Home Etichette Articoli etichettati con "bambini"

Giovedì 29 Settembre ore 17.30
presso il Centro integrato 1-6 Turri (via Vivaldi, Scandicci)

Un incontro rivolto a tutti i genitori impegnati in questi mesi nell’ambientamento dei loro bambini nei servizi educativi. Parleremo insieme del delicato e importante momento del distacco, delle emozioni e dei pensieri che suscita, questa volta dal punto di vista dei genitori che lo vivono insieme ai propri bambini.

L’incontro è organizzato dal gruppo CIAF (Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia) di Scandicci.

Per maggiori informazioni:
Coordinamento pedagogico
Servizi Educativi
Comune di Scandicci
Tel. 0557591552

Lo spettacolo-musical è ambientato nella cornice giocosa e favolistica di un teatro di pupi siciliani. Il tema dell’incontro-scontro tra civiltà occidentale e orientale viene proposto in una prospettiva originale e ironica che prende spunto dai legami amorosi tra pagani e cristiani presenti nell’epica cavalleresca rinascimentale.
Nel solco di una tradizione mediterranea comune a partire dall’alto medio evo innumerevoli influssi mediorientali hanno permeato la cultura occidentale in ogni suo aspetto, contribuendo in modo strutturale al suo sviluppo. Stendendosi verso il centro del Mediterraneo la nostra penisola rappresenta il crocevia ideale dell’incontro tra due culture che troppo spesso i mezzi di comunicazione dipingono come inconciliabili. Più in generale è la storia dell’Europa tutta, con la variegata natura dell’Islam Balcanico e con le innumerevoli sintesi culturali realizzate in Andalusia, a smentire nei fatti lo stereotipo dell’Islam come cultura rigidamente ancorata a un fondamentalismo immutabile.
Lo spettacolo intende così individuare quei tratti comuni alle diverse culture che si affacciano sul Mediterraneo per interpretare la diversità culturale e linguistica non come ostacolo ma come ricchezza,
e offrire in questo senso un’occasione di riflessione in più per favorire reali processi di accoglienza e interazione con gli stranieri che abitano le nostre terre.

7 attori-cantanti, 2 ballerini e 6 musicisti danno vita a uno spettacolo entusiasmante, esilarantee fantasioso che ha già trovato grande consenso tra i differenti tipi di pubblico. Nei molti brani appositamente composti per la commedia da Michelangelo Zorzit, suggestioni mediorientali e balcaniche convivono con la canzone italiana e con le sonorità dei Bizantina, gruppo che ha sempre ispirato la propria produzione alle tradizioni popolari del Sud Italia (tarante, pizziche, tammuriate, il teatro musicale di Roberto De Simone e la poesia di Eduardo De Filippo). Elementi dialettali si unicoscono così a reminescenze letterarie elevate, che svelano in questo contesto tutta la potenzialità interculturale della musica.

Lo spettacolo, prodotto dai Bizantina, andrà in scena Lunedì 3 ottobre al Teatro Aurora di Scandicci col patrocinio del Comune di Scandicci, la mattina per le scuole in occasione del Giorno della memoria e dell’accoglienza, per ricordare il tragico naufragio del 2013 dove a largo di Lampedusa morirono 368 migranti.
(La sera per tutti lo spettacolo va in scena anche il 30 settembre e il 1 ottobre)

Lo spettacolo è particolarmente suggerito per la fascia d’età che abbraccia dalla 2^-3^ media e 1^-2^ superiore. Le adesioni (specificando le classi, il n. di alunni e dei docenti accompagnatori) devono pervenire entro il 22 Settembre all’email  educard @ scandiccicultura.it

Dopo il successo registrato lo scorso anno presso la nuova sede, la Scuola di Musica di Scandicci, situata in Via del Padule 34 (ex scuola Anna Frank) e gestita dall’Accademia Musicale di Firenze, riapre le iscrizioni al nuovo anno scolastico.
Con l’obbiettivo principale di diffondere l’educazione musicale sul territorio, sia attraverso spazi didattici innovativi sia attraverso iniziative rivolte soprattutto ai giovani, la Scuola propone corsi che abbracciano tutti i generi musicali, dalla musica antica e classica alla musica moderna e jazz e per tutte le fasce d’età, dai bambini di quattro anni fino agli adulti.

