Warning: Illegal offset type in /web/htdocs/educard.scandiccicultura.eu/home/wp-includes/class-wp-widget-factory.php on line 57 cittadinanza attiva | eduCARD
Home Etichette Articoli etichettati con "cittadinanza attiva"

La Libera Università di Scandicci festeggia questo anno il suo decennale di attività. Un traguardo importante, che ha visto crescere le iscrizioni di anno in anno, con una base di oltre 600 frequentanti e con proposte formative ogni volta diverse, aperte alle realtà del territorio e ai suggerimenti degli stessi iscritti.

In questi giorni si stanno ultimando le iscrizioni. Ultimi posti disponibili per il corso di Libri fatti a mano (particolarmente adatto a educatrici/educatori di scuola materna e insegnanti di scuole primarie), Cittadini 2.0 (conoscere internet – livello elementare) e Letture ad alta voce con Roberto Pacini, in Biblioteca. Per iscriversi contattare Auser e prendere un appuntamento con i volontari addetti alle iscrizioni (Tel. 055.755188).

Come sottolinea l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Formazione Professionale, Diye Ndiaye:
“I corsi Libera Università sono aperti a tutti (basta aver compiuto 18 anni) e rappresentano un’occasione per tenersi in allenamento con la mente, con il cuore e con la socialità. Nell’epoca ipertecnologica dell’intelligenza artificiale, in cui viviamo tutti connessi, corriamo il rischio di essere sì virtualmente collegati con tutti, ma umanamente soli. Ecco che la nostra offerta formativa vuol abbracciare questa sfida, chiamando in causa anche il rapporto tra le diverse generazioni e rinnovando l’invito a uscire di casa, a incontrarsi attorno a un argomento che ci appassiona, a coltivare il piacere della scoperta e le curiosità custodite dai luoghi e nelle persone”.

Il programma culturale cerca di tenere insieme proposte variegate che combinano aspetti innovativi con quelli più tradizionali del nostro vivere, confermando anche in questa edizione un ampio spazio dedicato ai laboratori (dalla scrittura creativa al teatro, dalla robotica ai libri fatti a mano), agli incontri di scienza e di archeologia, alle conversazioni di geopolitica, all’evoluzione della lingua italiana (fino al tema dell’odio on-line) con l’Associazione Arco insieme all’Accademia della Crusca. Proseguono anche gli aperitivi del venerdì di Auser, la lettura ad alta voce, le visite guidate e le passeggiate fiorentine alla scoperta del patrimonio artistico e culturale del territorio.

La Libera Università è un progetto coordinato dal Comune di Scandicci che si realizza attraverso un protocollo d’intesa in collaborazione con il Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti, l’Istituto Statale Superiore “B.Russell – I.Newton”, Istituto d’Istruzione Superiore Sassetti-Peruzzi, A.R.C.O. Associazione Ricerca Cultura Orientamento e Auser Volontariato Scandicci.

Per maggiori informazioni e per iscriversi ai corsi rivolgersi ad Auser nei giorni Lunedì, Mercoledì e Venerdì in orario 9.00-11.00 (Via IV Novembre, 13. Accesso da Piazza Piave accanto al Cinema Cabiria. Tel. 055.755188)  fino al 16 Ottobre, termine ultimo per le iscrizioni.
E’ possibile prenotare i corsi anche on line dalla colonna laterale qui sulla destra.
Scarica qui tutta la documentazione.

Catalogo dell’offerta formativa

Depliant 2017

Modulo Iscrizione 2017-18
(Il modulo cartaceo è da consegnare ad Auser, accompagnato dal pagamento entro il 16 Ottobre)

Inaugurazione Libera Universita' 2017

‘Leggi la Legge’ è un progetto che mira a rendere consapevoli gli studenti di come la legge non sia solo un testo da dover studiare dietro i banchi di scuola, ma contenga concetti che vanno assimilati per poter dare un proprio contributo nella società, non solo in quanto portatori di diritti, ma anche come garanti dei diritti altrui.

Mercoledì 3 Maggio 2017 alle ore 11.30 presso la Fabbrica dei Saperi si è tenuto uno workshop con la partecipazione degli studenti delle classi 1^B del corso di Amministrazione Finanza e Marketing (AFM) dell’Istituto Statale d’Istruzione Superiore “Bertrand Russell – Isaac Newton” e la 3^F della Scuola Media Statale “Enrico Fermi” di Scandicci, invitati a riflettere sul contenuto dell’articolo 3 della Costituzione italiana e sulle parole chiave che lo compongono.

