti da Gianni Caltran, racconta minuziosamente i passaggi della carriera di Dalla cantando con voce sorprendentemente fedele all’originale e trasformandosi dal vivo in lui. Durante lo spettacolo vengono
proiettati disegni tratti dai diari scolastici di Ballantini e già rivelatori della sua passione maniacale per il cantautore.
durata: 2h con intervallo

Mercoledì 22 marzo
Paolo Ruffini, Compagnia Mayor von Frinzius
UN GRANDE ABBRACCIO
di Paolo Ruffini, Lamberto Gianniniregia Lamberto Giannini
produzione Non c’è problema
Un Grande Abbraccio è uno spettacolo comico e commovente, è un’opportunità di scoprirsi e di abbandonarsi a teatro con movimenti, improvvisazioni, balli e monologhi. Oltre a Paolo Ruffini, autore e ideatore dello spettacolo, si esibiscono sei attori con disabilità, appartenenti alla compagnia livornese Mayor Von Frinzius.
Il pubblico sarà il terzo protagonista di questo spettacolo e alla fine platea e attori si troveranno sul palco, nella meraviglia della condivisione di un gesto umano, così semplice da essere ormai provocatorio: un grande abbraccio.
durata: 1h40

inizio spettacoli
ore 21.15

ABBONAMENTI
posto unico intero € 50 ridotto € 42 (under 18, over 65, soci coop, soci arci)
prezzo speciale titolari EDUCARD e dipendenti Comune di Scandicci € 38

Teatro Studio Mila Pieralli
via Donizetti 58, Scandicci
tel. 055 7351023
rinnovo abbonamenti
martedì 13 e mercoledì 14 dicembre 2016
nuovi abbonamenti
da giovedì 15 a domenica 18 dicembre 2016
da martedì 20 a venerdì 23 dicembre 2016
da martedì 27 a venerdì 30 dicembre 2016
da martedì 3 a giovedì 5 e martedì 10 gennaio 2017
orari
dal martedì al venerdì ore 16.30-19.30, sabato ore 10-13, domenica 17-20

Box Office
tel. 055 210804 e sul sito www.boxol.it
nuovi abbonamenti dal 15 dicembre 2016

—————————-

BIGLIETTI
posto unico intero € 16 ridotto € 13 (under 18, over 65, soci coop, soci arci)
prezzo speciale titolari EDUCARD e dipendenti Comune di Scandicci € 10

Box Office
tel. 055 210804 e sul sito www.boxol.it
biglietti per tutti gli spettacoli dal 3 gennaio 2017

Teatro Aurora
via San Bartolo in Tuto, 1 Scandicci
biglietti nei giorni di spettacolo, dalle ore 20

Info: toscanaspettacolo.it – scandiccicultura.it – segreteria@scandiccicultura.it

Pubblichiamo l’ultima stesura del documento che traccia le linee programmatiche per l’attuazione condivisa del Piano dell’Offerta Formativa Territoriale e la realizzazione di un sistema integrato locale che mira a coinvolgere l’intera comunità, intesa come insieme delle agenzie educative, a ricercare coordinamento e integrazione nell’azione di sostegno allo sviluppo della persona umana, dall’infanzia all’età adulta.

Il Comune di Scandicci, attraverso il proprio Assessorato alla Pubblica Istruzione e il proprio Centro Risorse Educative e Didattiche, è impegnato in questo contesto nel promuovere la governance complessiva del sistema territoriale per l’apprendimento, perseguendo come obiettivi prioritari il sostegno alla qualità del sistema educativo – scolastico, il potenziamento dell’offerta formativa e la messa in rete delle risorse per evitarne la dispersione.

Nella complessità della società post moderna, in cui si registra una maggiore diversificazione delle pratiche culturali e dei sistemi educativi, diventa essenziale adottare un linguaggio comune e delle regole condivise, superando l’autoreferenzialità delle singole strutture che compongono il sistema educativo e formativo favorendo la costituzione di reti locali in cui, nel rispetto dell’autonomia, si possa lavorare insieme nell’affrontare il cambiamento, a tutela di un sviluppo collettivo del territorio.