Per tutti gli iscritti ai corsi di strumento e canto la frequenza ai corsi collettivi è gratuita. Tra questi si segnalano: Formazione musicale di base, Storia della musica, Coro Academy singers, Teoria della musica in Pratica, Teoria Percezione ed Analisi.

Numerosi sono i laboratori per grandi e piccini: il Laboratorio corale Petites Voix (per bambini da 6 a 8 anni), il Laboratorio per strumenti ad arco e il corso “In cammino verso l’orchestra”, indirizzati ai bambini da 7 a 10 anni, e per gli adulti, il Laboratorio di arte scenica.
Di particolare rilievo è lo spazio dato all’attività orchestrale con l’Orchestra da camera Petit Ensemble, per bambini e ragazzi tra 9 e 14 anni che  affrontano già dai primi periodi di studio un repertorio dal barocco al moderno, e l’Orchestra Giovanile di Firenze, in collaborazione con l’Accademia Musicale di Firenze.

All’interno del Dipartimento di musica moderna&jazz si segnalano invece i Laboratori per adulti (chitarra, basso e batteria, con la formula 4+4), per condividere insieme ad altri la propria passione per uno strumento, e la Masterclass di Improvvisazione&Interplay. La scuola inoltre offre la possibilità di prepararsi all’ammissione ai Corsi di Diploma Accademico di I livello presso i Conservatori di Stato oppure conseguire gli otto gradi di studio riconosciuti dalRoyal College di Londra attraverso l’ABRSM (The Associated Board of the Royal School of Music).

Tra le novità proposte quest’anno: i Corsi di teatro ed espressività corporea,  in particolare, il nuovo corso di Biodanza, una disciplina basata sull’uso integrato di musica, movimento e comunicazione espressiva, tenuto dalla didatta Rita Milazzo e il Laboratorio di teatro per bambini e ragazzi, a cura di Silvia Tesone.
La Scuola di Musica di Scandicci è inoltre sede ufficiale del Coro di Voci Bianche di Scandicci (età 8 -13 anni): presente a numerose manifestazioni ufficiali del Comune di Scandicci, il coro collabora sia con gli ensemble orchestrali presenti presso al Scuola di Musica che con orchestre del territorio.

Le iscrizioni restano aperte per tutto l’anno scolastico.

Sabato 24 Settembre avrà luogo l’Open Day, dalle 16 alle 19, per presentare tutte le attività e i corsi che la scuola offre. Nei giorni 27 e 28 settembre si svolgerà l’Orientamento strumentale, mini stage gratuito per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, per conoscere, provare e ascoltare gli strumenti musicali.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla segreteria della scuola, dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 19.30 al numero 055.755499

Per approfondimenti visitate il sito della scuola:
www.scuolamusicascandicci.it

www.accademiamusicaledifirenze.it

 

Vai ai commenti 378

Proseguono le attività dei Centri Estivi per bambini e ragazzi che frequentano le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, dal 13 giugno fino al 9 settembre con “Un’estate alla grande 2016”, organizzati da tredici associazioni cittadine in collaborazione con il Comune di Scandicci.