L’incontro si è aperto con un dibattito a partire dalla proiezione di slides, focalizzandosi sul significato di dignità – “l’immagine che gli altri hanno di me stesso”- ed uguaglianza, sempre nel rispetto della diversità. Diversità vista come ricchezza e non come minaccia, intimoriti da ciò che non si conosce. Attraverso domande incalzanti sull’argomento, i ragazzi sono arrivati a ragionamenti ponderati su come la pari dignità sia un obiettivo difficile da raggiungere e una continua conquista, in quanto viviamo in un mondo complesso e in continuo mutamento.

I concetti esposti nel confronto sono stati rinforzati con la visione del film documentario del 2013 di Pascal Plisson “Vado a scuola” (Sur le chemin de l’école), storie di vita quotidiana di quattro bambini provenienti da diverse parti del mondo alle prese col tragitto verso scuola.
I ragazzi hanno potuto conoscere la storia di Samuel, bambino disabile di un piccolo villaggio sul golfo del Bengala, che riesce a raggiungere la scuola con una sedia a rotelle malridotta spinta dai due fratelli dopo un’ora e mezzo di cammino tra strade sabbiose, fiumi e mangrovie, dovendo affrontare non pochi imprevisti. Grazie non solo alla sua forza di volontà, ma anche alla solidarietà dei fratelli, dei compagni di scuola e dei membri della comunità, Samuel avrà la possibilità di studiare e la speranza di realizzare il sogno di diventare un bravo medico.
Testimonianza che dimostra come a qualsiasi età e con la cooperazione dei singoli, possiamo essere strumenti di garanzia per aiutare chi è in difficoltà e quindi affermare la dignità altrui, senza delegare tale compito solo alla Stato o alle autorità.

Infine l’intervento di Alberto Lastrucci, Direttore del Festival Internazionale dei Popoli, associazione senza scopo di lucro impegnata da oltre cinquanta anni nella promozione e nello studio del cinema di documentazione sociale, ha dato un prezioso contributo nel far comprendere ai ragazzi le tecniche dei film documentario, genere cinematografico che fornisce una visione più ampia della realtà che ci circonda.

Mattinata i cui protagonisti sono stati gli studenti che con i loro interventi si sono messi in gioco, partecipando in maniera viva e responsabile e riservando commenti positivi a questa esperienza, che servirà a costruire un percorso verso una cittadinanza consapevole e attiva.

La foto è tratta dal film documentario di Pascal Plisson “Vado a scuola” (Sur le chemin de l’école).

Articolo di Chiara Bettoni

Il Comune di Scandicci, Libera, Social Party Scandicci e l’associazione podistica Il Ponte con il patrocinio della Regione Toscana e la collaborazione della Cooperativa di Legnaia, Farma.net spa, Alliance Farmacie comunali, Alta scuola di pelletteria italiana, Diadora e Unicoop Firenze, si impegnano per il sesto anno nella promozione della cultura della legalità con il progetto “Libera la tua terra – Percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla legalità”– assieme alle scuole cittadine, al mondo associativo e a quello imprenditoriale.
Il progetto, sostenuto dall’Alta scuola di pelletteria italiana che dona al Comune le magliette della legalità, e organizzato in collaborazione con Libera, fissa un ricco calendario di incontri culturali, attività didattiche e manifestazioni sportive.
Le novità di questa edizione sono le giornate di formazione per i docenti e gli scambi culturali tra i ragazzi delle scuole dei Comuni di Scandicci e Lentini. Il progetto negli anni ha coinvolto oltre 15 mila partecipanti e portato all’acquisto di 37 mila kg di arance biologiche, superando nella scorsa edizione ogni record di acquisti. Le arance provengono dalla Cooperativa Libera Terra Beppe Montana che coltiva terreni confiscati alla mafia in Sicilia.