In questo senso il Piano dell’Offerta Formativa Territoriale può essere considerato un punto di
arrivo culturale per la rete dei soggetti coinvolti, già attiva da molti anni, al termine di un processo
partecipativo che ha consentito di condividere una visione e delle proposte formative per la cittadinanza.
Esso rappresenta al tempo stesso, però, anche un punto di partenza per l’azione futura, basata su una lettura dei fabbisogni formativi che si rinnova ogni anno, ispirandosi a principi di metodo condivisi, e concentrando la propria analisi sulla qualità, sull’innovazione didattica, sulla valutazione dei risultati, sulla valorizzazione delle buone pratiche, creando modelli stabili di relazione tra i servizi del territorio e i propri bisogni.

Il presente Piano dell’Offerta Formativa Territoriale nasce dalla Conferenza di Servizio indetta dall’Amministrazione Comunale con le Istituzioni Scolastiche e rappresenta uno strumento operativo che offre la cornice concettuale alla progettazione formativa, in un’ottica di sistema, dando un senso e un valore unitario alle singole azioni concepite all’interno di un piano coerente di attività.

Scarica qui l’allegato completo.

Maggiori informazioni:

Comune di Scandicci
Assessorato alla Pubblica Istruzione
Cred:  Tel. 055.7591593

Inaugurazione della saletta insonorizzata per l’incisione di audiolibri della scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli (via Pablo Neruda), Venerdì 25 Novembre 2016 alle 11 alla presenza dell’attore Alessandro Benvenuti. L’artista ha infatti contribuito attivamente alla realizzazione del progetto di Lettura ad alta voce dell’Istituto comprensivo Spinelli, in collaborazione con il Comitato dei genitori e il patrocinio del Comune di Scandicci, sostenendolo con lo spettacolo “L’Atletico Ghiacciaia”, prodotto da Arca Azzurra Teatro e messo in scena lo scorso aprile al Teatro Aurora. A collaborare alla realizzazione del progetto sono stati anche la Biblioteca di Scandicci, il Consiglio d’Istituto, i docenti della Spinelli, la Dirigente scolastica Marina Andalò e l’Humanitas di Scandicci.

“E’ la conclusione di un percorso che ha condotto l’energia e la generosità di molte persone verso la riqualificazione di alcuni ambienti scolastici”, dicono i promotori del progetto, “dotando la scuola Spinelli di uno strumento unico e prezioso per una didattica sempre più significativa, inclusiva e di servizio alla comunità”.

Il percorso di Lettura ad alta voce, divenuto progetto d’Istituto del Comprensivo Spinelli all’interno del curricolo verticale d’Italiano, è iniziato lo scorso anno per la necessità di avvicinare i ragazzi alla lettura, attraverso la riscoperta della lettura ad alta voce, “una pratica semplice, gratificante e di grande impatto emotivo”.

Alessandro Benvenuti, invitato per un incontro con i ragazzi nel novembre dello scorso anno in qualità di lettore per un’editrice di audiolibri, in quell’occasione era stato nominato “padrino” dell’iniziativa; a seguito di quell’incontro ha poi deciso di collaborare concretamente al progetto con la messa in scena de “L’Atletico Ghiacciaia”.

“Oggi il box insonorizzato è una realtà alla scuola media Spinelli, uno strumento prezioso al servizio di tutto l’Istituto e non solo. E’ davvero dunque la realizzazione di un sogno, ma anche l’inizio di nuove possibilità educative, capaci di coniugare l’antico col nuovo e improntate ad una pedagogia della realtà e del servizio. Una pedagogia ripensata sul primato della parola e della parola narrante”.

La Biblioteca di Scandicci ha avviato da tempo una proficua collaborazione con le scuole del territorio di ogni ordine e grado e si muove su questo terreno d’intesa con i servizi scolastici ed educativi del Comune, con risultati di buon livello. Tra le esperienze recenti più significative ricordiamo il Festival “Oh che bel castello” , il progetto “Nati per leggere”, il progetto “Libernauta”, la collaborazione nello studio assistito, la redazione di bibliografie speciali e l’intenso programma di visite scolastiche.
Con l’avvio dell’anno scolastico cerchiamo di dare organicità e miglior visibilità alla proposta rivolte alle scuole dell’obbligo di Scandicci con un ricco programma che si articola in visite, laboratori condivisi e iniziative speciali rivolte ai bambini e alle loro  famiglie.

Ecco una serie di servizi trasversali offerti a tutti gli ordini scolastici:

Visite in Biblioteca
Le scuole prenotano la visita alla Biblioteca di Scandicci: le Bibliotecarie adattano le spiegazioni e le animazioni a seconda dell’età e delle caratteristiche dei piccoli lettori.

