Home Etichette Articoli etichettati con "asilo nido"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa bella lettera pervenuta ai nostri uffici durante l’estate, da parte dei genitori di Samuele e Niccolò.

 

“Era bello sapere che nonostante la nostra mancanza, loro potevano giocare e divertirsi in un ambiente come il Makarenko, mai dato per scontato, con la consapevolezza dalla vostra presenza e alla reciproca fiducia.

Avete accolto i nostri figli con competenza e professionalità, ma soprattutto con amore, pazienza e umiltà tali da creare un legame affettivo anche con noi… Noi genitori che vivevamo per la prima volta l’ esperienza del distacco, che passavamo l’attesa della riconsegna fuori da quell’asilo insieme ad altri genitori, pronti a confrontarci, e a condividere pensieri, oppure a cercare invano di resistere alla tentazione di sbirciare i nostri piccoli in giardino!

Grazie perché con voi abbiamo imparato a muovere i primi passi da genitori.
Samuele adesso è alla scuola primaria si trova ad affrontare tanti nuovi argomenti, materie, compiti, tutto ciò con una bella solida base sicura di curiosità e voglia di fare che voi tutte avete contribuito a formare negli anni precedenti, con programmazioni accurate, molteplici attività, tanti progetti e uscite didattiche!

Che sorpresa quando due anni fa Niccolò ricevuta in regalo la sua prima bicicletta senza ruotine disse :
“Lasciatemi fare da solo, ho imparato a scuola!”  E saltando al volo sul sellino partì pedalando sicuro… grazie a Carmine e al progetto Brisken!

Potrei citare tantissime altre attività che hanno lasciato un segno indelebile…
Come il progetto sulla musica … e la conseguente richiesta della batteria a Natale…
oppure l’orto…  e via tutti a cucinare…  per non parlare di quello sulle emozioni… che ci ha aiutato a conoscerci a fondo…

Tutto ciò fatto con grande passione per il proprio lavoro, che però a noi piace definire missione, perché per gestire tante dinamiche è richiesta una grande capacità di empatia grande abilità ma anche infinita pazienza, spesso più con i genitori che con i bambini!

Momenti preziosi i bellissimi laboratori, ogni volta ci mettevate alla prova con molta fantasia (a volte diabolica!) nella creazione del regalo che avrebbe ricevuto nostro figlio da Babbo Natale… o il costume di carnevale da esibire durante la festa.

Preparazioni di scenografie e costumi per le recite nel salone della scuola o al Castello dell’Acciaiolo con l’ indimenticabile Gruffalò!  Quanto ci piacevano le riunioni (strano a dirsi) brevi ritagli di tempo per ascoltare voi maestre e far due chiacchiere davanti ad un caffè ed un pezzo di torta, occasioni che ci hanno fatto sentire per questi anni parte della struttura come fossimo a casa nostra.
Ci avete accolto e fatto sentire sempre protagonisti insieme a voi nella crescita “consapevole” dei nostri figli, collaborando fianco a fianco !

E’ per noi importante dirvi che siete state preziose e la speranza è quella di poter incontrare sulla nostra strada ancora delle persone che come voi vivono il lavoro come una missione d’amore per gli altri. Grazie per le regole che avete saputo insegnare per la disponibilità a capire ogni carattere, per i sorrisi che avete dispensato, grazie, soprattutto, per aver insegnato a condividere, a tollerare, ad avere rispetto.

Un grazie speciale va anche a tutto il personale che ha accolto ogni mattina i bambini sempre con un bel sorriso e che ha contribuito in tutto e per tutto alla riuscita del vostro lavoro!
Ci sentiamo onorati di avervi affidato i nostri  figli. Vi ringraziamo infinitamente  per  quanto  avete  dato, sperando che anche voi possiate conservare nel cuore i volti dei nostri figli, sicuramente fortunati per aver incontrato brave educatrici come voi!!!”