I Centri Estivi sono organizzati dalla Cooperativa sociale Cepiss (turni settimanali dall’1.7 al 5.8 per bambini da 4 a 6 anni e per bambini da 1 a 3 anni), da Asd Robur 1908 Scandicci pattinaggio artistico (turni settimanali dal 13.6 all’8.5, da 5 a 11 anni), Cs Robur Scandicci calcio a 5 (turni settimanali dal 13.6 all’8.7, per nati tra il 2005 e il 2011, minimo 5 anni compiuti), associazione Officina dei Sogni (turni e programmi settimanali dal 13.6 al 5.8 e dal 29.8 al 9.9, dai 6 ai 12 anni), associazione Scuola del Fiume (turni settimanali dal 13.6 al 29.7 e dal 5 al 9.9, dai 6 agli 11 anni), associazione Strabiliarte (dal 13.6 al 29.7 e dal 29.8 al 9.9, dai 4 ai 13 anni), Asd Al Tennis&fun in collaborazione con Tennis San Giusto (dal 13.6 al 29.7 e dal 5 al 9.9 al raggiungimento minimo di 15 partecipanti, da 6 a 14 anni), Uisp delegazione di Scandicci (dal 13.6 al 5.8 e dal 22.8 al 9.9 dai 4 agli 11 anni, dal 27.6 al 15.7 da 12 a 14 anni), Uisp Nuoto Scandicci 1982 (dal 13.6 al 29.7, da 7 a 14 anni), Asdc San Giusto Le Bagnese sezione calcio (dal 13.6 al 15.7, dai 6 ai 12 anni), associazione di promozione culturale OffMusical (turni settimanali dal 13.6 al 12.8 e dal 29.8 al 14.9, da 3 a 12 anni), associazione Il Labirinto parco di Poggio Valicaia ( – nella foto – dal 19.6 al 22.7, da 6 a 12 anni), associazione Lo spazio delle donne (turni settimanali dal 4.7 al 9.9, da 6 anni), associazione Circolo Tennis Scandicci (turni settimanali dal 13.6 al 22.7, da 6 a 14 anni).

Informazioni presso l’Urp al piano terra del Palazzo Comunale (piazza della Resistenza), la Fabbrica dei Saperi (piazza Matteotti), 055.7591566   –   l.parigi @ comune.scandicci.fi.it   –   www.comune.scandicci.fi.it

Il 22 maggio 2016 al Campo Sportivo ”Remo Brogelli” di San Vincenzo a Torri si terrà una giornata benefica organizzata dall’Associazione Genitori Scuola Elementare E. Toti di San Vincenzo a Torri. La giornata si chiama “Toti Day, tutti insieme per la scuola” e l’intero ricavato della manifestazione verrà utilizzato dall’Associazione genitori a sostentamento del progetto doposcuola e per il finanziamento di progetti scolastici.

Lo svolgimento della manifestazione sarà dalla mattina ore 11.00 fino al tramonto e sono previsti:

Ore 11.00: giochi sull’erba per i bambini a cura della scuola calcio di San Vincenzo a Torri.

Ore 15.30: spettacolo “Chiavi, cuori e antiquari” del progetto “primi passi” della scuola di circo En Piste e a seguire dimostrazione e prova per i bambini delle arti circensi

Ore 18.30: partita di calcio delle mamme dei bambini della scuola E. Toti vs mamme bambini scuola di Cerbaia “Mamme in rosa vs Garzelline”

Dalle ore 19.30: Pasta Party a cura dell’ASD San Vincenzo

A tutti i bambini partecipanti verrà consegnato un piccolo ricordo della giornata.

L’ingresso alla manifestazione sarà di 5 euro sia per gli adulti che per i bambini e prevede un panino con salsiccia, bibite a volontà, merenda e partecipazione a tutte le attività. Durante tutto il giorno sarà attivo il servizio griglia con panini con salsiccia disponibili al costo di 2 euro, mentre le bevande e la merenda saranno offerte dall’Associazione Genitori.

Per maggiori informazioni:  ass.genitoritoti @ libero.it  –  Tel. 3664189864

Il primo anno di scuola primaria è sempre denso di emozioni, cambiamenti, scoperte.
Sia i bambini e le bambine che le loro famiglie entrano in una nuova scuola, in una nuova modalità di rapportarsi a quella scuola e ciò crea da una parte forti emozioni legate ai cambiamenti e alle novità, dall’altra un ambiente che ha bisogno di prendere una sua forma, caratterizzata da tanti tipi di relazioni.