Bibliografie a richiesta
Grazie all’esperienza delle operatrici, alla disponibilità di un vasto catalogo specializzato, ai contatti e all’accesso a banche dati professionali siamo in grado di suggerire il libro giusto per qualsiasi necessità.
Le richieste di assistenza bibliografica possono essere inviate anche via mail.

Laboratori a richiesta
In stretta collaborazione con gli insegnanti e su argomenti inerenti la programmazione di classe, è possibile organizzare laboratori a tema, presentazioni di libri e letture animate.

Studio assistito
Nei periodi di vacanza scolastica, in collaborazione con le scuole e con i servizi educativi del Comune, vengono organizzati tavoli di studio assistito con presenza di tutor del servizio civile o di giovani tirocinanti.

Proiezioni di film in Auditorium
Su richiesta delle classi è possibile prevedere la proiezione di film su grande schermo nell’Auditorium della Biblioteca.

Giornata del gioco
Giunta alla sua sesta edizione, la giornata del gioco propone l’approccio guidato a forme di apprendimento mediato dal gioco, in collaborazione con associazioni ludiche del territorio.
Questo e molto altro ancora da curiosare, scoprire, chiedere e approfondire!

Scopri tutto il programma dedicato alle scuole

Maggiori informazioni:
La Biblioteca di Scandicci
Via Roma 38/A – 50018
Scandicci (FI)
Tel.: 055/7591.860-861

Lo spettacolo-musical è ambientato nella cornice giocosa e favolistica di un teatro di pupi siciliani. Il tema dell’incontro-scontro tra civiltà occidentale e orientale viene proposto in una prospettiva originale e ironica che prende spunto dai legami amorosi tra pagani e cristiani presenti nell’epica cavalleresca rinascimentale.
Nel solco di una tradizione mediterranea comune a partire dall’alto medio evo innumerevoli influssi mediorientali hanno permeato la cultura occidentale in ogni suo aspetto, contribuendo in modo strutturale al suo sviluppo. Stendendosi verso il centro del Mediterraneo la nostra penisola rappresenta il crocevia ideale dell’incontro tra due culture che troppo spesso i mezzi di comunicazione dipingono come inconciliabili. Più in generale è la storia dell’Europa tutta, con la variegata natura dell’Islam Balcanico e con le innumerevoli sintesi culturali realizzate in Andalusia, a smentire nei fatti lo stereotipo dell’Islam come cultura rigidamente ancorata a un fondamentalismo immutabile.
Lo spettacolo intende così individuare quei tratti comuni alle diverse culture che si affacciano sul Mediterraneo per interpretare la diversità culturale e linguistica non come ostacolo ma come ricchezza,
e offrire in questo senso un’occasione di riflessione in più per favorire reali processi di accoglienza e interazione con gli stranieri che abitano le nostre terre.

7 attori-cantanti, 2 ballerini e 6 musicisti danno vita a uno spettacolo entusiasmante, esilarantee fantasioso che ha già trovato grande consenso tra i differenti tipi di pubblico. Nei molti brani appositamente composti per la commedia da Michelangelo Zorzit, suggestioni mediorientali e balcaniche convivono con la canzone italiana e con le sonorità dei Bizantina, gruppo che ha sempre ispirato la propria produzione alle tradizioni popolari del Sud Italia (tarante, pizziche, tammuriate, il teatro musicale di Roberto De Simone e la poesia di Eduardo De Filippo). Elementi dialettali si unicoscono così a reminescenze letterarie elevate, che svelano in questo contesto tutta la potenzialità interculturale della musica.

Lo spettacolo, prodotto dai Bizantina, andrà in scena Lunedì 3 ottobre al Teatro Aurora di Scandicci col patrocinio del Comune di Scandicci, la mattina per le scuole in occasione del Giorno della memoria e dell’accoglienza, per ricordare il tragico naufragio del 2013 dove a largo di Lampedusa morirono 368 migranti.
(La sera per tutti lo spettacolo va in scena anche il 30 settembre e il 1 ottobre)

Lo spettacolo è particolarmente suggerito per la fascia d’età che abbraccia dalla 2^-3^ media e 1^-2^ superiore. Le adesioni (specificando le classi, il n. di alunni e dei docenti accompagnatori) devono pervenire entro il 22 Settembre all’email  educard @ scandiccicultura.it

eTwinning è la più grande community europea di insegnanti attivi nei gemellaggi elettronici tra scuole.