I genitori di Samuele e Niccolò

“Conservare lo spirito dell’infanzia
dentro di sé per tutta la vita
vuol dire conservare la curiosità di conoscere
il piacere di capire
la voglia di comunicare”
(Bruno Munari)

Vai ai commenti 523

Possono essere iscritti tutti i bambini residenti e non residenti nel Comune di Scandicci nati dal 1 gennaio 2013 al 31 maggio 2015. Da lunedì 4 maggio fino a lunedì 1 giugno compresi sono aperte le iscrizioni per l’ammissione ai servizi educativi comunali per l’infanzia (nidi e centri gioco) per l’anno educativo 2015-2016.
Requisito indispensabile per l’iscrizione del bambino nella graduatoria è la residenza con almeno uno dei genitori nel Comune di Scandicci. Le domande di iscrizione possono essere effettuate nei seguenti modi: dal 4 maggio al 1 giugno 2015 on line, collegandosi al sito www.comune.scandicci.fi.it nella pagina Servizi (contrassegnata dal colore verde), scegliendo Guida ai Servizi per il collegamento ai servizi On Line di Linea Comune e seguendo le istruzioni; dal 18 maggio al 1 giugno 2015 allo sportello scuola alla Fabbrica dei Saperi (piazza Matteotti, 31). Il servizio iscrizioni allo sportello sarà possibile solo su appuntamento, anche telefonico (055 – 7591549 /561 /554), da prenotare non oltre il 15.05.2015.
Prima dell’iscrizione le famiglie interessate possono visitare i servizi educativi comunalil’11 maggio dalle 17,30 alle ore 19,30 ad esclusione del nido Albero Mago che effettua l’open day il 9 maggio dalle 9,30 alle 12,30. La graduatoria sarà approvata entro il mese di giugno.

L’iscrizione può essere effettuata esclusivamente da un genitore o tutore del bambino; non è necessario compilare alcuna domanda cartacea in quanto l’iscrizione viene compilata o direttamente on line, oppure dagli addetti dello Sportello Scuola, sulla base dei dati comunicati dal richiedente al momento dell’iscrizione. Le tariffe sulla frequenza dei bambini iscritti ai servizi educativi saranno determinate sulla base del reddito identificato nell’Isee (Indicatore Situazione Economica Equivalente).

Per accedere ai servizi on line che richiedono autenticazione, ovvero che richiedono di conoscere l’identità di chi li utilizza, è necessario aver ottenuto in precedenza le credenziali di accesso: nome utente e password. Le credenziali permettono di accedere ai servizi protetti da autenticazione attivati dal Comune di Scandicci con LineaComune e si ottengono nei seguenti modi: registrandosi direttamente on line, entrando nel sito del Comune nella pagina Servizi contrassegnata dal colore verde, scegliendo Guida ai Servizi (nel campo Identificazione selezionare la domanda “Non sei registrato” e seguire le istruzioni), oppure presentandosi allo Sportello Scuola (piazza Matteotti, 31) o all’Urp del Comune con un documento di identità valido ed il proprio codice fiscale per procedere, con l’aiuto degli operatori, alla registrazione on line e infine ritirando la busta che contiene le credenziali. Le credenziali sono gratuite e saranno immediatamente attive al momento della consegna da parte dell’operatore. In caso di smarrimento, deterioramento o annullamento delle credenziali, occorre presentarsi all’Urp o allo Sportello Scuola per ripetere la procedura. L’accesso ai servizi on line è possibile, per chi ne è in possesso, anche con la Tessera Nazionale Sanitaria regolarmente attivata. Per problemi nell’utilizzo della tessera sanitaria regionale, o in caso di smarrimento e furto, chiamare il numero verde 800.004477 o consultare il sito http://www.regione.toscana.it/cartasanitaria.