Integrare significa “completare qualcosa aggiungendo elementi mancanti”. Proprio partendo da questo valore abbiamo pensato ai percorsi per la costruzione di un nuovo gruppo-classe: un luogo esterno, ma anche interiore, dove ognuna delle persone può diventare una parte mancante dell’altra e in questo modo creare un insieme del tutto nuovo e più completo. Di questo insieme fanno parte in primis gli alunni, il loro universo familiare, le insegnanti.

Nella classe 1A della scuola primaria E. Toti (I.C. Rossella Casini) abbiamo lavorato durante l’anno sia a livello di discipline, sia con progetti trasversali, partendo dal macro-obiettivo dell’integrazione del gruppo-classe e scuola-famiglia. Obiettivi che sono sempre stati considerati dalle teorie pedagogiche come fondanti per una didattica inclusiva e motivante.
In uno dei tanti percorsi abbiamo affrontato il tema delle famiglie e della loro diversità.
Con la scusa di partecipare al concorso “Un disegno per Scandicci” che aveva per tema “La famiglia è appartenersi” (è stato vinto dalla classe anche un premio), siamo partiti dalla lettura del bellissimo libro “Piccolo uovo”, Ed. Stampatello, per affrontare la discussione su come ogni famiglia sia diversa ma pur sempre una famiglia, perché la sentiamo come propria affettivamente. Ovviamente, discutendo tra loro, i bambini sono arrivati a parlare delle rispettive famiglie con tutte le loro differenze: chi della famiglia adottiva, chi dell’arrivo in Italia solo con la mamma, chi dei genitori separati, chi di una famiglia allargata, chi dei tanti animali da non sapere come fare a elencarli tutti. Da questo confronto profondo e altamente conoscitivo abbiamo pensato di far disegnare ad ognuno di loro esattamente come era fatta la propria realtà familiare.
Ne è venuto fuori questo bel collage, ricco di colori e di tante differenze, che i bambini hanno vissuto come grande valore aggiunto nella spontanea accoglienza.

Insegnanti  Mila Baldi – Silvia Faraoni – Valentina Troilo – Elisa Corradi

Anche quest’anno il progetto di Teatro Musicale curato dalla Scuola Comunale di Musica di Scandicci in collaborazione con Scandicci Cultura e l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Scandicci, terminerà con uno spettacolo presso il Teatro Aurora di Scandicci: “E il sogno realtà diverrà!” che avrà luogo Martedì 17 Maggio alle ore 10 con la replica dedicata alle scuole, e alle 21.00 lo spettacolo serale a pagamento, aperto al pubblico.

La realizzazione di “…E il sogno realtà diverrà!” si inserisce in un percorso che la Scuola di Musica di Scandicci e l’Accademia Musicale di Firenze, in collaborazione con le istituzioni del territorio, hanno intrapreso da più di dieci anni e che vede ogni volta il coinvolgimento attivo di centinaia di ragazzi delle scuole primarie che insieme ad un team di professionisti del settore sperimentano in prima persona forme di espressione quali la musica e il teatro fino alla realizzazione di un vero e proprio spettacolo di Teatro Musicale. (Ricordiamo “Smile, un giorno senza un sorriso è un giorno perso”, “Viaggio tra le fiabe” su testi di Italo Calvino, “Che belle parole” su testi di Gianni Rodari, “Il castello dei tesori”, “I have a Dream”, “Mediterraneo”, “Higitus figitus, il nostro Musical”, “Brundibar” ecc.)

Ideato su storia originale a cura di Giada Bruschi, “E il sogno realtà diverrà!” vede interpreti gli allievi delle classi IV C IV D, della scuola primaria G. Marconi, V B V C della scuola primaria D. Campana, delle classi IV A IV B della scuola D. Gabbrielli e delle classi IV A, IV B, IV C della scuola primaria A. Pettini e il giovane attore Francesco Rainero nelle vesti di direttore del campeggio. Direttore del coro e direttore artistico Lucia De Caro. Regia di Giada Bruschi. Musiche di A. Menken, L. Harline, R. Sherman, M. David, A. Hoffmann, J. Livingstone, O. Wallace, T. Gylkyson.