Nata nel 2005 su iniziativa della Commissione Europea e attualmente tra le azioni del Programma Erasmus+ 2014-2020, eTwinning si realizza attraverso una piattaforma informatica che coinvolge i docenti facendoli conoscere e collaborare in modo semplice, veloce e sicuro, sfruttando le potenzialità delle nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) per favorire un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione e la creazione di un sentimento di cittadinanza europea condiviso nelle nuove generazioni.

L’ azione permette di aprirsi ad una nuova didattica basata sullo scambio e la collaborazione in un contesto multiculturale con numerose opportunità di formazione e un sistema di premi e riconoscimenti di livello internazionale.

Un progetto eTwinning può essere attivato tra almeno due insegnanti di scuole pubbliche o parificate, facenti parte di due o più Paesi tra quelli aderenti all’azione, è inoltre possibile creare un progetto di gemellaggio tra docenti dello stesso Paese (gemellaggi elettronici nazionali).

Partecipare ad eTwinning può significare anche coinvolgere tutta la scuola in un progetto inter-curriculare a vari livelli (insegnanti, alunni, dirigenti scolastici, bibliotecari, consulenti per l’orientamento, ecc.), per scambiare idee e metodologie in modo continuo, in team di docenti, sperimentando nuove forme di insegnamento in un contesto internazionale e multiculturale. Il progetto può essere inoltre parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) dell’istituto, contribuendo a evidenziarne la partecipazione alle politiche europee di cooperazione.

Secondo i dati del primo semestre 2016 si registra un incremento costante dei docenti italiani presenti sulla piattaforma, che con 7.218 nuove registrazioni arrivano a un totale 39.923 (oltre il 10% degli oltre 390mila iscritti in tutta Europa). In media sono 3 gli insegnanti iscritti alla piattaforma in ciascun istituto.

In crescita anche il numero di nuovi progetti attivati: da gennaio 780 in più per un totale di 11.058 progetti dal 2005.
Il numero degli istituti scolastici è cresciuto di pari passo, con 1.277 nuove scuole coinvolte nei primi 6 mesi dell’anno, che sommati alle scuole già registrate raggiungono la quota di 12.342 istituti eTwinning. In questo modo la percentuale di penetrazione sul territorio italiano passa dal 23,2% al 28,8% (percentuale di scuole iscritte sul totale delle scuole presenti in Italia). In un caso su tre le Lingue Straniere sono la materia più scelta da insegnanti e alunni, una tendenza relativamente naturale nelle attività di gemellaggio fra Paesi diversi.

Per saperne di più, per iscriversi al portale e curiosare tra le buone pratiche, questo è il sito  http://etwinning.indire.it/

La Libera Università di Scandicci, giunta ormai alla sua ottava annualità, conferma anche questo anno un’ottima partecipazione: nell’ultima edizione conclusasi adesso a giugno, il numero di iscritti ha battuto tutti i record, giungendo a quota 592, con un incremento di 142 iscrizioni rispetto all’anno scorso. Sono stati realizzati 20 corsi sui 25 proposti in programma e 8 di questi sono stati replicati e prolungati per le numerose richieste pervenute durante l’anno. Tra le proposte che hanno riscosso maggior successo, oltre alla scrittura creativa con Enzo Fileno Carabba, i laboratori con Letizia Sgalambro e Leggere la Bibbia in Biblioteca a cura di Mariano Inghilesi che ogni anno fanno il tutto esaurito, questa edizione ha visto una massiccia partecipazione ai corsi dedicati alla storia di Firenze Capitale, all’Islam raccontato dalle donne, agli incontri divulgativi sulla salute, le visite alle Ville Medicee e alle dimore fiorentine. Un interesse particolare è stato riscontrato anche dal bellissimo laboratorio di libri fatti a mano a cura di Susanna Pellegrini, l’arte moderna con visita ai musei a cura dell’Associazione Regola d’Arte e dagli incontri Leggere la scuola, un ciclo dedicato a indagare il rapporto tra scuola e società, a partire dal dialogo privilegiato con autori di libri direttamente scelti dagli insegnanti attivi in città.
L’indice di gradimento da parte dei corsisti è molto alto, va da un minimo di 7,50 (su base 10) fino a un massimo di 9.82 per il corso più apprezzato, che è stato quello condotto da Roberto Pacini “Il piacere della lettura ad alta voce”. La media complessiva della valutazione di tutti i corsi è pari a 9,32, cosa che dimostra la buona qualità dei percorsi formativi e soprattutto la buona corrispondenza della programmazione rispetto agli interessi e alle richieste degli iscritti, con un catalogo dell’offerta formativa che si rinnova ogni anno.