Tutte le iniziative organizzate nell’ambito del programma di “Libera la tua terra 2017”:

Sabato 4 febbraio dalle ore 10 alle 14 al mercato cittadino di piazza Togliatti vendita delle magliette e iscrizioni alla passeggiata dalla Legalità, che si terrà domenica 19 febbraio assieme alla Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie”. Iscrizioni e vendita delle magliette (8 euro complessive) anche sabato 11 febbraio, sempre dalle 10 alle 14 presso lo stand delle associazioni del Social Party al mercato settimanale, presso l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Scandicci (piazzale Resistenza) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, e presso il Villaggio della legalità che sarà allestito sabato 18 (10-17) e domenica 19 febbraio (9-13) in piazza della Resistenza (fermata tramvia Resistenza).
Info e iscrizioni per la Gara agonistica, le minirun e la walking, sempre in programma domenica 19.2 dalle 9 con partenza in piazza Resistenza, presso la Podistica il Ponte, 328.7052869   www.mezzamaratonascandicci.it

Lunedì 13 febbraio alle 21 al Cinema Cabiria “Pericle il nero” di Stefano Mordini, a cura degli Amici del Cabiria.

Mercoledì 15 febbraio alle 17 nell’Auditorium Mario Augusto Martini della Biblioteca di Scandicci (via Roma 38a), l’inaugurazione della mostra “Disegna ciò che vedi”, un percorso espositivo a cura dell’associazione Arco, che unisce le celebrazioni per il Giorno della Memoria con l’educazione alla legalità e ai diritti dei bambini; la mostra prosegue fino a mercoledì 22 febbraio. Visite guidate su prenotazione al 338.2375373.

Sabato 18 febbraio al Villaggio della Legalità in piazza della Resistenza dalle 10 alle 17 la vendita e la consegna delle confezioni di arance preacquistate dagli studenti e dai cittadini per “Vitamine per la scuola”, presso lo stand delle associazioni e delle scuole del territorio.

Sabato 18 febbraio alle 18 al Ginger Zone di piazza Togliatti Aperitivo della legalità con le arance della cooperativa Beppe Montana e dj set.

Sabato 18 febbraio alle ore 20 alla Sala Feste del  Circolo Aurora (Via San Bartolo in Tuto, 1 ) Cena di solidarietà “Libera la tua terra” organizzata dal Comitato dei Genitori dell’Istituto Comprensivo “R.Casini”.
Il costo della cena è di 20€ per gli adulti (dai 14 anni), di 10€ per i bambini 4-13 anni e gratuito fino a 3 anni. La cena è aperta a tutti ed è stata pensata per offrire un momento di convivialità e condivisione ai ragazzi di Lentini, ospiti degli studenti dei tre comprensivi scolastici di Scandicci e per far conoscere ai partecipanti la realtà della Cooperativa Beppe Montana nella persona e nelle parole del Presidente Alfio Curcio.  Iscrizioni e prenotazioni al 3206346493

Domenica 19 febbraio con partenza dal Villaggio della Legalità in piazza Resistenza dalle 9 alle 13 la Passeggiata della Legalità e la Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie” (passeggiata 5 km, gara podistica 21,097 km, corsa non competitiva 11 km, minirun 1 km, walking 5 km) con la campionessa Milena Megli.

Mercoledì 22 febbraio alle 17 nella saletta Cna in via 78esimo Reggimento Lupi di Toscana, l’incontro pubblico “Tutti i segreti della zoo mafia”, a cura dell’associazione Progetto Animalista per la Vita in collaborazione con Mariangela Corrieri dell’associzione Gabbie Vuote e la partecipazione di Valeria Ronzani del Corriere Fiorentino e della Consigliera Regionale Monia Monni.

Domenica 26 febbraio alle 11 nell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza per la rassegna Il Libro della Vita Giovanni Impastato parla de Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Domenica 26 febbraio alle 21 con ingresso libero al Teatro Studio Mila Pieralli, Pippo Pollina & Palermo acoustic quintet, in concerto per il Tour della Memoria “Passi di legalità” nel venticinquesimo anniversario della stragi di Falcone e Borsellino.  Scarica il  pieghevole 2017

Scarica il Programma dedicato alle scuole

Info: Segreteria dell’Assessorato alle Politiche Sociali 055.7591351

La Mezza Maratona “Di corsa contro le mafie” di domenica 21 febbraio, le arance di “Vitamine per la scuola” coltivate dalla cooperativa Beppe Montana in Sicilia sui terreni confiscati alla mafia (in vendita per finanziare le attività delle scuole), le magliette della legalità vendute al mercato dalle associazioni cittadine del Social Party nei sabati 6 e 13 febbraio, e poi incontri, spettacoli e iniziative per le scuole.
Sono questi gli eventi in programma per la quinta edizione di “Libera la tua terra – Percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla legalità”, organizzato dal Comune di Scandicci, da Scandicci Cultura, Libera, Social Party, Alta Scuola di Pelletteria Italiana e Asd Podistica Il Ponte.
“Dal 2012 Scandicci è impegnata sulla promozione della cultura della legalità con il progetto Libera la tua terra, realizzato insieme alle scuole cittadine di ogni ordine e grado, il mondo associativo e quello imprenditoriale”, dice il Sindaco Sandro Fallani.