Lo spettacolo suona come un invito a credere nei propri sogni, a non mettere ostacoli alla fantasia e all’immaginazione: “Se puoi sognarlo puoi farlo” usava ripetere Walt Disney: da questa celebre frase e dallo stimolo a credere nei sogni presente in molti film della Walt Disney nasce l’ispirazione per questa nuova storia. Saranno proprio le più belle canzoni tratte dalle colonne sonore dei film della Walt Disney, interpretate dagli stessi bambini, a sottolineare tutti i momenti salienti dello spettacolo.

“In qualche modo non credo che ci siano sommità tali che non possano essere scalate da un uomo che conosce il segreto di realizzare i sogni. Questo speciale segreto, mi pare, può essere sintetizzato in: curiosità, fiducia, coraggio e costanza, e la più grande di tutte è la fiducia. Quando credi in qualcosa, credici fino in fondo, in modo coinvolgente ed indiscutibile. E ricorda: potrai immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso della terra, ma occorreranno sempre le persone perché il sogno diventi realtà.” Walt Disney (1901-1966)”

INFO: Scuola di Musica di Scandicci
Via del Padule, 34 – 50018 – Scandicci (FI) Tel. 055.755499

Il “Coro dei giovani artisti” è un progetto innovativo che presenta la particolarità di mettere  insieme ragazzi che provengono da  tutti e tre gli Istituti  Comprensivi  di Scandicci “A.Spinelli”, “R.Casini”, “V.Pratolini” e accogliere ragazzi  che frequentano diversi ordini di scuola: scuola primaria (classi 4 e 5 ),  secondaria di primo grado (classi 1 -2 -3 media), ex alunni che frequentano la scuola secondaria di secondo grado ( 1-2-3 anno) con iscrizione volontaria.
In occasione della fine dell’anno scolastico  il coro presenta il suo lavoro al Teatro Studio “Mila Pieralli” di Scandicci Lunedì 2 Maggio ore 21: Concerto del “Coro dei giovani artisti” e  Mercoledì 4 Maggio ore 21: Il Flauto Magico di Mozart recitato, suonato, danzato, cantato dai bambini e ragazzi dell’Istituto V. Pratolini, della Scuola Calvino,  IV E della Marconi, la I e II classe sez.G  della scuola media Fermi.
Per iniziativa dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione il  Coro ha avuto inoltre l’opportunità di aderire a un laboratorio musicale in collaborazione con il Festival Fabbrica Europa con il noto musicista senegalese Badara Seck e si esibirà nell’ambito del Festival au Désert con un concerto Venerdì 13 Maggio alle ore 17.30 nel complesso storico della Ex Palazzina Fabbri alle Cascine.

Il progetto musicale del Coro attua la verticalizzazione dell’insegnamento  proponendosi di  creare un clima di reciproco apprendimento e di autentico  incontro tra alunni di diverse età.
Attraverso il canto l’alunno scopre le proprie potenzialità espressive, e nella pratica corale compie un’ esperienza formativa a tutto tondo che coinvolge la sfera cognitiva affettiva, comunicativa e sociale che concorrono alla sua crescita armoniosa.

Il laboratorio si fonda sulla consapevolezza del valore socialmente attivo della musica; far musica insieme induce un senso di comunità, fa sì che si incontrino, si confrontino e si valorizzino le differenti personalità che ne fanno parte. Il laboratorio contribuisce anche alla prevenzione del disagio scolastico, creando un clima di collaborazione, di aiuto e di confidenza. Gli alunni imparano così a dialogare con adulti e compagni in modo positivo e costruttivo, facilitando il loro coinvolgimento educativo a più livelli, che potrà incidere positivamente sul loro futuro scolastico e non solo.

L’attività corale, che ha funzione socializzante, aggregante, liberatoria, promuove anche finalità sul piano cognitivo, stimolando capacità di attenzione, ascolto, turnazione.
Il progetto, inserito nel POF territoriale del Comune di Scandicci, accoglie alunni diversamente abili e promuove diversi aspetti della cultura musicale nella scuola: la vocalità e il canto, la corporeità e la danza, l’espressione e il linguaggio, la musica d’insieme, l’ascolto attivo.