Dai questionari di fine corsi emergono in effetti dei dati importanti: tra gli aspetti più rilevanti emerge che la netta maggioranza degli iscritti è donna, 514 persone, mentre gli uomini che frequentano le attività sono appena 78. Questo aspetto mette in evidenza una maggior curiosità da parte del mondo femminile verso le attività culturali, in ragione anche di una maggior disponibilità di tempo. Il dato riflette naturalmente la prevalenza percentuale del gentil sesso sugli uomini che aumenta con l’aumentare dell’età. Nonostante per iscriversi sia sufficiente essere maggiorenni, l’età media degli iscritti è infatti ancora molto alta. Dei 592 partecipanti la maggioranza si colloca nella fascia d’età lavorativa 25/65 anni (259 persone) mentre 208 dichiarano di avere più di 65 anni, un solo iscritto ha meno di 25 anni e 62 persone non indicano l’età. Un altro aspetto interessante è che la Libera Università si sta proiettando sempre di più nel contesto metropolitano cittadino: 383 iscritti provengono da Scandicci, ma sta aumentando l’adesione anche da fuori comune con 209 persone, in massima parte dal Quartiere 4 di Firenze, da Signa e Lastra a Signa, da Sesto Fiorentino fino alle colline di San Casciano e Montespertoli.

E alla domanda “come sei entrato in contatto con la Libera Università?” quasi due terzi dei partecipanti rispondono: grazie al passaparola, al contatto con un amico. Solo un terzo circa dice di averlo saputo dal sito web o dalla newsletter del Comune, elemento questo che corrisponde in generale alla media di alfabetizzazione digitale dei cittadini. Ma ciò che è più rilevante ai fini del progetto, oltre alla possibilità di ampliare le proprie conoscenze, è proprio il fatto che offre un contesto socievole per l’apprendimento e permette di stabilire nuove amicizie e nuove relazioni grazie ai corsi, che facilitano il contatto tra le persone sulla base di interessi comuni e anche tra generazioni diverse.
Il programma è curato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Scandicci, insieme al Centro per l’Istruzione per gli Adulti di Firenze (CPIA), alle scuole del territorio e alle associazioni Auser Scandicci e Arco, che hanno sottoscritto un apposito protocollo di intesa per promuovere l’educazione agli adulti lungo tutto il corso della vita. Il programma del prossimo anno 2016/ 2017 sarà presentato a Settembre.

In questi giorni è possibile candidare le proposte per i nuovi corsi di formazione rispondendo all’avviso pubblicato sul sito del Comune entro il 16 luglio. Il bando è disponibile a questo link 

Vai ai commenti 396

Grazie all’Open Program del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, di ritorno da una lunga e ricca permanenza nel Bronx a New York, e dopo un viaggio pieno di sorprese a Vienna, i seminari liberi di canto tornano in Toscana con una serie di incontri cantati aperti al pubblico.

Gli incontri cantati si basano su canti della tradizione afro-americana del Sud degli Stati Uniti.  
La partecipazione al seminario è assolutamente libera, non ci sono limiti di età o di competenza.
Chiunque può partecipare: attori, danzatori, cantanti, ma anche – indipendentemente dalla professione – chiunque sia interessato a scoprire nuovi modi d’incontro e di interazione, in questo momento storico così critico. Potete venire e osservare e assistere, o decidere di cantare  e sperimentare il nostro approccio al canto in una sessione in cui saranno insegnati diversi canti del repertorio e sarà mostrato questo nuovo modo di lavorare su una possibilità di incontro. I canti  sono semplici da imparare, saranno forniti inoltre dei testi stampati.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Venerdì 10 Giugno dalle 19 alle 22 al Teatro Studio “Mila Pieralli”
Osservare e assistere o decidere di cantare e sperimentare l’approccio al canto.
Il Seminario darà a chiunque vi partecipi gli strumenti per partecipare ai due incontri successivi