Il progetto, sostenuto dall’Alta Scuola di Pelletteria Italiana che dona al Comune le magliette della legalità, e organizzato in collaborazione con l’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie prevede un ricco calendario di incontri culturali, attività didattiche e manifestazioni sportive che negli anni hanno coinvolto oltre 12000 partecipanti e portato all’acquisto di circa 28000 kg di arance biologiche provenienti dalla cooperativa Libera Terra Beppe Montana, che dal 2012 coltiva terreni confiscati alla mafia in Sicilia.

“Scandicci ritrova dunque il senso dell’impegno etico e civile in questo grande acquisto collettivo di arance”, continua il Sindaco, “un gesto simbolico e concreto che riunisce aspetti fondamentali della nostra società: una sana alimentazione, una sana imprenditoria, il valore sociale della donazione alle scuole cittadine, che ricavano fondi per le attività progettuali legate ai comitati genitori. Invito tutti, dunque, a partecipare a questo grande progetto e alle sue iniziative: corriamo, camminiamo, andiamo al cinema e in auditorium, compriamo le arance ma soprattutto sosteniamo con azioni concrete i valori della legalità”.

Questo il programma completo delle iniziative di Libera la tua terra.

Sabato 30 gennaio “Mettiamoci in gioco… ma non azzardiamo!” dalle 9,30 alle 12 a Villa Vogel, via delle Torri 23 a Firenze, organizzato dal Comune di Scandicci e dal Quartiere 4 del Comune di Firenze, un convegno sul gioco d’azzardo nell’ambito della campagna di contrasto alla ludopatia; alle 14,30, in piazza della Resistenza, l’iscrizione e la registrazione alla caccia al tesoro lungo l’asse della tramvia.

Sabato 6 e 13 febbraio dalle 10 alle 17 la vendita delle magliette della legalità al mercato settimanale in piazza Togliatti (stand delle associazioni del Social party).

Lunedì 8 febbraio alle 21,30 al Cinema Cabiria (piazza Piave) la Trattativa di Sabina Guzzanti a cura degli Amici del Cabiria in collaborazione con Fondazione Caponnetto. Ingresso soci Amici del Cabiria 3 euro (possibilità di tesserarsi la sera stessa).

Lunedì 15 febbraio alle 21,30 al Cinema Cabiria (piazza Piave) Anime nere di Francesco Munzi, a cura degli Amici del Cabiria in collaborazione con l’associazione Libera. Ingresso soci Amici del Cabiria 3 euro (possibilità di tesserarsi la sera stessa).

Sabato 20 febbraio dalle 10 alle 13 in piazza Resistenza per “Vitamine per la scuola”, la vendita e la consegna delle confezioni di arance preacquistate dagli studenti e dai cittadini; dalle 10 alle 19 il ritiro del pettorale e del pacco gara per gli atleti già iscritti alla Mezza Maratona (stand delle associazioni e delle scuole del territorio, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19).

Domenica 21 febbraio alle 9,30 in piazza della Resistenza la Passeggiata della legalità e la Mezza Maratona Città di Scandicci “Di corsa contro le mafie” a sostegno delle attività economiche sui terreni confiscati alle mafie. Sono organizzate la passeggiata (5 km), la gara podistica (21,097 km), la corsa non competitiva (11 km), la mini run (1 km) e il walking (5 km, guidato dalla campionessa mondiale Milena Megli).

Info e iscrizioni gara agonistica, minirun e walking:
Podistica Il Ponte 3287052869 www.mezzamaratonascandicci.it ; iscrizione alla passeggiata e maglietta 8 euro; punti di iscrizione e acquisto maglietta: mercato di Scandicci, piazza Togliatti, sabato 6 e 13 febbraio presso il banco Social party; Comune di Scandicci, piazza Resistenza 1, Assessorato alle Politiche sociali, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 15 alle 18; piazza Resistenza, Villaggio della Legalità sabato 20 e domenica 21 febbraio, dalle 10 alle 13.