Il progetto è partito nell’Anno Scolastico 2014-15 e prosegue anche quest’anno.
Le prove si svolgono nell’Auditorium  della Scuola Media A. Spinelli  in orario extra-scolastico, il venerdì dalle ore 17.00 alle ore 18.30.

Il gruppo ha a tutt’oggi un buon numero di iscritti (c.a 60 elementi tra cantori e ballerini), rispondendo ad un’ esigenza del territorio di far musica a scuola divertendosi e crescendo insieme. Ha vinto il Primo Premio del IV concorso musicale Città di Scandicci 2015 (sezione cori) con menzione speciale per la pluralità dei linguaggi utilizzati.

L’uso della voce nel canto, la gestualità nella danza, strumenti ritmici  e melodici, hanno permesso ai ragazzi di fare un’esperienza creativa in diversi campi  e sviluppare in modo armonico l’orecchio musicale, esplorare e conoscere la propria voce e saperla usare nel canto e nella recitazione, migliorare le proprie capacità espressive, la capacità di lavorare insieme, di ascoltarsi, rispettarsi. A turno  diversi  alunni  sperimentano anche delle parti solistiche nel canto e nella recitazione superando la timidezza e migliorando in questo modo anche la stima di se. La pratica dell’espressione musicale e l’attività di canto corale può aiutare concretamente a superare eventuali difficoltà (di linguaggio, di comprensione, sociali, ecc…) e magari rivelare e sviluppare in età precoce particolari doti di sensibilità ed espressione musicale.
E’ un’opportunità preziosa che viene offerta sul territorio di lavorare insieme a ragazzi di diverse età, secondo un percorso didattico finalizzato alla continuità,  che rappresenta per tutti un’occasione di integrazione, di socializzazione e di crescita.

Referenti del progetto
Fabiana Ricci e Beatrice Buzzanca

Leggere la città, al via Mercoledì 27 Aprile un ciclo di incontri presso l’Auditorium dell’Istituto Russell-Newton (Via Fabrizio De Andrè, 6) in orario 17,30 – 19,30 per approfondire argomenti che ci coinvolgono quotidianamente, dentro e fuori la scuola, dalla salute al bullismo, fino al cyberbullismo, alle dipendenze. Una discussione aperta a tutti i genitori e docenti delle scuole secondarie, e ogni interessato a questi temi, per condividere e consolidare la relazione tra scuola e comunità.

Il primo incontro è rivolto al tema della salute, cosa fare, a chi chiedere un aiuto quando i figli sono in crisi. Intervengono gli specialisti che a Scandicci seguono ragazzi e famiglie all’interno dei servizi della USL, la Dott.ssa Nicoletta Mininni ed il Dott. Paolo Materassi, insieme ad Operatori di Strada e tutor delle scuole.

Il ciclo prosegue con l’incontro del 12 maggio sul bullismo e cyber bullismo: ne parliamo con la Prof.ssa Ersilia Menesini insieme alla Polizia Postale, rappresentanti dell’Ufficio Minori della Questura di Firenze, la responsabile dello Spazio Giovani Gingerzone di Scandicci Valentina Corsinovi e Beatrice Lami del CNR di Pisa.

Il ciclo si conclude in data 23 maggio con il tema delle dipendenze: anche se Così fan tutti… la volontà è quella di contrastare ogni forma di illegalità e di rischio a cui possono andare incontro i ragazzi. Si parlerà di problemi per l’uso di alcool ed altre droghe nel territorio con il responsabile del Sert di Scandicci Dott. Guido Guidoni, Aldo De Angelis Comandante dei Carabinieri di Scandicci, Matteo Lucherini porterà il particolare punto di vista del Progetto Testa di Alkol.
L’introduzione ai lavori è curata dal Prof. Roberto Curtolo Dirigente dell’Istituto Russell-Newton e ognuno degli interventi sarà moderato da un Dirigente degli Istituti Comprensivi di Scandicci.