Per eventuali informazioni è possibile telefonare ai numeri 055.7591561 – 554 – 566

Vai ai commenti 504

Al via da lunedì 8 settembre 2014 l’anno educativo, con i servizi pubblici e privati di nidi e centri gioco.
I 927 bambini in età 0-3 anni di Scandicci hanno a disposizione, tra nidi e servizi integrativi, 428 posti (296 nei nidi comunali, 132 in quelli privati), ovvero una copertura del 46 percento, superiore alla media toscana del 33 percento e a quella italiana del 14 percento.
Scandicci si colloca da tempo su livelli europei, sia quantitativamente che come sperimentazione in tre strutture di un unico segmento 0-6 anni”, dice l’assessore alla Pubblica istruzione Diye Ndiaye, “così come prevede la riforma in discussione in Parlamento”.

Una donna su tre, nel nostro Paese, lascia il lavoro dopo la maternità e una delle cause è proprio la scarsità di posti nei nidi,” prosegue l’assessore Ndiaye, “non a caso la percentuale maggiore di donne che lavorano si ha nelle regioni dove vi è la maggiore penetrazione di servizi alla prima infanzia. Ecco perché Scandicci saluta con favore il disegno di legge in discussione al Senato che prevede un forte investimento sulla fascia d’età 0-6 anni e che ha, tra i suoi obiettivi, quello di portare la copertura degli asili nido in Italia dal 18 al 33% (obiettivo fissato dall’Europa già per il 2010). Stiamo organizzando una grande iniziativa nazionale che si terrà a Scandicci a novembre, per sostenere il lavoro di riforma del Parlamento che non deve affossarsi come accaduto già altre volte in passato”.

Potenziare il sistema dei nidi, tuttavia, non è fare un favore alle donne, ma offrire un servizio alla comunità”, dice ancora l’assessore alla Pubblica istruzione, “Come diversi studi dimostrano i bambini che vanno al nido hanno maggiori probabilità di successo anche nella loro carriera scolastica successiva. Se si vuole combattere la piaga della dispersione scolastica (che colpisce il 17% dei giovani tra 18 e 24 anni) è dal nido che bisogna cominciare”.

Il sistema di Scandicci è formato da 5 nidi comunali a gestione diretta (tre dei quali all’interno dei servizi 0-6 delle strutture Makarenko, Bruno Ciari e Turri), un nido in convenzione (15 posti presso l’Albero Mago a Badia a Settimo) e uno in appalto (la Girandola); tre Spazi-gioco sono dati in appalto. Operano poi 5 nidi privati.

La squadra dei lavoratori comunali è composta da 46 educatrici e 12 operatori; il sistema è curato da un responsabile dei servizi educativi, una coordinatrice pedagogica e da tre impiegati. “Il livello di soddisfazione dell’utenza è elevato; in una recente indagine i genitori hanno assegnato un punteggio di 9,15 sul gradimento del servizio, 9,08 sulla cura e l’igiene degli ambienti interni, 9,42 sulla competenza del personale; 9,00 per gli orari di apertura e chiusura” dichiara l’assessore Ndiaye.

Le domande d’iscrizione sono state 347 di residenti, 25 di non residenti e 131 riconferme per un totale di 503 richieste; al momento la lista d’attesa è di 130 richieste “ma con gli 80 voucher regionali scenderemo a 50, dato fisiologico, sul livello dello scorso anno, che trova soluzione nel tempo anche all’interno dei servizi esistenti in quanto alcuni rinunciano, si ritirano o cambiamo residenza”.

La novità di quest’anno è l’offerta di posti a tempo ridotto, fino alle 13,30 dopo il pranzo.

Le tariffe sono ferme allo scorso anno; è stata inserita una tariffa di 15 euro mensili (poco meno di un euro al giorno) per chi frequenta le sezioni di scuola dell’infanzia (3-6 anni) oltre l’orario delle 16,30 (“Una misura atta a regolamentare le funzioni assistenziali delle educatrici”, spiega l’ufficio Servizi educativi).

Per quanto riguarda l’inserimento di bambini con disabilità il Comune spenderà in questo anno scolastico 190 mila euro in assistenza qualificata.

(Cit. M.G.)