Martedì 23 febbraio dalle 21,15 al Teatro Aurora di Scandicci, per AuroradiSera, Pamela Villoresi e Claudio Casadio ne “Il mondo non mi deve nulla”, noir veloce e raffinato di Massimo Carlotto.

Domenica 3 aprile alle 11 all’Auditorium, del centro Rogers in piazza della Resistenza, per la rassegna Il libro della vita Ettore Squillace Greco parla de La Costituzione Italiana , con la consegna del libro sulla Costituzione da parte dei docenti e degli alunni della Scuola xxv Aprile al Sindaco.

A giugno sarà infine organizzata la mostra conclusiva delle scuole con l’esposizione dei lavori sulla legalità.

Il Comune di Scandicci, nel corso dell’anno scolastico 2014/15, ha dato vita alla quarta edizione di “Libera, la tua terra”, il progetto di promozione della cultura della responsabilità e di educazione alla cittadinanza attiva, che ha coinvolto in primo luogo le scuole e le associazioni, il mondo imprenditoriale e tutta la città nel suo insieme, con un ricco programma  di incontri e dibattiti.

Un percorso che ha visto diversi momenti importanti e partecipati, come la campagna “Vitamine per la scuola” e “Di corsa contro le mafie”, e le numerose iniziative organizzate dal Comune di Scandicci, insieme all’Associazione “Libera, nomi e numeri contro le mafie”, Associazione Arco (Associazione Ricerca, cultura, orientamento), Associazione Melarancia, Scandicci Cultura, il coordinamento cittadino del volontariato sociale “Social Party”, l’Alta Scuola di Pelletteria Italiana.

A conclusione di questo percorso, il Comune di Scandicci e Scandicci Cultura hanno raccolto gli scritti dei ragazzi che hanno partecipato agli incontri e al concorso di scrittura, fatto interviste, riflettuto sui temi della corruzione, dell’omertà e dell’impegno civile.

Come ha dichiarato l’assessore alla Pubblica Istruzione Diye Ndiaye, “le loro parole, le loro impressioni, le loro domande, ci restituiscono tutto il valore del percorso svolto e dell’impegno quotidiano che ciascuno nel proprio luogo di vita può e deve portare avanti su questi temi, a partire proprio dalle piccole cose…che alla fine portano grandi frutti”.

Buona lettura!

Gli studenti dell’SMS Spinelli intervistano Ettore Squillace Greco

Gli studenti della SMS Fermi intervistano Ettore Squillace Greco

Gli studenti della SMS Rodari intervistano Ettore Squillace Greco

Il 9 Aprile 2015  alla Fabbrica dei Saperi di Scandicci si è tenuta una giornata di riflessione e confronto sullo strumento dell’ Urban Center. Un Urban Center è attivo anche a Scandicci da poco meno di un anno ed è gestito in collaborazione con l’ Istituto Nazionale di Urbanistica.
Il Consiglio Comunale ha individuato in Scandicci Cultura il soggetto che dovrà individuare contenuti e alleanze per farlo diventare un punto attivo nell’area metropolitana.
Ha concluso la giornata Giuseppe Matulli, Presidente di Scandicci Cultura, con l’impegno a costruire nei prossimi mesi gruppi di lavoro sul tema dello sviluppo futuro di Scandicci.
Proponiamo qui le slides del prof. Bruno Morando dell’Università La Sapienza di Roma che ha aperto la manifestazione.

Maggiori informazioni:
Scandicci Cultura
Tel. 055.7591596- 867

Martedì 18 Novembre ore 21.00 presso la Sala del Consiglio Comunale “O.Barbieri” (Piazza della Resistenza) ha avuto luogo la cerimonia di intitolazione dell’Istituto Comprensivo II ad Altiero Spinelli. L’incontro aperto alla cittadinanza ha avuto l’obiettivo di approfondire la conoscenza della figura del grande padre fondatore dell’Europa. A molti è conosciuto per essere l’autore, insieme a Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni, del famoso Manifesto di Ventotene, considerato il primo documento ufficiale che prefigura la necessità dell’istituzione di un’Unione europea di tipo federalista, con una moneta unica, un esercito e una politica estera unica per l’Europa. Per questi motivi il Manifesto è considerato il testo fondante dell’Unione europea. Molto meno conosciute, se non agli studiosi, sono invece le vicende di Altiero Spinelli prigioniero politico, di instancabile antifascista e le sue battaglie per il Progetto di Trattato che istituisce l’Unione europea, che è stato essenziale per aprire la strada alla riforma dei Trattati di Roma e ha ispirato una parte importate delle innovazioni oggi contenute nel Trattato di Lisbona.