L’ingresso è libero a ogni contributo di discussione e condivisione e sarà anche un’opportunità di aggiornamento professionale per gli insegnanti, con il rilascio di un attestato di partecipazione ai sensi delle norme Miur.
La cittadinanza è invitata.

Il 27 Aprile 2016 ore 21 al Teatro Aurora di Scandicci va in scena lo spettacolo l’Atletico Ghiacciaia, di e con Alessandro Benvenuti, prodotto da Arca Azzurra Teatro, per la campagna di raccolta fondi a sostegno del Progetto di lettura ad alta voce dell’Istituto Comprensivo Statale Altiero Spinelli di Scandicci, realizzato in collaborazione con il Comitato dei genitori e il patrocinio del Comune di Scandicci.

Il progetto Leggimi una storia nasce dalla collaborazione e dall’iniziativa del corpo insegnante di lettere attorno all’idea di sviluppare le competenze di base di lettura espressiva attraverso la riscoperta del piacere della lettura ad alta voce. Educare all’ascolto e sviluppare la comprensione di un testo sono obiettivi formativi fondamentali nell’apprendimento, che, se perseguiti con la passione per le storie e con la curiosità di scoprire i nuovi mondi che si aprono leggendo un libro, possono condurre a risultati estremamente positivi oltre all’acquisizione delle competenze in senso stretto, emancipando la lettura dalla mera attività scolastica e predisponendo il terreno per promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva.
I lettori possono diventare infatti “donatori di voce” in occasioni di letture pubbliche, in Biblioteca o in manifestazioni cittadine, possono svolgere volontariato con persone non vedenti o in ospedale… La lettura si fa interpretazione del testo, restituisce all’ascoltatore l’immagine sonora di uno stato d’animo, la parola scritta prende corpo grazie alla voce del lettore.

Come sostiene Daniel Pennac: “Strana scomparsa, quella della lettura a voce alta. Non si ha più diritto a mettersi le parole in bocca prima di ficcarsele in testa? Niente più orecchie? Niente più musica? Niente più saliva? … Testi muti per puri spiriti? A me, Rabelais! A me, Flaubert! Dostoevskij! Kafka! Dickens, a me!
Le nostre parole hanno bisogno di corpo, i nostri libri hanno bisogno di vita!”
.

Ecco che ha preso forma così l’idea di dotare la scuola di una vera e propria cabina insonorizzata di registrazione per realizzare gli audiolibri con gli studenti e di chiedere all’attore fiorentino Alessandro Benvenuti di essere testimonial ufficiale di questo progetto, con il proposito che il gusto della lettura ad alta voce possa essere riscoperto e si propaghi in tutta la città e ancora oltre.

“Io sono nato leggendo i libri, mi nutro di lettura. – dice Benvenuti – Ai miei tempi la conoscenza passava sostalzialmente dalla tua curiosità e dai romanzi che riuscivi a leggere oltre ai libri di scuola. Così sono cresciuto tra i fumetti e i romanzi, con  l’Intrepido e Il monello, con I ragazzi della via Pal, I tre moschettieri, Giulio Verne… erano veri e propri film che ti facevi nella testa… per questo il mondo dei libri l’ho sempre trovato affascinante e sostengo volentieri l’iniziativa promossa dalle scuole di Scandicci”.
Personaggio caro a Benvenuti, Gino, coprotagonista nei primi due episodi della trilogia dei Gori, in questo spettacolo prende vita per intonare un canto d’amore paesano alla Toscana, a una terra che mangia tutti i giorni pane sciapo e sarcasmo e nella quale, accanto ai cipressi, crescono da sempre come piante spontanee gli sfoghi dei grulli.

L’ appuntamento è per Mercoledì 27 Aprile ore 21 al Teatro Aurora di Scandicci.
(Via S.Bartolo in Tuto, 1.) Ingresso a offerta libera.
Prenotazioni al Bar del Circolo Aurora.

Guarda la video intervista ad Alessandro Benvenuti realizzata per l’occasione.