Sabato 11 Giugno dalle 16 alle 17.30 Teatro della Pergola – Firenze
Domenica 12 Giugno dalle 18 alle 20 Teatro Studio “Mila Pieralli”- Scandicci

Per saperne di più
www.teatrodellatoscana.it
www.theworkcenter.org

Venerdì 27 maggio alle ore 17.30 presso la Biblioteca di Scandicci (Via Roma 38a) il Teatro della Toscana presenta il Laboratorio drammaturgico – performativo «Sotto l’accappatoio dell’epoca tutti gli imbecilli sono uguali», o quasi… con Nicola Bortolotti (attore e drammaturgo) e Giacomo Pedini (coordinatore).

Giornali, satire feroci, commedie caustiche, romanzi dai toni languidi o gravidi di oscuri presagi, poesie struggenti o revolverate ipermoderne, ma anche documenti segreti e care lettere, d’amore e di danaro: a voi l’armamentario letterario della belle époque, conturbante e dai mille volti!

All’interno del progetto, ideato e diretto da Claudio Longhi, Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915), un’occasione per provare in prima persona a cimentarsi con la scrittura e la messinscena di un corto teatrale. Il progetto  sta coinvolgendo la città di Firenze in una lunga indagine, con laboratori, letture e spettacoli teatrali e non solo, su quelle contraddizioni che, cento anni fa, portarono il «mondo di ieri» a gettarsi, entusiasta e incosciente, nella follia della Grande Guerra.
Personaggi reali e di finzione, avvenimenti storici, veri o presunti, vicini o lontani, popoleranno la vostra immaginazione nei 6 incontri (di 2 ore ciascuno) in cui comporrete e metterete in scena un breve copione: un modo, immediato e diretto, per osservare, con lo sguardo di oggi, situazioni e figure di quell’Europa di ieri.

Il laboratorio si terrà tra giugno / luglio e ottobre / novembre.
Le date del laboratorio saranno comunicate durante la presentazione.
La partecipazione al laboratorio è gratuita e non sono richieste esperienze pregresse.
Per informazioni e iscrizioni scrivere (entro il 12 giugno) a centrostudi @ teatrodellatoscana.it

www.carissimipadri.it

In onore del 30ennale della morte di Altiero Spinelli (23 maggio 1986) lunedì 23 maggio 2016, dalle 12 alle 14, presso l’Auditorium della Scuola di secondo grado A. Spinelli di Scandicci, si terrà per i ragazzi la proiezione del film di Alberto Negrin “Un mondo nuovo – Altiero Spinelli”.

Il film tratta del periodo nazifascista nel 1941 a Ventotene, piccola isola del Mediterraneo, in cui Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Ursula Hirshmann e Ada Rossi, lì confinati dal regime fascista, elaborano il Manifesto di Ventotene: pietra miliare per la costruzione di un’Europa libera, in pace e democratica, unita in uno stato federale.

Come si legge nel comunicato ufficiale del Movimento Federalista Europeo: “Solo post-mortem, Spinelli è stato accettato nel Pantheon dei “padri dell’Europa” accanto a Jean Monnet e Robert Schuman che furono – l’uno ispiratore, l’altro esecutore – alle origini della Comunità europea ma anche a tre leader nazionali della “piccola Europa”: Adenauer, De Gasperi e Spaak, in un’astratta coalizione che unisce ai cattolici Schuman, De Gasperi e Adenauer il socialista Spaak, il laico Monnet e l’ex-comunista Spinelli.

Spinelli ha arricchito il contesto di riflessioni dedicate principalmente al futuro della Francia in Europa, arrivando alla conclusione che la democrazia avrebbe prevalso sui totalitarismi ma che la solidità della pace sul continente sarebbe stata indissolubilmente legata alla costruzione di un’Europa federata.

Mentre evapora il consenso delle opinioni pubbliche verso il progetto di unificazione del continente e crescono movimenti che descrivono il sogno federalista come un incubo da cui bisognerebbe fuggire, vale la pena di ricordare oggi quello che allora appariva un’utopia ed oggi è una necessità.”

Nella foto i ragazzi della Scuola Spinelli in occasione dell’intitolazione della Scuola che intervistano Pier Virgilio Dastoli, Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Europeo, già assistente di Altiero Spinelli al Parlamento Europeo.

Per saperne di più sul programma ufficiale degli eventi clicca qui