La cerimonia di intitolazione, con il patrocinio dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Scandicci, prevede la partecipazione speciale della figlia, Barbara Spinelli, lei stessa europarlamentare, e di Pier Virgilio Dastoli, che fu suo assistente e oggi ricopre il ruolo di Presidente del Movimento Europeo (sezione Italiana). Nella sala è stato allestito un percorso espositivo di attività grafico pittoriche degli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria, mentre gli studenti della scuola secondaria interverranno cantando l’Inno alla Gioia e l’Inno di Mameli e presentando con propri elaborati la figura di Altiero Spinelli insieme alle principali tappe della storia della costituzione dell’Unione Europea.
Un’ occasione preziosa in cui ci è stata offerta la possibilità di ribaltare i nostri punti di vista: sono stati, infatti, i ragazzi a fare una lezione di storia e di cittadinanza, mentre gli adulti e gli insegnanti sono stati ad ascoltare.

Per l’anno scolastico 2014/2015 l’Istituto “Altiero Spinelli” dedicherà molti progetti alla tematica Europea: il progetto lingue, il progetto intercultura ed il progetto memoria, che di seguito illustriamo.
– Festa delle Lingue. A Settembre, la Giornata Europea delle lingue è l’evento che apre all’incontro dell’istituto con la realtà europea, attraverso il lavoro strutturato per tutto l’anno che crea nuove opportunità per il potenziamento delle lingue straniere attraverso certificati riconosciuti a livello europeo.
– Fiera di Scandicci. Ottobre. All’interno del più grande evento cittadino la scuola primaria alla secondaria presenteranno l’Europa attraverso attività creative didattiche e artistiche attorno al tema dell’incontro tra Africa ed Europa.
– Settimana dell’intercultura.
A Dicembre un’intera settimana mirata all’approfondimento e alla conoscenza in modo esperienziale, alternativo e interattivo del continente Europa ( collegamenti skype, lezioni aperte, conferenze e testimonianze da parte di esperti esterni). Momento culmine sarà l’Open Day, in cui gli studenti dell’istituto saranno protagonisti in veste di guide turistiche della propria scuola in lingua straniera.
– Giorno della Memoria.
Mercoledì 28 gennaio, rappresentazione al Teatro Studio dello spettacolo “Eravamo bambini ad Auschwitz” a cura delle classi terze.
– Visita al Parlamento Europeo a Strasburgo e al campo di concentramento di Natzweiler per le classi terze. (Febbraio – in attesa di conferma).

Altiero_Spinelli

Chi era Altiero Spinelli?
Ecco una breve biografia estratta dalla presentazione del comitato nazionale nel 2007 in occasione delle celebrazioni del centenario dalla sua nascita.

Altiero Spinelli nasce a Roma nel 1907. Dopo i primi anni passati con la famiglia in Sud America, dove il padre, laico e socialista, era vice console, nell’estate del 1912 rientra a Roma, e qui frequenta le elementari, il ginnasio e il liceo classico. Già negli ultimi anni di scuola comincia a interessarsi alla politica, influenzato dal padre e dalle letture di testi socialisti. Nel 1924 si iscrive alla facoltà di giurisprudenza dell’Università di Roma e, contemporaneamente, al gruppo universitario comunista. Da questo momento partecipa attivamente all’attività antifascista clandestina del partito. (…)

Arrestato nel 1927 a Milano, viene condannato a sedici anni e otto mesi dal tribunale speciale per cospirazione contro i poteri dello stato. Avendo beneficiato di alcune amnistie parziali, sconta dieci anni di carcere (nei penitenziari di Roma, Lucca, Viterbo e Civitavecchia), ma, al momento di essere rilasciato, viene inviato per sei anni al confino, prima a Ponza (dal 1937 al 1939) e poi a Ventotene. Nel frattempo matura il distacco dal Partito comunista, iniziato durante gli anni del carcere, che diviene definitivo negli anni dei sanguinosi processi staliniani contro i dissidenti del regime. A Ventotene, tra l’inverno del 1941 e la primavera del 1942, dopo un’approfondita elaborazione, cui partecipa un gruppetto di confinati – tra i quali Eugenio Colorni – scrive, in collaborazione con Ernesto Rossi, il Manifesto per un’Europa libera ed unita (Manifesto di Ventotene), il documento di base del federalismo europeo. Caduto il fascismo, viene liberato il 19 agosto 1943 e dieci giorni dopo fonda a Milano, insieme a una trentina di reduci dal confino, dal carcere e dall’esilio, il Movimento Federalista Europeo.

Dopo l’8 settembre si rifugia in Svizzera, dove organizza le prime riunioni federaliste sovranazionali a Ginevra, a conclusione delle quali viene approvato un documento che sarà la base di alcuni programmi della Resistenza europea, soprattutto in Francia. Chiamato da Leo Valiani a Milano, alla segreteria politica del Partito d’Azione Alta Italia, partecipa per alcuni mesi alla Resistenza.
Nel marzo dei 1945 organizza, insieme a Ursula Hirschmann vedova di Eugenio Colorni, trucidato dai fascisti pochi giorni prima della liberazione di Roma ‑ il primo congresso federalista internazionale a Parigi, cui partecipano, tra gli altri, Albert Camus, George Orwell, Emmanuel Mounier, Lewis Mumford, André Philip. Terminato il congresso rientra in Italia riprendendo il suo posto nella Resistenza e nel giugno 1945 segue Ferruccio Parri, nominato presidente del Consiglio. Nel febbraio 1946, a seguito delle conclusioni del I Congresso, lascia il Partito d’Azione insieme a La Malfa, Parri, Reale e un gruppo di azionisti con i quali fonda il Movimento per la democrazia repubblicana, che abbandona alla vigilia delle elezioni alla Costituente.

Nel 1948 viene eletto segretario dei Movimento federalista europeo e successivamente membro del Bureau Executif e delegato generale dell’Union Européenne des Fédéralistes (UEF). Per quattordici anni è l’animatore di tutte le più importanti battaglie in favore della federazione europea, in particolare quella della Comunità europea di difesa (CED) e della Comunità politica.

Abbandonate, nel giugno 1962, tutte le cariche federaliste, fra il 1962 e il 1965 fa parte della redazione de «il Mulino» ed è tra i promotori dell’«Associazione di cultura e di politica “il Mulino”», l’istituzione di controllo di tutte le attività promosse dal gruppo bolognese. Dal 1962 al 1966 è Visiting Professor al Centro di Bologna della School for Advanced European Studies dell’Università Johns Hopkins, ove tiene corsi sulla Comunità europea. Nel 1963 crea il Comitato italiano per la democrazia europea (CIDE) e nel 1965 fonda l’Istituto Affari Internazionali (IAI), per promuovere ricerche e studi sul ruolo e le responsabilità dell’Italia nella Comunità europea e di questa nel mondo.
Dal dicembre 1968 al luglio 1969 è consulente per gli affari europei dei ministro degli Esteri Pietro Nenni.

Dal 1970 al 1976 è membro della Commissione esecutiva della Comunità europea, che tenta di trasformare nel vero motore politico del processo di integrazione sovranazionale. Eletto deputato al Parlamento italiano nel giugno 1976, come indipendente nelle liste del PCI, è presidente del gruppo misto alla Camera, e nello stesso anno viene nominato al Parlamento europeo. Nel 1979 gli è riconfermato sia il mandato al Parlamento italiano (dove è membro del gruppo misto), sia quello al Parlamento europeo (eletto per la prima volta a suffragio universale). Qui svolge un ruolo di particolare rilievo, facendosi soprattutto promotore, nel luglio 1980, dell’iniziativa istituzionale – il Club del Coccodrillo – che porta alla formulazione dei progetto di trattato di Unione europea da lui elaborato e approvato a larghissima maggioranza dal Parlamento europeo, il 14 febbraio 1984, con l’appoggio di deputati europei di tutti i gruppi politici e di diversi Paesi. Rieletto nel 1984 al Parlamento europeo – dopo l’affossamento dei progetto di trattato fatto dai Vertici di Milano e di Lussemburgo –, rilancia nella primavera del 1986 una nuova iniziativa costituente, ma qualche giorno dopo, il 23 maggio 1986, muore in una clinica romana.

Edmondo Paolini

Links utili per ulteriori approfondimenti

www.altierospinelli.it

www.movimentoeuropeo.it

http://europeanmovement.eu

http://europa.eu/index_it.htm

http://www.europarl.europa.eu/portal/it

www.politichecomunitarie.it

Info:
Assessorato alla Pubblica Istruzione – Tel. 055.7591593
Istituto Comprensivo “Altiero Spinelli” – Tel. 055.2591076

Sabato 17 maggio alle ore 14,30 gli scouts di Scandicci invitano tutta la popolazione a partecipare alla loro iniziativa: “Io Rifiuto i Rifiuti”, una giornata eco-sostenibile che hanno deciso di organizzare perchè questa estate parteciperanno alla route nazionale in cui gli è stato chiesto di intraprendere un’azione di coraggio nella propria città.
Questi ragazzi hanno scelto il coraggio di essere cittadini.
Si sono accorti, infatti, grazie alla collaborazione della Proloco locale e del Comune di Scandicci, della presenza di numerosi rifiuti abbandonati nelle strade collinari che attraversano le campagne e le zone boschive.
Quindi perché non rimboccarci le maniche, approfittare di una passeggiata per raccogliere un po’ di rifiuti e fare la propria parte da buon cittadino?
Speriamo che questa iniziativa dia dei frutti per una maggiore sensibilizzazione di tutta la comunità che è invitata a partecipare.

Punto di ritrovo e distribuzione del materiale:
Pian dei Cerri (ex Taverna del Diavolo)

Percorsi:
I. Via di Marciola,da Pian dei Cerri ai Riniccioli
(percorso consigliato per le famiglie)
II. Via di Marciola, dai Riniccioli alla Fattoria “I Lami” proseguendo per Via San Niccolò fino a San Vincenzo
(percorso consigliato per le famiglie)
III. Via di San Michele, da Pian dei Cerri al Circolo di San Michele a Torri, loc. la palazzina
IV. Dal Circolo di San Michele a Torri lungo Via Canto alle Gracchie fino a Via Empolese
(con spazio sosta al Lago delle Certane)
I punti di raccolta del materiale si troveranno lungo il percorso.

Alle ore 18,00 sarà possibile effettuare una merenda gentilmente offerta da MCL presso la sede del Circolo in Via Empolese a San Vincenzo a Torri.

Sarà attivo un servizio navette per il trasporto delle persone da e per i punti di ritrovo e raccolta, è necessario munirsi di guanti per la raccolta dei rifiuti e pettorine per la visibilità.

Per informazioni:
Comune di Scandicci
Ufficio Ambiente
Tel. 055.7591364

sandro pertini

Gli studenti dell’Istituto Superiore B.Russell-I.Newton e della Scuola Secondaria di I° grado “Gianni Rodari” in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione presentano una serata dedicata al pensiero costituente di Sandro Pertini. L’iniziativa, con il patrocinio dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Scandicci e la partecipazione speciale di Umberto Voltolina, Presidente della “Fondazione Sandro Pertini”, si tiene Martedì 15 Aprile presso la Sala del Consiglio Comunale “O.Barbieri” dalle ore 18 alle 20. Un’occasione preziosa in cui ci viene offerta la possibilità di ribaltare i nostri punti di vista: per una volta, saranno, infatti, i ragazzi a farci una lezione di democrazia, mentre gli adulti e gli insegnanti saranno ad ascoltare.

Al centro del pensiero e dell’impegno di Pertini c’è un’idea forte e irrinunciabile di eguaglianza che ha come suo corollario la negazione di ogni privilegio e consorteria. Il presidente più amato dagli italiani, simbolo per tutti di una nazione possibile e sognata, voleva che l’Italia divenisse una «Repubblica declinata al plurale», dove a prevalere fossero il dialogo sul sopruso, la condivisione sull’egoismo, il bene comune sull’interesse privato.

Il valore pedagogico e didattico del progetto, oltre che un omaggio alla figura di Sandro Pertini, risiede nel fatto che le classi, con oltre 60 studenti coinvolti, hanno condotto un lavoro di studio e di approfondimento autonomo sui temi della democrazia e della cittadinanza attiva, sia in prima persona che a livello di gruppo, arrivando a selezionare i testi e i passaggi più importanti tra gli scritti di Sandro Pertini che si riferiscono alla sua vita, alla Resistenza e alla Costituzione Italiana, in un percorso di avvicinamento ai concetti fondanti del diritto, che diventa anche un percorso di crescita e di acquisizione di consapevolezza, come persone e come cittadini.

Ingresso Libero
Info 055.7591593